Forum


Personalizzazioni Powerwall 2 (ma in Italia no)  

  RSS

(@alexxx)
Reputable Member Moderator
Registrato: 1 anno fa
Post: 253
23/06/2018 3:49 pm  

Tesla ha recentemente rilasciato degli aggiornamenti software che consentono all'utente di scegliere fra 3 modalità di utilizzo del sistema di accumulo.
Con questi aggiornamenti il PW2 non è più solo un sistema di accumulo in asservimento ad un impianto fotovoltaico, ma può essere utilizzato come generatore ausiliario per abitazioni anche senza solare.
Va detto che questi aggiornamenti non hanno nessun effetto in Italia per via delle limitazioni normative di cui si è già parlato.
Le tre modalità operative sono: backup-only, self-powered e advanced (time-based control).

Backup-only (ok con o senza solare): con questa opzione utilizzi la batteria solo in caso di black out. Secondo me è utile solo quando la rete ha disservizi prolungati e frequenti.

Self-powered (ok solo con solare): è la modalità classica, l'unica consentita in Italia: carichiamo la batteria solo col solare e utilizziamo l'energia secondo queste priorità: 1-fotovoltaico, 2-PW2, 3-rete.
Con questa modalità tutte le azioni vengono determinate dall'inverter fotovoltaico e dal gateway: l'utente non ha margine di manovra.

Advanced (ok con o senza solare): è sicuramente la modalità più interessante.
La funzione backup è comunque garantita, anzi si può decidere quale percentuale di scorta si vuole tenere da utilizzare solo in caso di black out.
Anche la funzione self-powered (autoalimentato) è garantita se c'è il solare; la grossa novità è che l'utente può decidere quando la batteria si deve caricare (dalla rete o dal fotovoltaico a seconda dei casi) e quando si deve scaricare.
Può essere molto utile in caso di tariffe multiorarie: carichi quando costa poco (off-peak o shoulder, che sarebbero le nostre F3 e F2), e la usi quando costerebbe di più (peak o F1).
Va tenuto presente però che il PW2 ha un'efficienza sul ciclo completo di circa il 90%, il che significa che quando riceve 10 kWh di energia, 9 kWh te li restituisce, mentre 1 kWh va disperso.
L'argomento viene trattato in questo articolo o direttamente sul sito Tesla.

Ultima piccola novità dell'app, almeno questa valida anche per noi.
Toccando sullo schermo la versione del firmware (attualmente 1.17.1) si rimanda a questa pagina web dove sono elencate in ordine cronologico le varie versioni dell'app e del firmware, con brevi commenti.


RispostaQuota
(@lolli_)
Prominent Member Moderator
Registrato: 2 anni fa
Post: 958
24/06/2018 12:42 pm  

Alexx sempre il migliore quando si parla di PW!
davvero un peccato che in italia ci siano queste limitazioni perchè la funzione di backup è interessante per quelle poche volte che capitano i black-out (almeno in Lombardia).  in ogni caso la funzione Advanced è perfetta perchè si può impostare ogni parametro di carica e scarica, ottima anche per case senza solare che hanno grosse differenze tra Peak e Off peak, qua non credo ne valga la pena però comunque è una funzione utile per monitorare meglio la carica e la scarica della batteria dato che abbiamo avuto delle casistiche in cui lasciando tutto in "automatico" prelevasse dalla rete anche a batteria carica o cose del genere. in questo modo è un po' come scattare una foto con la messa a fuoco manuale 🙂 

grazie degli updates!

Switch to Tesla: ASAP


RispostaQuota
(@alexxx)
Reputable Member Moderator
Registrato: 1 anno fa
Post: 253
24/06/2018 6:17 pm  

Grazie Lolli!
Per chi ha il fotovoltaico e non ha consumi molto alti, in estate l'opzione migliore rimane indubbiamente il self-powered.
D'inverno invece, in particolare durante le giornate senza sole, può valer la pena giocarsela con l'advanced, con la comodità che puoi cambiare idea in ogni momento con un semplice click (anzi touch).
Ma quanto si risparmia caricando la batteria in fascia bassa per evitare di acquistarla in fascia alta?
Faccio due conti basandomi su un'offerta bioraria attualmente vigente:

0,0379(+IVA) €/kWh fascia notturna e festiva
0,0949(+IVA) €/kWh fascia diurna

Per tenere conto dell'efficienza (90%) del PW2 dobbiamo rincarare il costo dell'energia in fascia bassa: 0,0379/0,9=0,0421 €/kWh
Perciò il risparmio per ogni kWh consumato con questa modalità risulta: 0,0949-0,0421=0.0528 €/kWh a cui va anche aggiunta l'IVA.
Nell'ipotesi di prima casa, cioè IVA 10%, il risparmio totale sarebbe di 0,058 €/kWh (*).
Proiettato su 1000 kWh significa un risparmio in bolletta di 58 € ogni 1000 kWh fatturati, ottenuto semplicemente esercitando un'opzione via smartphone. Mica male!

(*) in realtà su quel 10% di energia dispersa (durante il processo di carica e scarica) ci paghiamo anche gli altri costi variabili (oneri di sistema, perdite di rete, ecc.), quindi in questo calcolo il risparmio è leggermente sovrastimato.


RispostaQuota
Share: