Forum


Come funzionano i S...
 

Come funzionano i Supercharger ?  

Pagina 1 / 2

Post: 612
Registered
(@onlyev70)
Honorable Member
Registrato: 1 annofa

Vista la mia voglia di conoscienza, per non inzozzare THD a destra e a manca, faccio una riflessione e voi mi dite se vorrete, se e dove sbaglio affermando quanto segue. Grazie .

Credo di non sbagliare quando dico che la velocità anche in DC viene gestita tra la macchina e la colonnina, quindi modulata di conseguenza.

Quindi sempre se ho ben capito è possibile che le colonnine vengano programmate per erogare più o meno KW a prescindere da quale sia la loro massima portata, altrimenti perche ENEL eroga solo 50 Kw sulla EVA +, quando potrebbe tranquillamente erogarne 150 ?

Sempre che non abbia capito male, le cose sono due, o è possibile limitare la potenza di carica lato veicolo o lato colonnina, altimenti non avrebbe senso, caricherebbero tutti a 150 Kw.

Magari sono duro di testa, ma nel discorso :

"il problema non sussiste perchè in CC la corrente va direttamente alla batteria e in questo caso non dovrebbero esserci differenze tra US e EU."

Non mi torna, visto che comunque la capacità di carica viene modulata, immagino dall'elettronica della macchina o della colonnina. Da qui il mio ragionamento sulla normativa (Europea/Italiana) che regola lo Standard CCS .

12 Replies
3 Risposte
 Deen
Registered
(@deen)
Registrato: 10 mesifa

Trusted Member
Post: 81
Postato da: Deen

Non erogano 150 kW perché ci vuole anche una zona dov’è questa potenza sia disponibile... e non sono molte

 

Risposta
 Noos
Moderator
(@noos)
Registrato: 3 annifa

Famed Member
Post: 3043
Postato da: Deen
Postato da: Deen

Non erogano 150 kW perché ci vuole anche una zona dov’è questa potenza sia disponibile... e non sono molte

 

E qui è il bello, Tesla è ben attenta a posizionare il SuC in zone ben servite quindi state sereni.

Risposta
 Deen
Registered
(@deen)
Registrato: 10 mesifa

Trusted Member
Post: 81
Postato da: Noos
Postato da: Deen
Postato da: Deen

Non erogano 150 kW perché ci vuole anche una zona dov’è questa potenza sia disponibile... e non sono molte

 

E qui è il bello, Tesla è ben attenta a posizionare il SuC in zone ben servite quindi state sereni.

Ok, però Enel può installare anche nei posti più disparati... Perché 50 kW (o meglio 93, tenendo conto anche del connettore AC), si possono trovare anche in una piazzola di un piccolo comune... Per i Supercharger invece non è così

Risposta
Post: 3043
 Noos
Moderator
(@noos)
Famed Member
Registrato: 3 annifa

Il supercharger  tesla per ora ha una capacità di ricarica massima di 120kWh (per stallo)

Le Ms  e X hanno capacità di ricarica di 112 kWh o 115 (non ricordo più chi ne ha memoria mi corregga)

Questo non vuole dire che caricheranno sempre a 112 kWh ma solo in alcune condizioni che tengono conto di temperatura e percentuale di carica della batteria.....la capacità di carica sarà tanto più alta quanto più bassa sarà la pecentuale della batteria ( esistono dei limiti dati da una bassissima percentuale sotto il 5% o da estremi di temperatura troppo bassa o troppo alta).

Va da se che avremo una decrescita dell'assorbimento lato SuC  con l'aumentare della percentuale di carica della batteria, possiamo dire che al di sopra del 5% e fino al 50% le attuali Ms e X caricano sopra i 100kWh per diminuire proporzionalmente al di sopra.

 

Quindi per tenero d'occhi tutto questo ambaradan occorre che le due macchine (SuC e Vettura) possano "parlarsi" tutto questo avviene attraverso il connettore di ricarica.....saranno i controlli della vettura a dire al SuC quale potenza erogare.

Poi entrano in funzione altri fattori esterni che possono anche obbligate lo stallo SuC a dire alla macchina "più di tanto non posso dare".

Enel X: i 50 Kw sono il limite stabilito per ora da enel, non c'è nessuna convenzione, penso che sia una scelta tarata sulle vetture più diffuse Nissan e Renault.

Morale, hai azzeccato quasi tutto, nel caso di ENEL e dei vari distributori la scelta si basa sulla capacità batteria delle auto più diffuse......

Tieni anche presente che le più diffuse fino ad ora hanno, quando gli hanno, sistemi di controllo della temperatura batteria ridicoli.....otre a capacità non superiore a 40kWh......non avrebbe avuto senso avere sistemi di ricarica a elevata potenza e non poterli fruttare.

Risposta
Post: 702
 Man
Moderator
(@some)
Honorable Member
Registrato: 2 annifa

aggiungo alla puntuale e precisa descrizione di noos, vetture tesla con batterie più piccole caricano a meno potenza perchè la potenza massima di carica è determinata dal numero di celle presenti nel pacco che determina una tensione massima minore (video confronto ricarica tra modelli )

la vettura regola da sola la potenza assorbita in funzione delle condizioni della batteria, se ottimali a circa 20/25°  chiede ed ottiene tutto, se è più calda o più fredda chiede meno, tanto più quanto distante dall'ottimale.

lo standard adottato da enel è probabilmente dovuto alla tensione massima usata oggi dalle batterie delle vetture elettriche 400 v circa che moltiplicato per 125A circa di corrente massima negli attuali connettori (esempio chademo), fa appunto circa 50 kw o poco più.

i supercharger sono sempre serviti da una cabina di media tensione installata da tesla, lasciando libera la rete di bassa tensione (380v o 230v), solitamente sono cabine con celle dagli 800kw in su, un 12 stalli a memoria hanno una fornitura in media di 1.4 MW, quindi possono installare anche dove la bassa tensione ha poca disponibilità perchè non devono usare la distribuzione finale esistente.

OT: questo sarà un impegno notevole sui futuri aumenti di potenze annunciati perchè o aggiorneranno software per discriminare chi chiede o dovranno adeguare le cabine di media alle maggior potenze; ma questo è un altro discorso.

Risposta
Post: 3043
 Noos
Moderator
(@noos)
Famed Member
Registrato: 3 annifa

Ottima precisazione Man!!

Risposta
Post: 612
Registered
(@onlyev70)
Honorable Member
Registrato: 1 annofa

Ok, ora mi sono chiare molte più cose, grazie. Tra le quali il fatto che la corrnte in uscita dalla colonnina, è comunque negoziata tra questa e l'elettronica della macchina. a quello che mi dicevano in altro THD, il supercharger spara dentro a botta 120 Kw, e chi si è visto si è visto, dato che è in DC.

Quindi è ragionevole pensare che in caso di bisogno il SuC, possa lavorare tranquillamente a differenti capacità di ricaricarica negoziandole con la macchina.  Se Tesla volesse, potrebbe intervenire sul SuC, per bloccarlo ad una determinata potenza, è corretto ?

Grazie ancora.

Risposta
1 Risposta
Registered
(@luca-mande)
Registrato: 1 annofa

Estimable Member
Post: 201
Postato da: Onlyev70

Ok, ora mi sono chiare molte più cose, grazie. Tra le quali il fatto che la corrnte in uscita dalla colonnina, è comunque negoziata tra questa e l'elettronica della macchina. a quello che mi dicevano in altro THD, il supercharger spara dentro a botta 120 Kw, e chi si è visto si è visto, dato che è in DC.

Quindi è ragionevole pensare che in caso di bisogno il SuC, possa lavorare tranquillamente a differenti capacità di ricaricarica negoziandole con la macchina.  Se Tesla volesse, potrebbe intervenire sul SuC, per bloccarlo ad una determinata potenza, è corretto ?

Grazie ancora.

probabilmente fai riferimento a quello che ti ho scritto velocemente io, chiedo scusa ma sono stato tremendamente incompleto e quando dicevo che la corrente va direttamente alla batteria era per farti escludere il connettore che in teoria non dovrebbe essere il limite nel caso dello standard europeo perchè in ogni caso le batterie montate qui e in US sono uguali

mia culpa sorry

Risposta
Pagina 1 / 2
Share: