Forum


Impianto audio Ultr...
 
Notifiche
Cancella tutti

Impianto audio Ultra High Fidelity Sound  

Pagina 2 / 3
  RSS

(@divh)
Famed Member Admin
Registrato: 5 annifa
Post: 4708
20/08/2016 12:21 pm  
Posted by: Ste73

Posso dire la mia senza offendere nessuno? Avete orecchie così raffinate da definire Bose il peggio del peggio e parlar di Hz come se fossero noccioline e non criticate l'audio della Model S? LOL! 😉

La prossima volta che ci vediamo ti faccio sentire un live dei depeche mode in flac altissima qualità sulla mia poi potrai fare tutti i commenti che vuoi ... per me si sente molto bene il premium Smile


RispostaQuota
 Noos
(@noos)
Illustrious Member Moderator
Registrato: 5 annifa
Post: 5292
20/08/2016 6:14 pm  

Non sto criticando bose, dico solo che il tipo di suono che propone non fa per me!
Non si parla di orecchie fini ma di difficolta a riprodurre le frequenze basse e comunque sotto i 30Hz....... e sopratutto renderle udibili su una vettura in movimento senza doverli enfatizzare. In poche parole renderli il più naturali possibili!!!
Sul sistema della tesla non mi esprimo, non investirei mai in un impianto audio di un certo tipo su una vettura proprio per il mio concetto di ascolto.


RispostaQuota
(@lolli_)
Noble Member Friend
Registrato: 4 annifa
Post: 1600
24/04/2017 6:49 pm  

Riapro questa discussione mooolto discussa Smile
Detto che personalmente non sono un grande fan di Bose, il motivo è questo:
Quando ero ancora un nanerottolo, mio padre ascoltava la musica tramite un sistema di Bang & Olufsen, immagino che i grandi intenditori audiofili la conoscano e anche bene, però aveva una grande pecca, BeoMaster 7000 e BeoGram 7000 connessi ad un sistema 2.1 BOSE composto da due satelliti e un sub. Un peccato perchè le casse erano all'altezza del sistema. Alcuni anni fa abbiamo fatto un update del sistema high fidelity di casa, ma stavolta ho preso in mano la situazione. Risultato: impianto completo B&O: per coloro che sono del campo: impianto 3.1 combinato BeoVision Avant con coppia di BeoLab 9 (Sub del BV). qualità del suono incredibile, non ho mai sentito sound migliori che quelli firmati B&O.

Ma arriviamo all'automotive e a Tesla soprattutto, io ho sentito gli impianti "Bang & Olufsen 3D Advanced Sound System" montati su Audi, davvero spettacolari, qualcuno che li ha sentiti può dirmi se questo UHFS si avvicina a questo genere di sistema? oppure forse dovremmo fare un paragone con il sistema "base" che fa B&O su audi e altri modelli che comunque è ottimo anche quello, (per intenderci quello che montano su a3).

certo che poi Tesla come sempre fa le cose senza mettere un nome, una firma, Tesla vuole fare le cose per conto proprio, ma è stato ingegnerizzato da Tesla l'UHFS? oppure da terze parti?
spero che altri audiofili come me possano aiutarmi Smile
(che bello leggere di FLAC, lossless, la vera qualità audio! altro che quelli che scaricano le canzoni da Youtube... mp3 a 128kbps... terribili)


RispostaQuota
 Noos
(@noos)
Illustrious Member Moderator
Registrato: 5 annifa
Post: 5292
24/04/2017 8:35 pm  

Lolli parlare di hifi e come mettere d'accordo agnelli e lupi, ogniuno ascolta e interpreta con le sue orecchie....il rischio e di aventurarsi in un ginepraio dal quale non se ne esce più. Putroppo per l'hifi casalingo vale la regola del gira e ascolta, sulle auto la cosa si complicata. Indipendentemente dall'impianto sarebbe auspicabile un bel DRC adattivo..... 


RispostaQuota
(@iron67)
Estimable Member Owner
Registrato: 1 annofa
Post: 132
19/09/2019 10:25 pm  

Scusatemi ma non riesco a trattenere il mio istinto audiofilo nel commentare questo thread ancor prima di aver ascoltato personalmente questo sistema tanto decantato. Tra pochi giorni potrò farlo nella mia nuova M3.

Non metto in dubbio che tra gli equipaggiamenti di serie sia considerabile prestigioso, ma definirlo come da titolo mi sembra esagerato.

In rete si possono trovare foto degli altoparlanti. La qualità si commenta da sola: costruzione in plastica monoblocco (autocensura).

Vi propongo la lettura di un progetto svolto da un Teslaro  https://www.travisllado.com/2019/01/tesla-model-3-stereo-part-1-door.html

che riassume abbastanza bene cosa si intende per HiFi car ed i problemi affrontati su una Model 3.

Premetto, come molti già sanno, che l'HiFi car ha delle problematiche molto impattanti sull'ascolto stereofonico, enormemente più complesse di quello casalingo.

Diffrazioni, superfici riflettenti e risonanti, ascolto fuori asse, fasi acustiche disallineate che in un ambiente domestico possono essere controllati e mitigati. Insomma un disatro acustico a prescindere.

Negli anni si sono diffusi dispositivi digitali che grazie alla potenza di DSP hanno permesso di correggere la localizzazione delle sorgenti sonore tramite ritardi digitali ed equalizzare la risposta. Ulteriore sviluppo è stato concesso dal DRC (Digital Room Correction) in sistemi particolarmente evoluti.

Scusate l'ironia ma avete accennato ad alcuni marchi che detesto ricordare sia perchè sono quasi i peggiori, ma soprattutto perchè sono stati scelti solo sulla base della loro popolarità e con scopi meramente commerciali. In questo almeno la Tesla non ha osato tanto.

Inceve è cosa certa che dovrò abbandonare le mie velleità audiofile (in auto) con la demolizione della mia vecchia autovettura.

Vi era installato un vero, anche se non eccelso, sistema HiFi SQ: multiamplificato, altoparlanti pregiati in configurazione 3 vie + sub, trattamento acustico delle portiere, tweeter e midrange con volume dedicato in asse sul montante,  DSP.

Tutto ciò, e anche meno, non sarà più possibile su questi veicoli, sempre che non si sia disposti a perdere la garanzia della casa madre. Ma vista la mia natura non riuscirei a dare del "pazzo" a colui che osasse tanto.

l'auto elettrica avrebbe anche un vantaggio acustrico su quelle ICE ma una configurazione così blindata non consente quasi nulla.

Io mi auguro che Tesla apporti maggiore flessibilità sotto l'aspetto audio, che sarebbe possibile grazie alla potenza computazionale che l'auto dispone.

Implementare un DSP software parametrizzabile con controlli di livello, fase ed equalizzazione parametrica per ogni via sarebbe una manna dal cielo.

A quel punto si potrebbe pensare alla sostituzione degli autoparlanti con prodotti di qualità.

Oppure come opzione un'interfaccia per esporre i segnali digitali audio da inviare opportunamente a un DSP, prese di  alimentazione per amplificatori esterni,  e connessioni al cablaggio di serie degli altoparlanti.

Speriamo.

Questo post è stato modificato 1 annofa 3 tempo da Iron67

altair45, Matte e ModelSLover hanno apprezzato
RispostaQuota
(@bonny85)
Noble Member Moderator
Registrato: 2 annifa
Post: 2160
20/09/2019 8:44 am  

@iron67

Facci sapere cosa ne pensi dell'impianto della Model 3 Smile E cerca di non farti condizionare da quel "costruzione in plastica monoblocco" che hai letto.

Riguardo alle customizzazioni a cui aspireresti, ricordati che gli "smanettoni" come te sono abbondantemente meno dell'1% dei clienti Smile

Tesla Model 3 si confronta con la concorrenza nella propria fascia di prezzo, e sull'audio di serie non fa di certo una brutta figura, fidati Smile

Proprio al link che tu stesso hai messo, il tizio dice:

"In all honestly, the Tesla Model 3's premium stereo is the best factory stereo I've heard." Grin

Questo post è stato modificato 1 annofa da Bonny85

RispostaQuota
(@scanred_x)
Famed Member Moderator
Registrato: 5 annifa
Post: 4365
20/09/2019 9:43 am  

@iron67

premesso che modificare l'impianto audio è sempre possibile su tutte le auto, Tesla compresa...

sono anche io un audiofilo, parolone che significa tutto e niente, prendi almeno la parte seria che avendo studiato e suonato il pianoforte per una decina di anni (nella lontana gioventù) ho una estrema attenzione alle dinamiche e alla qualità del suono...

Resterai contento dell'impianto della Model 3, ben progettato e (relativamente a parametri medioalti) ben realizzato, come ben raccontato qui: https://www.teslarati.com/tesla-model-3-sound-system-secret/

Altri elementi da non sottovalutare:

- camera sonora "pulita", ossia assenza di rumori disturbanti, come il minimo del motore a combustione, come vibrazioni da cilindri non bilanciati, come sfrizionate in accelerazione e simili

- pulizia dei componenti: qui forse le opinioni rispettive sono diverse, ma io ai DSP invasivi e ai parametrici iperbanda, preferisco un percorso del suono il meno modificato e modificabile possibile, perché ogni passaggio altera l'originale. Ricorderai, se hai qualche annetto come me, che sui migliori impianti audiofili degli anni 80 e 90 c'era il tasto DIRECT che bypassava equalizzatori e quanto altro per porre DIRETTAMENTE fonte e ampli e casse... un suono diretto pulito, a mio modestissimo parere, è sempre meglio di impianti in cui alla fine dopo mille interpolazioni esce un suono non naturale e non ascoltabile nella realtà (e per realtà intendo ad esempio una normale sala da concerto e un ascoltatore con due orecchie, tutto qui)

Ma sulla musica i pareri sono mille e poi mille, come diceva Bonny ascolta con pazienza e senza pregiudizi per alcuni giorni e poi ci racconterai la tua diretta esperienza...

Scan

PS: nell'articolo citato,  Paul Maric, Senior Road Tester at CarAdvice.com stated on Twitter.

Questo post è stato modificato 1 annofa 2 tempo da scanred_x

RispostaQuota
(@iron67)
Estimable Member Owner
Registrato: 1 annofa
Post: 132
20/09/2019 10:43 am  

@scanred_x

Concordo con te su quasi tutti i punti ed aggiungo che le "magagne o pecche" acustiche andrebbero risolte alla fonte, e non tramite correzioni digitali. Ma l'abitacolo di un'auto è un caso eccezionale ed un intervento leggero e mirato su alcuni parametri è fondamentale. Per tutto il resto FLAT punto.

Io ho accennato al DRC per dovere di cronaca, ma non lo userei mai. E' inutile ostinarsi con interventi digitali sul suono per risolvere fenomeni acustici, peggio ancora se potessero essere mitigati alla radice.

In effetti spesso l'audiofilo dimentica (o ignora) la natura e la causa principe della sua "passione", ovvero la musica.

Che sulla Tesla si possa modificare il sistema audio senza rischiare di perdere la garanzia della casa madre non ne sarei tanto certo. Ho googlato un bel pò, ed escludendo le sostituzioni dei woofer anteriori, ho trovato solo due casi significativi.


RispostaQuota
(@nando)
Active Member Registered
Registrato: 1 annofa
Post: 15
20/09/2019 5:04 pm  

@divh

di quale concerto stai parlando?


RispostaQuota
(@divh)
Famed Member Admin
Registrato: 5 annifa
Post: 4708
20/09/2019 6:59 pm  

@nando

OMG ... post di 3 anni fa ... devo andare a guardare la mia flaccoteca 🙂 ... stay tuuuuuned!!


RispostaQuota
(@divh)
Famed Member Admin
Registrato: 5 annifa
Post: 4708
20/09/2019 7:26 pm  

trovato ... 2014 Berlino ... che bei ricordi ... io c'ero!


RispostaQuota
(@sanesienrico)
Estimable Member Registered
Registrato: 1 annofa
Post: 116
22/09/2019 9:37 am  

Dopo aver letto ed imparato un sacco di cose dai vostri threads, mi domando , la qualità degli  speakers di una Mx/S Performance e quindi di tutto l'impianto  , e' la stessa , delle altre MX/S o M3 ,oppure suona meglio  , visto che detto da loro ha un upgrade nelle dotazioni ? 


RispostaQuota
(@iron67)
Estimable Member Owner
Registrato: 1 annofa
Post: 132
25/09/2019 3:24 pm  

Ritirata ieri la M3. L'auto è spettacolare, ma questo già lo sapete. Ma arriviamo al punto sul suono, non del motore, ma riprodotto dal sistema audio.

Considerate le mie critiche tenendo presente che ho esigenze ben sopra la media, e quindi saranno inevitabilmente più severe e condizionate dalla breve sessione di ascolto.

Ho settato il bilanciamento posizionando il punto d'ascolto virtuale tutto sul fronte anteriore e spostato quanto basta a destra per avere un'immagine apparentemente più realistica e distribuita (lato guida). Impostazioni ambientali su off.

la sensazione è che non sia stata implementata nessuna correzione temporale delle sorgenti sonore, ma soltanto uno sbilanciamento d'intensità L/R.

Tutto ciò altera ovviamente il palcoscenico sonoro, ed è grave se si pensa che la correzione temporale c'è da almeno 15 anni e si fa a costo quasi nullo.

La gamma bassa è enfattizzata con una buona estensione, ma purtroppo il sub non riempe l'estremo inferiore a sufficienza.

La gamma media risente delle riflessioni del lunotto e della dispersione fuori asse. Nella gamma medio/alta sembra esserci un bel vuoto (non credo solo a causa della reciproca cancellazione dell'emissione diretta e riflessa).

La gamma alta e ben presente, grazie al posizionamento tipico (triangolo specchietti) ed orientamento  con un picco all'estremità alta.

I tweeter ambientali non li avverto (probabilmente per il setting), meglio così, avrebbero solo che deteriorato e confuso ulteriormente l'immagine.

Putroppo quà manca, come accennato in uno dei miei post precedenti, un DSP anche basico. Sad


RispostaQuota
(@bonny85)
Noble Member Moderator
Registrato: 2 annifa
Post: 2160
25/09/2019 4:29 pm  

Ah però se non ti piace l'impianto audio della Model 3 devi essere proprio esigente. I buchi nella gamma medio/alta comunque dalle rilevazioni degli strumenti non ci sono proprio. Sulla gamma ultra-bassa si, ma c'è da aspettarselo viste le dimensioni ridotte del sub.


RispostaQuota
(@iron67)
Estimable Member Owner
Registrato: 1 annofa
Post: 132
25/09/2019 4:50 pm  

@bonny85 io devo ancora trovare delle misurazioni con sonda professionale e spettografo. Alcuni test li hanno fatti con la capsula dell'iPhone...no comment.

Senza considerare che la risposta in frequenza fatta in un ambiente riflettente come un'autovettura è estremamente irregolare e dice poco o niente.

Per ora io mi fido del mio vecchio e buon orecchio.


RispostaQuota
Pagina 2 / 3
Condividi: