Forum


COME CARICARE LA TE...
 

[In evidenza] COME CARICARE LA TESLA  

Pagina 35 / 36

Post: 135
Owner
(@chris1)
Estimable Member
Registrato: 11 mesifa

Complimenti per il post, è veramente esaustivo per neofiti e non. Bravo Pepe. 😉 

Risposta
Post: 135
Owner
(@chris1)
Estimable Member
Registrato: 11 mesifa

... faccio ora i complimenti perchè non avevo ancora visto la prima pagina del post che consiglio di leggere attentamente, in particolare ai nuovi owners.

Risposta
Post: 231
Owner
(@krouebi)
Estimable Member
Registrato: 3 annifa

Eureka!

Finalmente, dopo quasi tre anni di "provvisorio eterno":

ho messo mano al progetto senza aspettare il nostro elettricista, e adesso è finito il caos di Schuko + tri-presa + misuratore di energia + TMC1.

3½ ore di lavoro (principalmente perché controllavo TUTTO tre volte !) e purtroppo un concerto locale mancato, ma al momento di andare c'erano un po' troppi cavi nudi dappertutto.....

Il portaspina comprato per 26 EUR due anni fa su Amazon si era nascosto troppo bene, ma per caso la spina si inserisce molto comodamente sotto la scaffalatura murale quando no è in uso.

L'altezza del cavo lungo il muro è scelta a posto - nel caso di un'apertura di porta un po' brusca (oltre il limite imposto per il sensore) la porta non rischia più toccare direttamente il muro - e il cavo viene prossimamente protetto da una guaina in gomma schiumata 😉 !

Costi:
UMC1 usato: 300 EUR;
Presa murale: 19 EUR;
Contatore: 38 EUR;
Ganci x cavo: 10 EUR.

Come la Tesla vorebbe tirare 16A, che con 230 V sono 3,7 kW (dunque troppo per una installazione "Standard") ho impostato un limite di 14A e funziona finora benissimo.

Mettere un TWC o altro wallbox avrebbe costato vicino a 1.000 EUR, senza nessun valore aggiunto.

Risposta
5 Risposte
Owner
(@bonny85)
Registrato: 6 mesifa

Prominent Member
Post: 886

Io UMC 1 fornito con la vettura, completo di adattatore 32A monofase. Carico a 32A senza problemi (6KW di fotovoltaico+3KW erogati dal powerwall 1+ eventuali altri 6,6 KW prelevabili dalla rete).

Installato presa CEE da 32A collegata direttamente al contatore e con cavo di 5 metri. Costo totale 90 euro compresa manodopera 😄

Risposta
Owner
(@thedream)
Registrato: 2 annifa

Noble Member
Post: 1047

Bene, bravo. Odissea finita.. a lieto fine. 😉 

Risposta
Owner
(@krouebi)
Registrato: 3 annifa

Estimable Member
Post: 231

@thedream:

purtroppo, l'odissea NON è ancora finita....

Gli 14A impostati causavano un po' di problemi, dunque abbassati a 13A (quello che "tirava" senza problemi la vecchia installazione Schuko), ancora problemi -> sopralluogo elettricista (non quello citato sopra, ma del condominio), misure su misure, e infatti anche con 13A, caricando la Tesla + congelatore in un box vicino + luci garage + cancello motorizzato che si apre = sovracarica della installazione 3kW.

Adesso regolato a 12A funziona, ma ho chiesto un preventivo per montare un fusibile/salvavita "a monte" del quadro generale, e da lì partire con un cavo "pulito" (senza connessioni a morsetto) di sezione 3 x 4 mm² verso il nostro box. E tanto che ci siamo magari far mettere 5 x 4 mm² in previsione di passare al trifase in un momento futuro - la differenza nel prezzo del cavo è minimo e così si evita di ripetere il lavoro.

Risposta
Owner
(@thedream)
Registrato: 2 annifa

Noble Member
Post: 1047

@krouebi

Grazie per le informazioni. Chiaramente avendo l'auto che carica (13A continui) e aggiungendo aleatoriamente congelatore, luci e cancello.. se si collegano tutti insieme allo stesso momento salta tutto! 

La soluzione di tirare un cavo 5x 4mm2 é sicuramente la migliore, anche in previsione di optare un domani per un abbonamento trifase. Al momento lo puoi usare monofase a 12-13 A con suo salvavita specifico e non dovrebbe causare problemi. Ma già che ci sei, non ti conviene optare subito per la trifase specifica per l'auto? Così installi direttamente il salvavita e fusibile da 3x16A e carichi a 3x16A (11kW) e... Tutti bene grazie! (Cit. TeslaTaxiModena)

Risposta
Owner
(@bonny85)
Registrato: 6 mesifa

Prominent Member
Post: 886

@thedream

Io farò appunto installare il trifase per poter caricare da casa fino a 11 KW e utilizzare in questo modo molto meno i Supercharger. C'è da dire che a casa ho tutto elettrico: boiler, fornelli a induzione, forno, condizionatori per caldo/freddo, ecc.

Ognuno si deve fare due conti sulla base del proprio utilizzo.

Io fortunatamente ho avuto in dotazione l'UMC 1 che ha l'adattatore trifase (opzionale, acquistabile a 110 euro). Normalmente le Model 3 hanno l'UMC 2 che carica solo in monofase (3,7kw con l'adattatore in dotazione o 7,4 kw con adattatore opzionale).

Risposta
Post: 151
Registered
(@crow78)
Estimable Member
Registrato: 6 mesifa

Finalmente mi hanno mandato il VIN ed oggi ho pagato l’anticipo. Il 6 agosto ritiro l’auto è già a Milano. Ho acquistato il Wall Connector ed ho deciso di tirare una nuova linea direttamente dal contatore e dedicata solo all’auto. Doterò la linea di interruttore magnetotermico e di differenziale (salvavita) ma sinceramente quello che ho visto qui da 360€ mi sembra un po’ alto come prezzo e non capisco se va bene anche per un impianto monofase. Quale differenziale sarebbe adatto? Seguendo il consiglio dato prima su differenziale RCD credo che questo per un impianto monofase come il mio vada bene ( https://docs-emea.rs-online.com/webdocs/1272/0900766b81272705.pdf)  Inoltre monterò anche un fusibile sulla fase. Ho pensato di predisporre l’impianto come un monofase da 32 A anche se ora mi limiterò ai 16 A dato che mi attaccherò al contatore che ho che è da 4,5kW. Il mio elettricista mi ha detto che attaccandoci solo la macchina posso passare cavi da 6 mmq di sezione. Risulta anche a voi? In pratica faccio tutto come per avere i 32 A ma poi setto il Wall Connector a 16A. Tutto ok secondo voi?

Risposta
7 Risposte
Owner
(@thedream)
Registrato: 2 annifa

Noble Member
Post: 1047

@crow78

Per i 16A monofase (li ho visti fino a 20A max) esistono dei fusibili magneto-termici combinati con salvavita (FI-LS) che costano meno di 100€. Vedi per esempio qui. Oggi, con il contatore attuale da 4.5 kW potrebbe essere la soluzione migliore e meno dispendiosa.

Se però intendi poi passare a 32A in tempi brevi forse ti conviene già mettere un salvavita separato a monte (anche da 40A, importante la protezione FI che non deve superare i 30 mA), poi un normale fusibile magnetotermico da 16A (sostituendolo in seguito con uno da 32A) a protezione della linea che va al wall-charger. Quest'ultimo lo "setti" su 16A (32A in seguito) e sei a posto.

Risposta
Registered
(@crow78)
Registrato: 6 mesifa

Estimable Member
Post: 151

@thedream

Per fusibile magneto termico intendi un interruttore no il fusibile con porta fusibile giusto?

Risposta
Owner
(@thedream)
Registrato: 2 annifa

Noble Member
Post: 1047

@crow78

Esatto, vedi link

Risposta
Registered
(@crow78)
Registrato: 6 mesifa

Estimable Member
Post: 151

@thedream

quale link?

Risposta
Owner
(@thedream)
Registrato: 2 annifa

Noble Member
Post: 1047

@crow78

Questo:

Risposta
Owner
(@krouebi)
Registrato: 3 annifa

Estimable Member
Post: 231

Ciao,

link corretto:

https://docs-emea.rs-online.com/webdocs/1272/0900766b81272705.pdf

Risposta
Registered
(@crow78)
Registrato: 6 mesifa

Estimable Member
Post: 151

@krouebi

Schneider Electric a9d33640 Interruttore differenziale IDPN N Vigi, 1P + N, 40 A, 30 mA classe si

questo mi sembra adatto non credi?

Risposta
Post: 151
Registered
(@crow78)
Estimable Member
Registrato: 6 mesifa

Ok. Per il differenziale metterei subito quello che ho linkato da 32 A che è pure RCD. Che ne pensi??

mi confermate anche che 6mmq di sezione bastano?

Risposta
10 Risposte
Owner
(@krouebi)
Registrato: 3 annifa

Estimable Member
Post: 231

Ciao,

di quello che leggo - da anni - sul forum tedesco TFF, ci vuole quello caro (il "Doepke") per motivi di sicurezza.

Questo non secondo qualche oscura norma tedesca, ma secondo le norme che sono validi in tutt'Europa, questo però evidentemente (essendo tedeschi) per installazioni trifase, che è la norma in molti Paesi.

Se quello linkato da te potrebbe andare bene per una installazione monofase in Italia davvero non so dirti - e forse sono anche gli tedeschi ad essere troppo cauti.

E comunque, sempre secondo gli stessi fonti "TFF", l'UMC (sia mono- come trifase) ha già integrato questo tipo di protezione - per lo quale sono un "pro-UMC" abbastanza convinto, anche se il TWC certamente fa molto più "figo" 😉 !

Risposta
Registered
(@matte)
Registrato: 4 mesifa

Trusted Member
Post: 52

@krouebi

Sto Doepke è solo una marca e mi puzza di sponsor 🤣 cioè mica c'è solo quello, basta che metto una protezione adeguata alle normative

Risposta
Registered
(@matte)
Registrato: 4 mesifa

Trusted Member
Post: 52

@crow78

Io fossi al tuo posto metterei un unico interruttore magnetotermico differenziale da 32A (tipo questo) i cavi da 6mmq van bene se non devi fare tratte molto lunghe, se riesci metti il 10mmq che aumenti ancora di più l'efficienza 😏 

Magari posta le distanze contatore-TWC, e magari considera se vuoi mettere un contatore dedicato per la ricarica dell'auto

Risposta
Owner
(@elmotorista)
Registrato: 7 mesifa

Reputable Member
Post: 260

@matte

condivido!

@Crow78 almeno, qui in svizzera basta e avanza proprio quello li (Fonte: Zio  maestro elettricista)

Risposta
Registered
(@crow78)
Registrato: 6 mesifa

Estimable Member
Post: 151

@matte

distanza attorno i 20mt e probabilmente vorrò mettere un contatore dedicato

Risposta
Registered
(@matte)
Registrato: 4 mesifa

Trusted Member
Post: 52

@crow78

20mt son pochi il 6mmq basta, per il contatore di energia bastano poche decine di € e lo spazio nel quadro 😉 

Risposta
Registered
(@crow78)
Registrato: 6 mesifa

Estimable Member
Post: 151

Scusa se abuso di te ma questo mi sembra più che buono e con RCD

Schneider Electric a9d33640 Interruttore differenziale IDPN N Vigi, 1P + N, 40 A, 30 mA classe si

Risposta
Registered
(@matte)
Registrato: 4 mesifa

Trusted Member
Post: 52

@crow78

E' migliore perchè ha 40A di corrente nominale, ed è su amazon a un prezzo invitante, ma la portata degli interruttori (la corrente nominale della protezione termica, che se superata fa scattare l'interruttore) viene coordinata con la sezione del cavo in modo da non superare mai la massima corrente tollerata dai cavi senza andare a fuoco.

Ora nel tuo caso se metti il 40A, il contatore enel ti stacca se superi i 6 kW, però se un giorno aumenti la potenza ti tocca cambiare i cavi o metti un 32A al posto del 40A

Risposta
Registered
(@crow78)
Registrato: 6 mesifa

Estimable Member
Post: 151

@matte

quindi alla fine facendo l'impianto a 6mmq mi conviene prendere lo stesso modello ma a 32A ho capito bene?

cioè questo:

Schneider Electric a9d33632 Interruttore differenziale IDPN N Vigi, 1P + N, 32 A, 30 mA classe si

 
 

 

Risposta
Registered
(@matte)
Registrato: 4 mesifa

Trusted Member
Post: 52

@crow78

Sì 👍 

Risposta
Pagina 35 / 36
Share: