Forum


Parlare con i fossi...
 
Notifiche
Cancella tutti

Parlare con i fossili  

Pagina 7 / 12

Post: 2168
Moderator
(@teslateo)
Noble Member
Registrato: 4 annifa

Grazie ragazzi sono veramente soddisfatto di questa discussione... ora sarebbe bello sviluppare tutti i punti abbozzati,per poi alla fine appunto Fare una sintesi un breviario un articolo
Sono proprio felice dell'onestà intellettuale di tutti, Fafifugno in testa. Con simpatia segnalo che anche lui ci ha postato un link ad altra discussione in cui lui stesso chiama la sua auto "la triceratopa".

Risposta
Post: 1236
Moderator
(@alexxx)
Noble Member
Registrato: 3 annifa

Bellissima iniziativa questo "vademecum della mobilità elettrica".
Io da fossile in attesa di Model 3 posso contribuire poco alla causa, ma se posso permettermi un consiglio dedicherei un ampio capitolo per affrontare forse il più grande tabù della mobilità elettrica, ovvero l'autonomia.
Anch'io avevo/ho questa remora, ma leggendo le vostre esperienze mi sto rendendo conto sempre di più che è un falso problema.
Eppure posso assicurare che quando mi capita di discutere con amici, conoscenti, colleghi, quello dell'autonomia è assolutamente lo scoglio più difficile da superare.
Riporto un dialogo che ho avuto ieri con un mio collega (peraltro giovane, istruito e di mentalità aperta).
"Io non prenderei mai un'auto elettrica."
"Perché no? Costa troppo?"
"Sì costa un botto, ma soprattutto perché dovrei spendere un capitale per un'auto che ogni 200 km mi costringe ad una sosta di ore?"
"Guarda, non sono informatissimo ma secondo me con la Model 3 hai un'autonomia di 300-350 km, e se ricarichi ai supercharger in mezz'oretta hai fatto tutto. Oppure ricarichi a casa e azzeri i tempi di attesa."
"Ho capito, ma io non voglio salire in macchina ogni giorno col patema di dover ricaricare."
"Ma quale patema! Per i viaggi di tutti i giorni, casa-ufficio-casa, ti basta e avanza la ricarica notturna in garage; quando invece devi fare il viaggio lungo ti organizzi, ci sono app che ti indicano i punti di ricarica più vicini."
"No guarda, quella volta che porto la famiglia al mare mi girerebbero le balle a dovermi fermare un'ora a pochi km dalla meta. E' un'ora di spiaggia in meno!"
"Miiiii ma sei de coccio proprio! Basta, io mi arrendo. Adesso ti do il numero di Scanred così ti spiega lui cosa vuol dire andare in giro con un'auto elettrica!"

(Tranquillo Scan, l'ultima frase è inventata 😉 )

Risposta
Post: 622
Registered
(@fafifugno)
Honorable Member
Registrato: 5 annifa

@Alexx: in realtà non è l'autonomia il loro "terrore", ma i tempi di ricarica.
E in parte posso anche capirli: come ha detto appunto il tuo collega se con l'elettrica deve stare fermo 1 ora a caricare vorrà dire che potrà fare 1 ora in meno al mare (visto che con la termica se anche dovesse ritrovarsi a secco in molto meno di 1 ora può rifare il pieno).
Io, più che altro, di solito la metto giù della serie "i confronti si fanno a parità di fattori: guarda qui quale è la densità energetica di benzina/gasolio e di una batteria al litio, e prova a farti due conti sul numero di litri di benzina/gasolio che contengono la stessa quantità di energia di una batteria da, per dire, 100 kWh. Ecco, quanti km fai con quei litri di carburante ?".
La risposta è ovviamente "molti meno rispetto all'elettrica", però resta il problema che la batteria da 100 kWh ci metti più di 1 ora a caricarla, buttar dentro qualche litro di benzina/gasolio è una operazione praticamente istantanea.
Altro problema: i 100 kWh di cui sopra ci metti poco più di un ora a caricarli se sei collegato ad un supercharger: se ti colleghi a colonnine/prese meno veloci ci metti varie ore. Oltretutto le colonnine son meno diffuse rispetto ai distributori di carburante, anche se di solito replico con "esattamente la stessa cosa che capitava, agli inizi del '900, con i distributori di carburante: finchè la tecnologia non si diffonde è ovvio che neanche le colonnine si diffondano. Tieni poi presente che, in pratica, le elettriche esistono da una ventina di anni, le termiche da più di un secolo: dai tempo al tempo...".

Andrebbe anche fatto notare (ci ho provato molte volte, ma sempre inutilmente) che nel normale utilizzo quotidiano non serve caricare tutta la batteria: basta caricare qualche km in più (metti che devi far una deviazione, trovi la colonnina occupata, vai di fretta, trovi coda o che_ne_so_boh) rispetto a quelli che si devono realmente percorrere: purtroppo la gente è abituata a ragionare della serie "faccio il pieno di carburante e poi fino a quando non mi ritrovo ad andare in giro con i vapori non mi fermo a rifornire". L'eventualità "mi fermo a far benzina anche se non sono in riserva" non è minimamente contemplata, e quindi di conseguenza quando ipotizzano uno scenario in cui si trovino al volante di una elettrica ragionano della serie "carico al 100% e poi finchè non arrivo allo 0% non ricarico". Peraltro cerco sempre di far notare che anche sfruttare la batteria fino allo 0% ne accorcia la vita utile (come peraltro aspettare sempre di ritrovarsi con la macchina che singhiozza perchè la pompa non riesce a pescare carburante non fa certo piacere alla pompa stessa).

Probabilmente è anche per questo che non mi pongo molto il problema di autonomia e/o tempi di ricarica: già ora quando arrivo a 1/2 serbatoio vado a fare il pieno, in 10 anni la spia della riserva mi si sarà accesa 3 volte...
...e con 28 km/giorno ci metterei poco anche a caricare i 45/50 km che mi permettono di fare il casa->ufficio->casa senza ansia da autonomia (e senza dover star lì a centellinare la pressione sull'acceleratore).

Riguardo la ricarica casalinga noto che le principali obiezioni di solito sono due:

1) con una linea da 3 kW o carico l'auto o faccio il resto
2) Molti hanno la linea del box sotto il contatore condominiale, che è una fonte di moltissime ed enormissime rogne

Ora, di solito riguardo il primo punto rispondo sempre che "non serve caricare a 3 kW, ti basta caricare il numero di kWh di cui hai bisogno entro l'orario in cui dovrai riprendere la macchina: caricare, per farti un esempio, 9 kWh in 3 ore o in 9 ore a te non fa alcuna differenza, basta che poi quando devi prendere l'auto i 9 kWh siano stati immessi nella batteria. A tal proposito le Tesla permettono di limitare l'amperaggio, e quindi i kW prelevati, ed è anche una impostazione che puoi geolocalizzare: il che vuol dire che imposti l'amperaggio limite solo la prima volta, le volte successive non serve farlo perchè l'auto si è segnata quanti A prelevare in quella determinata località. Con le altre volendo si può fare una cosa simile utilizzando una wallbox/stazione di ricarica portatile che permetta di limitare l'amperaggio"

Riguardo il punto 2 di recente avevo letto, sul newsgroup del link che vi avevo postato prima, che in realtà spostare la linea del box sotto il contatore dell'appartamento (o sotto un contatore a se stante) non è una cosa così semplice, perchè una modifica del genere invalida il CPI dell'impianto e quindi obbliga a far ricertificare l'impianto da parte dei vigili del fuoco... ...che però non darebbero l'ok perchè impedirebbe, in caso di incendio, di poter togliere corrente a tutti i box agendo sull'interruttore centrale. E' fattibile, ma è una rogna in più che si aggiunge alle tonnellate di rogne che comunque bisognerebbe subire: la cosa può far desistere molti (come nel mio caso) dal pensare di fare modifiche simili (anche perchè già in condominio di solito si litiga moltissimo e spessissimo con gli altri condomini, aggiungere altre possibili fonti di liti ha poco senso).

Fonte: https://groups.google.com/forum/#!topic/it.discussioni.auto/fc4LUfKAYas

Risposta
Post: 936
Owner
(@swisselectric)
Prominent Member
Registrato: 3 annifa

È vero che con un impianto di 3 kWh è impossibile avere un'auto in carica. Ma va detto pure che non puoi mettere neanche la lavatrice, aspirapolvere e il fon. I 3 kWh è una limitazione tutta italiana che non può continuare ad andare avanti. Sul box anche lì continuiamo ad avere in Italia una rigidità senza uguali fuori dei nostri confini. Mi dispiace dirlo e senza entrare in politica, siamo un paese molto complicato. E queste complicazioni non fanno altro che ostacolare l'auto elettrica. 

Risposta
Post: 622
Registered
(@fafifugno)
Honorable Member
Registrato: 5 annifa

È vero che con un impianto di 3 kWh è impossibile avere un'auto in carica.

Dipende dai km/giorno e dai consumi: se non erro l'amperaggio minimo impostabile su Tesla è 5 A, quindi 1150 W. Ipotizzando di arrivare a casa alle 20 e ripartire la mattina dopo alle 6 si hanno 10 ore utili per caricare, il che vuol dire prelevare 11,5 kWh dalla rete. Ora, ipotizzando che l'efficenza del sistema di ricarica sia del 90% (per semplicità di calcolo) vuol dire immettere in batteria 10,35 kWh, con i quali (ipotizzando, vista la stagione, un consumo di 230 Wh/km) si fanno 45 km.
Nel frattempo si hanno ancora 1,85 kW di potenza, con i quali si alimentano tranquillamente frigo+freezer+tv+pc+modem+luci varie+altro ancora.
Se poi si ha una finestra oraria "certa" nella quale (dato che si è a letto a dormire) si può alzare l'amperaggio si riescono ad immagazzinare ancora più kWh nelle 10 ore di cui sopra.
Per dire: da me frigorifero+freezer di solito consumeno fra 200 e 400 Wh: dalle 3 di sicuro non devo alimentare altre cose, e fino alle 8 le cose rimangono più o meno così. Quindi ho 5 ore in cui potrei far assorbire all'auto anche 10-11 A (quindi 2,3 - 2,5 kW). Diciamo 2,3 kW: in 5 ore prelevo 11,5 kWh, con il consumo che avevo citato prima (230 Wh/km) una notte di ricarica mi basta per circa 1,5 giorni. In pratica ogni 2 notti carico i km di 3 giorni

Ma va detto pure che non puoi mettere neanche la lavatrice, aspirapolvere e il fon.

Sono fortunato: il phon non mi serve, le pulizie le faccio sempre nel week-end e la lavatrice è piuttosto recente (classe A++, volevo prenderla A+++ ma non mi conveniva a livello di consumi) 😀

I 3 kWh è una limitazione tutta italiana che non può continuare ad andare avanti.

Sono d'accordo, ma vedendo cosa succede in certe estati mi vien da dire "menomale che le linee siano solo da 3 kW: già non regge la rete così, figuriamoci se tutti chiedono l'aumento di potenza !"

Risposta
Pagina 7 / 12
Condividi: