Forum


Listini auto in cre...
 
Notifiche
Cancella tutti

Listini auto in crescita


Post: 8325
Newsmodder
Topic starter
(@devix)
Illustrious Member
Registrato: 4 annifa

Riprendo questo articolo di Repubblica per commentare quello che, per abitudine reputiamo "normale".

Il meccanismo di domanda/offerta dovrebbe essere chiaro a tutti. Piu' cala la domanda e piu' dovrebbe calare il prezzo (eccesso di offerta) e vice versa.

Il 2020 e' stato un anno assurdo, lo sappiamo, e il mercato dell'auto in Italia ha registrato un drastico calo del 27,7% rispetto al 2019. Se consideriamo solo benzina e diesel, il calo si avvicina al 40%!!!

Nel 2020 pero' i prezzi delle auto sono cresciuti del 2,4%! Un controsenso! Attenzione pero' che arriva l'inghippo. Chi di voi ha mai pagato un'auto nuova (non Tesla) al prezzo di listino? Domanda retorica ovviamente.

I concessionari "aggiustano" il prezzo REALE. Questo rende difficile anche una valutazione dell'usato che non puo' basarsi sul prezzo di listino. Infatti nell'articolo, i prezzi dell'usato sono scesi... ma chissa' perche'???

In tutto questo, Tesla abbassa i prezzi, non per una carenza di domanda, ma per un aumento di efficienza e produttivita' (e quindi per creare ancora piu' domanda, mantenendo lo stesso margine di guadagno). Ma almeno, a differenza dei sotterfugi dei concessionari, Tesla lo fa alla luce del sole.

Vi assicuro che rimanendo nel mondo Tesla, nel lungo termine, ci guadagnamo tutti. (In qualche post avevo fatto anche i conti basandomi sui sostanziosi cali di S e X del 2019).

Etichette discussione
3 Risposte
1 Risposta
Registered
(@obrini)
Registrato: 2 annifa

Reputable Member
Post: 329
Postato da: @devix

Riprendo questo articolo di Repubblica per commentare quello che, per abitudine reputiamo "normale".

Il meccanismo di domanda/offerta..............

I prezzi dell’usato sono scesi perché il mercato dell’auto nel 2020 e’ crollato. Come hai scritto tu c’e un eccesso di offerta. I concessionari sono pieni di auto usate e per cercare di venderle il prima possibile abbassano i prezzi. Nulla di strano.

E’ vero quel che dici che tutte le case costruttrici attraverso i concessionari vendono Auto con uno sconto da listino, ma bene o male lo sconto praticato è simile per tutti perché i margini concessi ai rivenditori sono gli stessi.  Durante  la “carriera” di un modello spesso questi sconti aumentano, ma anche il listino ufficiale quasi sempre aumenta e il prezzo che andremo a pagare quasi mai sarà inferiore a quello iniziale.
Ci sono poi delle eccezioni quando il modello sta per essere sostituito o per modelli che non hanno riscosso successo. Tutti sanno poi quando quel modello sarà rimpiazzato o quando ci sarà un restyling di meta’ carriera e quali saranno le novità, perché le case lo comunicano alla stampa con un certo anticipo.

Con Tesla e’ tutto diverso. I prezzi oscillano tendendo a calare nel medio lungo termine, in men che non si dica subiscono innovazioni e migliorie senza che lo si sappia  anticipatamente e il listino viene applicato al centesimo. 
Quale sia la miglior strategia, solo il tempo ce lo dirà. Sicuramente però da quel che leggo crea parecchie seccature a chi si trova ad aver speso di più per averla ritirata pochi giorni prima.

La difficoltà di valutazione dell’usato per me è molto più difficile da prevedere per Tesla che non per le altre, proprio perché gli eventuali futuri ritocchi al ribasso del prezzo Di vendita vanno per forza tenuti conto. Poi non dimentichiamoci che gli incentivi alterano di parecchio le valutazioni.

Di fatto quel che mantiene alto il valore di un bene e’ la vecchia legge domanda offerta, e ad oggi sembra che le EV siano richieste e probabilmente lo saranno sempre più nei prossimi anni, quindi potremmo pensare ad una tenuta dell’usato per queste vetture superiore alle ICE. Nel breve termine però se decido di vendere ad esempio una Model 3 che ha un anno di vita o anche meno (e ce ne sono parecchie) sarà un bagno di sangue perché mi trovo a fare i conti con un nuovo che costa meno ed è anche meglio fornito.

Risposta
Post: 100
Registered
(@belloilmartello)
Estimable Member
Registrato: 4 annifa

Ad Alcuni conviene un prezzo x più sconto ( il cliente è  contento dello sconto ) altri , anzio , solo tesla , preferisce fare un prezzo e quello è, altri hanno una lista optional imbarazzante ( ho visto un preventivo ferrari con 60.000 euro di optional ) .

Sono scelte dei dirigenti , ormai i guadagni si fanno sull'assistenza e manutenzione fuori garanzia.ma ci sono eccezioni,  toyota molto affidabile , hyundai 7 anni di garanzia e altre che si guastano dopo 2 anni ed un mese.

Anche tesla non sfugge a queste  regole  , vedi taglio prezzi consistenti da un giorno all'altro importanti per i modelli big.al momento tiene il prezzo , ma il mercato è  imprevedibile .

Speriamo bene,  sono quasi convinto per una 3 nuova o una LR usata ad un prezzo adeguato

Risposta
Post: 8325
Newsmodder
Topic starter
(@devix)
Illustrious Member
Registrato: 4 annifa
Postato da: @obrini

Nel breve termine però se decido di vendere ad esempio una Model 3 che ha un anno di vita o anche meno (e ce ne sono parecchie) sarà un bagno di sangue perché mi trovo a fare i conti con un nuovo che costa meno ed è anche meglio fornito.

Su questo ti do ragione a metà, nel senso che non c'è offerta quindi puoi permetterti di tenere il prezzo molto vicino al nuovo. Però in linea di massima il ragionamento è corretto.

E' anche vero che solo una piccolissima percentuale vende l'auto prima dei 3 anni quindi queste riduzioni vengono calmierate, soprattutto se si rimane in Tesla, che a quel punto si comprerà con un prezzo inferiore.

Risposta
Condividi: