Forum


Il paradosso degli ...
 
Notifiche
Cancella tutti

Il paradosso degli "incentivi"  

Pagina 1 / 3

Post: 6052
Moderator
(@devix)
Illustrious Member
Registrato: 4 annifa

Premesso il fatto che "sempre meglio di niente".
Lo scopo degli incentivi o ecobonus e' quello di migliorare il parco circolante con auto meno inquinanti o di rendere le case piu' efficienti.
Fino a qui nulla da eccepire.
Il sistema pero' non premia chi davvero crede nella causa.

Provo a spiegarmi meglio prendendo il caso del Sig. Verdi, ambientalista convinto e del Sig. Bianchi, una persona con una sensibilita' "normale".

Auto:
Qualche anno fa il Sig. Verdi deve cambiare auto e cominciano a uscire le prime ibride. Nonostante il prezzo piu' alto, decide che e' il momento di dare una mano all'ambiente e compra una Prius. Altri anni dopo, e' il momento delle elettriche, ma non puo' usufruire del bonus rottamazione perche' la sua auto e' troppo "green".

Al contrario il Sig. Bianchi si compra un bel diesel Euro 4 e recentemente scopre che se la rottama gli fanno lo sconto per comprare una nuova auto!!! Dopo aver inquinato per 20 anni pero'...

Casa:
Il solito Sig. Verdi vuole rinnovare la sua casa e renderla piu' efficiente. Comincia installando pannelli solari, poi passa alla pompa di calore per il riscaldamento e magari migliora anche l'isolamento termico e fa un intervento profondo per mettere il riscaldamento a pavimento. Riesce ad arrivare in classe A e si sente soddisfatto.

Il Sig. Bianchi ha la caldaia a metano (vecchio stile), nessun cappotto sulla casa, infissi vecchi. Decisamente classe G inoltrata. Un bel ecobonus gli permette di rifarsi casa gratis e farle acquistare un valore decisamente superiore.

Ok, ho estremizzato, ma spero di aver reso l'idea.
Il vantaggio finale e' per tutti, ma lo vedo un po' come un paradosso che mi lascia sempre l'amaro in bocca.{violet}:deceitful:

Etichette discussione
25 Risposte
Post: 2857
Moderator
(@zizio82)
Famed Member
Registrato: 2 annifa

Purtroppo è un discorso complesso. Nella realtà secondo me non dovrebbero esistere gli incentivi perchè drogano il mercato. Soprattutto perchè ci sarà gente che se ne approfitterà sempre. Vuoi un esempio? L'incentivo sulle bici e monopattini che all'apparenza sarà innocuo ma ho già letto un numero considerevole di persone che li acquisterà per rivenderli su internet all'istante 0 + 1.....

Risposta
3 Risposte
Moderator
(@devix)
Registrato: 4 annifa

Illustrious Member
Post: 6052

Afraid
Una cosa del genere non l'avrei neanche pensata!!!

Risposta
Moderator
(@zizio82)
Registrato: 2 annifa

Famed Member
Post: 2857

@devix

Orribile vero? Se ci pensi, è anche una estrema ingiustizia che, sul discorso dell'altro giorno in merito alla vendita della Model 3 per passaggio alla Model S, uno venda la vettura dopo averla acquistata con gli incentivi e rischia magari anche di portare a casa tutti i soldi ricevuti dallo stesso! Non me ne vogliano quelli che fanno questa operazione eh... non ce l'ho con loro per questa cosa visto che è loro diritto farlo ci mancherebbe!

Risposta
Owner
(@giampigua)
Registrato: 1 annofa

Estimable Member
Post: 127

Concordo perfettamente con Devix.

a parte che gli incentivi sono droghe che costano a tutti (anche al sig. Verdi), se deve essere, non ha alcun senso che sia legato a ciò che si sostituisce.

infatti sostituire una prius con una elettrica pura avrebbe lo stesso effetto che sostituire una euro zero, perché la prius usata finirà pur in mano a qualcun altro che aveva “di peggio”. 
per ogni auto elettrica nuova c’è sempre, in fondo alla catena, un rottame che viene rottamato

Risposta
Post: 546
Registered
(@massimomax)
Honorable Member
Registrato: 2 annifa

io invece sono d'accordo con gli incentivi,penso siano un bene, e se anche qualcuno ha inquinato per 20 anni, e adesso, si fa la casa gratis non per convinzione ecologista ma solo perché  conveniente beh .....va bene lo stesso basta ridurre le emissioni.

poi d'altra parte le leggi non hanno effetto retroattivo,chi ha già provveduto a farsi la casa A+++ spero lo abbia fatto per convinzioni personali e quindi sarà contento o stesso

 

p s. per quanto mi riguarda io interverrò massicciamente in casa, se fosse per mia moglie mi farebbe costruire le torri gemelle in giardino (con eolico in cima 🤣 🤣 🤣)       

Risposta
2 Risposte
Moderator
(@devix)
Registrato: 4 annifa

Illustrious Member
Post: 6052

La tua considerazione e' corretta, ma credo che se dai una agevolazione, deve essere per tutti, a prescindere se hai una macchina vecchia o una casa gia' super ecologica.
A questo punto molto meglio la detrazione del 50% sui pannelli per tutti.
Opinione personale ovviamente, sono contento di casa mia e continuero' a renderla piu' efficiente.

Risposta
Registered
(@massimomax)
Registrato: 2 annifa

Honorable Member
Post: 546

@devix

concordo in pieno ,dovrebbe essere per tutti 

Risposta
Post: 2246
Moderator
(@teslateo)
Noble Member
Registrato: 4 annifa

Il fatto è che lo scopo degli incentivi è il bene comune e non il vantaggio del singolo individuo Quindi così Fatti funzionano perfettamente perché chi non li prende Essendo già sufficientemente Green se così vogliamo dire già Giova la causa, Mentre chi li prende perché prima era un carbonifero Giova ugualmente alla causa comune

Risposta
3 Risposte
Moderator
(@devix)
Registrato: 4 annifa

Illustrious Member
Post: 6052

Proprio perche' e' per il bene comune, dovrebbe premiare tutti e non solo il cattivone inquinatore Resent

Risposta
Registered
(@paolo-f-b)
Registrato: 2 annifa

Reputable Member
Post: 265

@devix

Giusto "in teoria" ma in pratica come lo premi uno che ha già  un'auto elettrica (o due) e la casa in calle A?

Gli dai dei soldi così a fondo perduto?

Quanti?

Forse l'unica strada è non fargli pagare le bollette elettriche sia per la casa che per l'auto, ma poi bisogna farlo anche con coloro che sostituiscono i diesel però poi siamo da capo....

Risposta
Moderator
(@devix)
Registrato: 4 annifa

Illustrious Member
Post: 6052

Lo premi semplicemente dando un incentivo paritario sia che rottami sia che non rottami.
Lo premi mantenendo o aumentando (o diminuendo) l'incentivo per le pdc o le batterie o il fotovoltaico non in base alla classe energetica, ma semplicemente perche' lo fai.

Non parlo di nulla di retroattivo, ci mancherebbe, ma mi da fastidio la disparita' di trattamento tra chi parte da una condizione pessima (per scelta) e chi invce ci ha magari investito. Passare da una classe G a una E (quindi bonus pieno) e' decisamente piu' facile che accedere alla classe A da una B.
Tutto qui.

Risposta
Post: 2155
Moderator
(@bonny85)
Noble Member
Registrato: 2 annifa

Io sono d’accordo con l’attuale concetto che in sostanza consiste in uno sconto proporzionale alle emissioni risparmiate al pianeta, poi sui singoli tecnicismi e paletti si puó sempre discutere.

Comunque l’attuale incentivo del 110% pare sia previsto se la casa cambia di almeno due classi energetiche quindi anche da A1 ad A3, mentre nel mio caso son già ad A2 quindi servirebbe arrivare ad A4. Quando sarà disponibile leggerò il testo definitivo.

Risposta
Pagina 1 / 3
Condividi: