Forum


Notifiche
Cancella tutti

Già arrivata!  

Pagina 2 / 4
  RSS

(@devix)
Illustrious Member Moderator
Registrato: 4 annifa
Post: 6028
19/11/2019 9:10 pm  

Prova a un amperaggio inferiore e se tutto va bene sali fino a 13. Comunque non ti preoccupare


RispostaQuota
 Mbg
(@mbg)
Estimable Member Owner
Registrato: 4 annifa
Post: 146
19/11/2019 9:10 pm  

Grande Alex!
Non so quanto carichi con una normale Schuko.
Io mi sono fatto mettere una presa industriale 32A (blu), con interruttore, cavo esterno e salvavita dedicato; ci attacco il cavo che c'è in dotazione e carico a circa 4Kw, il che significa circa 22 km in un'ora.
Se sto a casa da mezzanotte alle 8 di mattina, il giorno dopo posso fare circa 170 km; ci sto dalle 8 di sera alle 8 di mattina, diventano 260.
Ma con un SUC vicino, non avrai problemi ad aspettare la posa della colonnina.

Se vuoi qualche info in più e hai ancora i dati di accesso al vecchio forum, mandami un PM di là.


Alexanco hanno apprezzato
RispostaQuota
 Noos
(@noos)
Illustrious Member Moderator
Registrato: 4 annifa
Post: 5257
19/11/2019 10:20 pm  

@robertocorsico

Per favore, nel dubbio cerchiamo di informarci, questo è puro terrorismo psicologico.

Posso al limite accettare il consiglio di far controllare la sezione del cavo per determinare se può sopportare un carico di 3680 W ma dire quello che hai detto è di pura fantasia.


RispostaQuota
 Noos
(@noos)
Illustrious Member Moderator
Registrato: 4 annifa
Post: 5257
19/11/2019 10:24 pm  
Postato da: @hal

Come ti è già stato detto evita ricariche prolungate con la shucko, le prese domestiche non sono fatte per suopportare più di 10A dunque 2300W !!! Non oltre ! E non per ore e ore. Io non starei tranquillo nemmeno a 8A. 

E quest'altra da quale cappello scaturisce?

Di questo passo arriveremo ad affermare che sarebbe anche meglio non tenere le luci di casa accese troppo la lungo per lo stesso problema. Mah! 🤔 


RispostaQuota
(@scanred_x)
Famed Member Moderator
Registrato: 5 annifa
Post: 4336
19/11/2019 10:53 pm  

Giusto per chiarire...

Tenere le luci di casa non troppo a lungo accese, fa bene al Pianeta. Se si cambia stanza, si spegne la luce. Se si esce si spegne la luce. 

Ma so che Noos non intendeva dire questo, ma solo di non esagerare...

Sul non esagerare son d'accordo, ma dicendo tutto però: 

- molte, moltissime prese Schuko che si trovano nelle nostre case, se leggete da vicino le caratteristiche dichiarate, hanno quella barra /6h, ossia che sono garantite per il loro valore nominale non più di 6 ore. Bene, meglio saperlo

- nessuno spavento se l'impianto è nuovo, se come è stato detto è 16A, se i cavi sotto sono di adeguato spessore, insomma se tutto è in regola. Ma dosa gli A lato auto con la saggia prudenza (8A, 10A) e vai a controllare le prime volte a cadenze di un'ora che non si scaldi TROPPO il cavo o la presa (un minimo di calore ci sta) 

- nel tempo pensa a una presa più adatta e resistente, perchè di Schuko fuse o bruciate ne ho viste, ne ho viste..

Scan


RispostaQuota
(@tubeampit)
Active Member Registered
Registrato: 1 annofa
Post: 8
19/11/2019 10:59 pm  

@scanred_x

Non avevo mai visto l'indicazione che dici tu riguardo alla certificazione limitata a 6 ore di uso continuo sulla schuko,credevo fosse capace di tenere 16A senza limiti temporali.

 

 

 


RispostaQuota
(@scanred_x)
Famed Member Moderator
Registrato: 5 annifa
Post: 4336
19/11/2019 11:11 pm  

@tubeampit

non dicevo che in tutte è previsto, dicevo che in MOLTE è segnato così. Leggi cosa è indicato sulla tua, oppure guarda le caratteristiche tecniche sul sito del produttore. 

Come giustamente dicevano gli altri, come soluzione ponte (anche di mesi o anni) ci sta, l'importante è dosare con prudenza gli A lato auto (8, 10, 12) e testare le temperature in gioco le prime volte.

Oppure chiamare un buon elettricista e fare mettere cavi adatti e presa blu in attesa di soluzioni ancora più adatte. 

Scan

PS: da non scambiarsi con l'indicazione 6h che in molte ditte europee indica la posizione della presa di terra (ossia di 180 gradi, quindi non durata nei limiti di costruzione ma lato della presa di terra)

Questo post è stato modificato 10 mesifa da scanred_x

RispostaQuota
 hal
(@hal)
Eminent Member Registered
Registrato: 1 annofa
Post: 22
20/11/2019 12:02 am  
Postato da: @noos

E quest'altra da quale cappello scaturisce?

E la tua certezza da quale cappello esce? (flame alert) Da quale test o normativa?

Non credo sia il caso di prendere sotto gamba questo argomento soprattutto da chi non lo conosce. Stavo adottando un approccio prudenziale verso un utente sapendo bene di cosa sto parlando e ti assicuro che parlo con la normativa e con tanti test ben chiari nella testa (non nel cappello).

Se ti senti tranquillo a collegare 16A ad una presa shucko domestica per ore e ore fai pure... sei fuori norma e spera che non si incendi la casa perché la tua assicurazione (se la hai) non pagherà.

Ho visto cose che voi umani.... vedo gente caricare in strada o in garage con quelle scatolette letali (non faccio nomi) e mi viene la pelle d'oca.

Ripeto: le prese shucko di casa non sono fatte per supportare carichi elevati per lunghi periodi, peggio ancora se sono derivate.

Se volete apriamo un topic dedicato e ci dilettiamo in normative, esempi, etc... ma non banalizziamo un argomento così delicato!


RispostaQuota
 Noos
(@noos)
Illustrious Member Moderator
Registrato: 4 annifa
Post: 5257
20/11/2019 12:30 am  

@scanred_x

Se vogliamo dirla tutta allora occorre fare fede al progetto dell'impianto e alla dichiarazione di conformità. Quest'ultima se compilata con dovizia oltre che attestare l'esecuzione dell'installazione a regola d'arte porta in sé un'allegato recante i materiali usati, il nome del costruttore, il codice dell'articolo......e il tanto famigerato manuale di uso e manutenzione.

Va da se che una dichiarazione firmata dall'installatore attestante il solo dichiarare di aver fatto il tutto a regola d'arte, ha validità come dichiarazione pura ma lo espone, in caso di situazioni poco piacevoli, proprio per la mancanza dei due allegati i quali vanno nello specifico dell'impianto stesso.

Questo vale anche per le prese di casa schuko o italiane che siano.

 

 


RispostaQuota
 Noos
(@noos)
Illustrious Member Moderator
Registrato: 4 annifa
Post: 5257
20/11/2019 12:53 am  

@hal

Se una presa, spina, interruttore sono dichiarati per sopportare tot Ampere per X tempo devono essere in grado di sopportarlo. E solo un problema di approccio.....non è corretto dire 8 quando è possibile 16 ma è corretto dire si 16 ma per tot tempo giusto per rispondere alle normative.

Dal mio punto di vista non esiste l'aspetto prudenziale giacchè il ragionamento (leggasi assuefazione/barra confidenza) porta ad osare sempre quel po' in più innescando quella spirale che conosciamo bene, questo vale per il mio ragionamento quanto per il tuo.

Di fatto sarebbe meglio consigliare di partire con impianto idoneo se proprio si vuole essere prudenziali. 😉 

 


RispostaQuota
(@devix)
Illustrious Member Moderator
Registrato: 4 annifa
Post: 6028
20/11/2019 3:18 am  

Beh guarda io parlo per esperienza personale.
Caricato per 2 anni a 13A da Shucko (massimo consentito con UMC2) e nessun problema. Presa Vimar Plana.
Ok, non è il miglior sistema, ma fare terrorismo di sembra fuori luogo.
Mi è capitato anche di caricare in alberghi con prese normali senza nessun problema.


RispostaQuota
 Noos
(@noos)
Illustrious Member Moderator
Registrato: 4 annifa
Post: 5257
20/11/2019 6:52 am  

@devix

Non devi vederlo come terrorismo ma come applicazione delle normative.

Certo il dire "io ho visto cose che voi umani....." non giova alla discussione che direi di interrompere qua considerando che il titolo invita a altro.

 


RispostaQuota
(@robertocorsico)
Reputable Member Owner
Registrato: 2 annifa
Post: 410
20/11/2019 7:29 am  

ragazzi non è terrorismo, facciamo chiarezza, una normale presa a muro schuko ha una portata massima di 16 A, quindi 3500 w,  ora sempre ammesso che i cavi a monte siano di adeguato spessore, rimane sempre una presa domestica e i 3500 w sono previsti normalmente per brevi periodi (vedi ad esempio un forno a palla per 30 minuti) qui stiamo parlando di caricare a 3-4 kw per 8-10 ore consecutive; generando quindi nella presa una notevole quantità di calore, non dico che non si possa fare ma penso sia sforzare oltre il massimo le reali capacità dell'impianto, in definitiva se spendiamo 50K 0 100K per una macchina, il costo e la sicurezza di una colonnina mi sembrano accettabili


hal, Cronos e Noos hanno apprezzato
RispostaQuota
 hal
(@hal)
Eminent Member Registered
Registrato: 1 annofa
Post: 22
20/11/2019 12:38 pm  

Apriamo un topic dedicato direi, se non c'è già (attendo news dagli admin).

E per rispondere a @noos: Certo, ne ho viste cose e ascolto chi ne sa più di me e di ingegneri elettrotecnici ne ho e ne ho avuti parecchi al mio fianco dunque so di cosa parlo. Tra gli altri gente che progetta e produce proprio le prese di cui parliamo.

Dato che alcuni stavano dicendo "io sono anni che carico a 13 o 16A e non è successo nulla..." ho pensato che fosse utile abbassare l'asticella e dare un messaggio di prudenza. 

Puoi avere i cavi che vuoi, l'impianto che vuoi ma una PRESA shucko non ha morsetti e dimensionamento adeguati per quei carichi. Stop. Se volete approfondire parlatene con un ingegnere elettrotecnico.

Ad ogni modo su queste cose non scherziamo e fate sempre e solo riferimento a professionisti che facciano lavori a regola d'arte e si prendano le loro responsabilità.

Tornando IN TOPIC -> Se hai un supercharger a 15km vai con quello finchè non metti Neogy o altro wallbox, tanto il viaggio sarà piacevole e ti godrai la tua nuova auto.


RispostaQuota
(@devix)
Illustrious Member Moderator
Registrato: 4 annifa
Post: 6028
20/11/2019 1:56 pm  

Penso che abbiate travisato il senso del topic.
Qui si parla di caricare, in attesa dell'installazione di una wallbox.
Ovvio che bisogna stare attenti, ma basta usare la testa.
Anziche' mettere al massimo cioe' 13A, si puo' abbassare l'amperaggio e caricare in sicurezza.


RispostaQuota
Pagina 2 / 4
Condividi: