Forum


Stima costi/conveni...
 

Stima costi/convenienza rispetto diesel  

Pagina 1 / 5

Post: 38
Registered
(@lessandro)
Eminent Member
Registrato: 1 mesefa

Salve, spero questa volta di aver azzeccato la sezione giusta del forum 😅

 

Per lavoro+svago faccio almeno 20/25.000 (15.000 x lavoro e il restante di svago).

 

Attualmente ho un diesel 1.6 136cv che consuma il giusto e ha ottime prestazioni (ha una media di 17/18km/l). Avendo un serbatoio di 45 litri (ma ce ne stanno anche 48...), con un pieno riesco a farci tranquillamente 700km (da pieno a quando si accende la spia della riserva).

 

Mi domando: Ogni mese faccio circa 2.000km, quindi sono 3 pieni. Questi 3 pieni mi vengono a costare di media 65€ l'uno =  195€, arrotondiamo a 200€. 

 

Ho letto che per 1kw da Supercharger costa 0.25cent, quindi per fare un "pieno" ad una M3 LR verrebbe 0.25x75 = 18.75€.

 

Fin qui ci siamo, però mi chiedo: Quanto è l'autonomia REALE di una M3 LR? Tenete conto che faccio 60km al giorno per andare/tornare da lavoro, ma tre quarti sono di autostrada (con il classico traffico mattutino e serale 8/18), quindi raramente 130km/h fissi ma anzi, abbastanza traffico. 

 

Se per ogni ricarica 0/100% facessi 350km, mi servirebbero quasi 6 ricariche. 18.75€ x 6 = 112.5€ al mese per fare 2000km, giusto? 😅

 

In quanto tempo ammortizzerei la spesa di 60.000€ rispetto ad un'auto a gasolio che ne è costata 24.000€? Ma soprattutto i tagliandi/manutenzione/bolli ecc, come funzionano per le M3?

 

Attualmente spendo 270€ di bollo e circa 600€ di assicurazione per RCA (+400€ per furto incendio atti vandalici ecc). 

 

Dopo magari continuo a dare più informazioni, ma sono di fretta. 

 

Secondo voi è fattibile? 😅 

 

P. S. Ho un garage ma sto in un condominio, quindi niente fotovoltaico... 

57 Replies
Post: 247
Registered
(@berpaniz)
Estimable Member
Registrato: 1 annofa

Il fotovoltaico non è indispensabile cambia poco, già 25c/kWh è un prezzo sufficientemente basso per risparmiare, con il fotovoltaico arriveresti allo stesso prezzo con cui lo scambio sul posto remunera l'energia che altrimenti verrebbe ceduta in rete credo circa 10c/kWh, ma appunto non è indispensabile, cambia poco. E poi l'auto dovrebbe essere collegata di giorno quando c'è il sole, se la colleghi di notte il fotovoltaico non cambia niente.

Beh se 'è traffico ancora meglio, le auto elettriche consumano ancora meno, il vero avversario delle auto elettriche è l'attrito aereodinamico che cresce con il quadrato della velocità.Mentre di vantaggio hanno la frenata rigenerativa.

Nei conteggi secondo me non hai ancora considerato anche le seguenti due voci:

1) Bollo e super bollo , 2,58€/kw fino ai 100kW, poi 3 e rotti per quelli sopra i 100kW, il confronto lo devi fare con una auto di pari prestazioni per esempio un Audi A5 TD 3.0, vedi un po tu cosa pagheresti di bollo

2) La svalutazione è più bassa, per esempio le Model S dopo 5 anni, l'unico modello in cui c'è uno storico sufficiente per un'analisi, sono svalutate del 50%, ma un A5 TD 3.0 anche del 75%

Per motivi di praticità è indispensabile che nel box tu possa mettere sotto carica l'auto di notte.

Poi si parla comunque di auto costose per le quali ci vuole una capienza reddituale sufficiente, ma questo al di là dell'elettrico o no

 

Risposta
1 Risposta
 Noos
Moderator
(@noos)
Registrato: 3 annifa

Famed Member
Post: 3367

@berpaniz

il vero avversario delle auto elettriche è l'attrito aereodinamico che cresce con il quadrato della velocità.

Ma vale anche per le ICE........

 

Risposta
Post: 327
Owner
(@pasquale)
Reputable Member
Registrato: 2 annifa

Ciao @lessandro benvenuto!

Innanzitutto oltre al risparmio spero che la tua scelta sia dettata anche da motivi etici. Siamo in piena crisi climatica globale ed un cambio di direzione è fondamentale !!! Con Tesla non acquisti solo una semplice auto ma uno stile di vita ;-).

A primo impatto il costo di un auto elettrica di pari categoria paragonata ad un auto con motore inquinante sembra folle. Ma come spesso accade nella vita non bisogna mai fermarsi alle apparenze. E' una decisione  fondamentale per il nostro pianeta 🤓 

Analizzando meglio e facendosi due calcoli l'ago della bilancia propende per l'auto elettrica facendo risparmiare tanti soldi o nel peggiore dei casi spendendo la stessa cifra di auto inquinante ma alleggerendo l'impronta ecologica.

In Italia il Governo ha stanziato un incentivo (ecobonus) fino a 6000 Euro per chi rottama la sua vecchia "stufa" ed acquista un veicolo elettrico.  In alcune regioni sono previsti dei contributi cumulabili con l'incentivo nazionale. Inoltre le auto elettriche sono esenti da bollo (in alcune regioni solo per i primi 5 anni poi il costo è pari ad 1/4 in confronto ad un veicolo di pari categoria ma inquinante) e la manutenzione è ridotta al minimo perché non ci sono cambi d'olio, filtro, candele, cinghie, frizioni etc.

Le assicurazioni prevedono tariffe RCA per  veicoli elettrici davvero convenienti. Il risparmio stimato è di circa 500 Euro all'anno nel mio caso.  Le moderne tecnologie hanno reso i motori elettrici affidabilissimi e ci sono testimonianze in America di clienti Tesla che hanno all'attivo quasi 900.000 Km senza alcun tipo di problema.

La nostra scelta oggi sicuramente accelererà il passo alle aziende automobilistiche che inizieranno a produrre dei modelli ottenendo economie di scala e sicuramente prezzi migliori per tutti.

Con la mia vecchia Peugeot 207 1.6 diesel (percorrenza media 20.000 Km all'anno) in 8 anni tra costo iniziale dell'auto nuova , carburante, manutenzioni, assicurazioni ho speso circa 58.000 Euro. 😉

Felicissimo di guidare una Model 3 LR (autonomia reale 450/500 Km). Per 4 mesi vivo in condominio senza wall charger. La ricomprerei altre mille volte 😉

Risposta
Post: 652
Registered
(@zizio82)
Honorable Member
Registrato: 6 mesifa

Diciamo che non parti con il piede corretto. Se vai a fare il paragone tra, faccio l'esempio, una Panda e una Classe C AMG ovvio che ottieni cifre profondamente diverse.

E questo è l'esatto caso... non puoi fare i paragoni con la tua auto a gasolio ma devi prendere un'auto di pari performance. Tutto è rapportato su questi raffronti anche sull'assicurazione: se ricordo bene mi pare che sei di zona Milano (dipende comunque tanto dalle zone) ma sei sempre intorno ai 1000 euro di assicurazione se sei in classe 1. Il bollo è gratis per ora e sicuramente per i prossimi 5 anni. Le manutenzioni non sono previste quindi hanno costo 0.

Come ha detto giustamente @pasquale scegliere una elettrica in questo momento è un risparmio a lungo termine ma soprattutto una scelta di vita e per il futuro del nostro pianeta.

Per i costi dell'elettricità i fattori sono tanti e variano molto sulle abitudini delle persone: ho già fatto il mio esempio in un altro post sulla base delle priorità che metto ai servizi.

- Io ho il box senza la corrente quindi in questo momento non posso ricaricarla a casa. Tendenzialmente quando in futuro verrà fatto l'allacciamento cercherò un'offerta che mi permetterà di pagare il kW il meno possibile (tendenzialmente ho visto 0,06 kW senza tasse ma qui altri sono + ferrati di me).

- Poi in ordine di importanza la tessera A2A da privato che mi permette con 60 euro di ricaricare quanto voglio su tutte le colonnine A2A di Milano, Bergamo, Brescia e Cremona (in espansione). Sono fortunato e ne ho una dentro al Politecnico di Milano.

- Le colonnine del Gigante a Bresso, del Centro ad Arese oppure l'Ikea.

- I supercharger soprattutto per i viaggi oppure se vado all'estero mi adopero con la miriade di colonnine gratuite che posso trovare con le varie app. Avevo fatto un post con un viaggio a Berlino per un totale di 3.000 km con praticamente 7 euro e 50.

- Enel-X che è l'ultima spiaggia visto il costo molto elevato che hanno.

 

Questo diciamo il quadro generale. Però ribadisco fare i conti con la tua auto attuale non ha molto senso...

Risposta
Post: 38
Registered
(@lessandro)
Eminent Member
Registrato: 1 mesefa

Intanto grazie per le risposte, davvero veloci e gentili.

 

Il punto che cerco di capire è: Ok il discorso ambientalista, non si inquina (anche se poi si è visto che nel ciclo di vita dell'auto da quando viene prodotta, costruzione delle batterie e smaltimento ecc poi inquina di più, ma vabbè) ma effettivamente QUANTO posso risparmiare io, con il mio utilizzo?

 

Casomai stasera posso fare un file excel e lo condivido su drive et simili con tutte le spese e future manutenzioni ecc, ma ho già notato che in due anni con la mia 136cv diesel ho speso quasi 3.600€ di diesel per fare 47.000km in due anni!! 

 

Con la M3 solo di "carburante" per fare 400km spenderei 18.75€, quindi in totale per fare 48.000km spenderei circa 2.250€ per fare gli stessi km. In 10 anni sarebbero 11.250€ di ricariche vs 18.000€ di diesel (se i prezzi rimangono così). Sbaglio qualcosa...?

 

P.S. Sono della zona di Prato/Firenze. 🙂 

Risposta
2 Risposte
Moderator
(@cronos)
Registrato: 3 annifa

Noble Member
Post: 1627

@lessandro

Il discorso dell'inquinamento è la favoletta della buona notte che si sono inventati i produttori di diesel e chi vuole vendere il carburante, è vero che un pacco batterie richiede un po' di lavorazione, ma presuppore quell'inquinamento è assurdo ed è chiaramente una stima fatta da chi non ha idea di quello che sta facendo anche perchè presuppone percentuali di materiali che non sono affatto attuali, nemmeno lontnamente, ma posto che sia così ( e non è, ma posto che lo sia ), i componenti poi verrebbero riciclati e l'inquinamento praticamente azzerato ( e sarebbe inquinamento solo di CO2, cosa che tutti si dimenticano.. nel diesel non è affatto così, ci sono le polveri sottili, nox etc tutte cose che fanno benissimo alla salute ), noterai che in tutti questi fantomatici confronti viene considerato come un elettrico inquini in virtù del fatto che l'energia venga prodotta da centrali a carbone, studi che stranamente parlano di mix energetici del 2012 o giu di lì che stranamente non sono più attuali, e stranamente, viene considerato che il diesel compaia per magia nell'auto, quindi non viene affatto trasportato ( magari da una nave che non inquina affatto come.. beh come una petroliera.. puoi immaginare.. a cosa vanno.. ), che il processo di estrazione viene fatto con pompe.. diesel? che non inquinano chiaro, che non venga raffinato usando una valanga di energia,  prodotta.. beh immagino da pannelli fotovoltaici a questo punto,le fiamme che vediamo vicino alle raffinerie sono effetti scenografici a led, questo diesel/benzina non viene mai trasportata da camion, che non inquinano affatto in virtù del fatto che il carburante è molto leggero da trasportare e quindi si usa poco.. diesel ( tanto per variare ) per farlo, il tutto a impatto ambientale 0, sei ancora convinto che "siano più o meno la stessa cosa" ?

 

Per il pieno invece dipende da quanto ti costa l'energia, tieni conto che esistono tariffle flat, dipende quanti supercharger fai etc, ma in genere si spende meno dei 18,75€, perchè più consumi meno vengono a costarti le quote fisse, mi meraviglia piuttosto che tu spenda così poco in carburante, come l'hai calcolato? usando il "consumo di targa" o qualche dato reale?

Hai comunque appena calcolato un risparmio di 7750€/biennio, non è proprio una cifra irrilevante

a questa aggiungi il risparmio in manutenzione, il bollo auto, moltiplica per almeno 5 anni di possesso.. vedrai che la differenza è notevole a fine conteggio, anche considerando un costo dell'energia così alto ( ed è alto )

Risposta
Owner
(@armywil)
Registrato: 8 mesifa

Trusted Member
Post: 81

@cronos

Complimenti hai sintetizzato al meglio quello che non riesco a far capire a tante persone; una certa stampa e alcuni social cazzari partono da dati che nel migliore delle ipotesi sono datati, molto più spesso manipolati, per spacciare favole inquinanti....

Risposta
Pagina 1 / 5
Share: