Forum


Notifiche
Cancella tutti

Powerwall 2 per abitazione off-grid  

Pagina 1 / 2

Post: 1622
Friend
(@lolli_)
Noble Member
Registrato: 4 annifa

Vi spiego il mio progetto: 
Vorrei creare una casa off-grid dunque totalmente autonoma per quanto riguarda energia e riscaldamento. Innanzitutto Vorrei capire quale tipo di Pannello fotovoltaico è meglio, ho letto bene del policristallino che peró in estate perde efficienza con le temperature alte ma credo sia l'unica alternativa, con un rendimento massimo del 15%. Scelto questo, devo capire la capacità necessaria dell'impianto, contando che è necessario che la produzione sia sufficiente anche nei giorni meno favorevoli. Ho pensato ad un sistema da 12 kW di potenza di picco, in modo da poter soddisfare le necessità di una casa con 4 persone, una pompa di calore in inverno (se possibile di tipo Terra-acqua) e ovviamente la ricarica di una Tesla, una futura Model 3. Ovviamente questo richiede uno o più Powerwall perchè principalmente l'auto verrà caricata di notte, dunque collegata completamente al Powerwall dato che la potenza del Fotovoltaico in quel momento è 0. Mettendo caso che la Model 3 abbia una batteria da 90 kWh, avrei bisogno di circa 6 Powerwall da 14 kWh per una ricarica completa. Ma secondo voi potrebbe essere possibile un sistema del genere? (Dal costo molto elevato..)

5 Risposte
Post: 250
Registered
(@denisj)
Reputable Member
Registrato: 3 annifa

Secondo me tutto e possibile 

Ma l'unico problema qui e che ti servono un casino di panelli FV per caricare 

tutta quella roba ... specialmente durante l'inverno. 

 

Denis

Risposta
Post: 1014
Friend
(@swisselectric)
Noble Member
Registrato: 4 annifa

Niente di grave di scrivere su un post datato. Magari è rimasto senza risposte a lungo perché non c'erano opinioni da dare.

Lolli la prima cosa che hai bisogno di dirci è la località dove abiti. Fondamentale per darti il buon consiglio. Intanto condivido la mia esperienza.

A casa abbiamo installato nel maggio 2014 13 pannelli fotovoltaici: 9 orientati a sud e 4 a ovest. Sono dei Sunpower 327 watt ognuno, quindi la potenza di targa è 4,2 kWh. Sunpower ha un brevetto speciale che permette avere 20% di rendimento. Poco dopo sono usciti quelli a 345 watt chiamati SPR 345. Il nostro inverter manda i dati al portale internet e quindi abbiamo statistiche di quanto abbiamo prodotto.

In regola generale in una giornata non produciamo mai più di 30 kWh, certo parliamo di mesi estivi, cielo senza nuvole, cioè condizioni ideali nonché utopiche. La produzione normale oscilla fra 23 e 28 kWh al giorno.

Poi arriva l'inverno, prima la nebbia, poi anche la neve e quindi qui siamo messi male, alcuni giorni non superi i 3 o 5 kWh. Nel mese di gennaio di quest'anno abbiamo prodotto solo 90 kWh, febbraio 285, marzo 499, aprile 621, maggio 597, giugno 682 e al giorno d'oggi 433. Purtroppo alcuni mesi sono inferiori al fabbisogno di una casa come la nostra.

Sempre secondo la tua località, dovresti invece informarti su una pompa di calore aria-acqua. Il mio vicino di casa ne ha installato una e va molto bene. Ti eviti di forare 80+ metri per la sonda. Quella terra-acqua ha un inconveniente: con gli anni potresti rimanere senza caldo per riscaldare perché la giù si formano anche dei blocchi di ghiaccio. Diversamente se usi anche la pompa di calore per avere un impianto di raffrescamento, allora nessun problema.

Un'altra cosa. Come sei messo con la coibentazione della casa? La nostra costruita 13 anni fa ha 16cm di cappotto. Oggi non avrebbe meno di 25 qui nella nostra zona.

 

 

 

Risposta
Post: 1014
Friend
(@swisselectric)
Noble Member
Registrato: 4 annifa

Considerando che a casa riscaldo con il gas (peccato non avevo capito al mio tempo quanto fosse efficiente la pompa di calore), casa nostra ha bisogno di circa 4500 kWh all'anno. Purtroppo quando più hai bisogno di energia elettrica, cioè in inverno, è quando meno possiamo produrre. Pazienza.

Risposta
Post: 1622
Friend
(@lolli_)
Noble Member
Registrato: 4 annifa

Non mi ricordavo nemmeno più di questo caro e vecchio post, grazie che lo avete riesumato. al tempo ero agli inizi, ero ancora un novellino e della Model 3 si sapeva ancora veramente poco tanto che ho sparato 90 kWh _crazy_ hahahha . in ogni caso questa mia domanda era l'inizio del mio progetto che ho scritto per la tesina di maturità al tempo. inizialmente sognavo di poter fare qualcosa "per davvero" a casa mia, ho scritto pagine di documento per spiegare ai miei genitori i vantaggi di questi sistemi ma .. come sempre non sembrano essere molto dalla "mia" parte.. come non lo sono per la Model 3 e così via..
Attualmente vivo in una casa in zona Monza e Brianza, ho un tetto di proprietà abbondante con falde rivolte a est-ovest. la mia idea iniziale era di fare un 6 kWp diviso sulle due falde in 3 e 3, so che è poco e non frutterebbe tantissimo però per convincere i miei ho pensato di fare un progetto non troppo oneroso.. (anche se teoricamente bisognerebbe agire secondo la regola "go big or go home") ho cercato pannelli di ogni genere e marca, ho cercato i prezzi e ho cercato di capire quando costava una vera e propria installazione. alla fine di tutto ho fatto un vero e proprio fascicolo con tutto ciò che era necessario e i costi. Il sistema era molto semplice, pannelli policristallini da 260w (poco costosi, tanto di spazio ne abbiamo) della Peimar prodotti Extra-UE, Powerwall 2 (che al tempo era ancora un miraggio) e inverter della ABB. un sistema semplice ma efficace. sicuramente ci permetterebbe di risparmiare un bel po' dei 4200 kWh che consumiamo ogni anno.. però a quanto pare non si può fare. (almeno x ora)
il secondo step era invece riguardo il riscaldamento, ora abbiamo una caldaia tradizionale.. sapete quello che bruciano tanto gas e scaldano poco? ecco quella. efficienza che ormai sarà dei 70% a dir tanto.. nel progetto ho optato per un sistema ibrido, dato che ho i termosifoni a casa è sconveniente utilizzare solo la pompa di calore perchè devo scaldare acqua ad alte temperature per scaldare l'ambiente, per cui il sistema ibrido PDC + condensazione è sicuramente l'ideale in modo da limitare il consumo di gas nel momento in cui c'è richiesta di acqua a basse temperature e di scaldare l'acqua praticamente a consumo 0 in estate.

tralasciamo il fatto che il tutto sia realizzabile a casa mia o meno x questione genitori.

so che il sistema a cella a combustibile è il miglior sistema per lo stoccaggio a lungo termine, perchè se anche noi caricassimo dei Powerwall o Powerpack a giugno, ora di Dicembre sono mezzi scarichi e abbiamo perso gran parte del vantaggio, invece la cella a combustibile permette di stoccare energia e di usarla anche dopo molto tempo! ma quanto costa questo genere di sistema? Max puoi spiegarmi bene per favore?

Claudio i Sunpower sono sempre la scelta migliore!

Risposta
Pagina 1 / 2
Condividi: