Forum


L’elettrico sarà il...
 

L’elettrico sarà il futuro, ma oggi ci sono problemi  

Pagina 1 / 5

Post: 19
Registered
(@salvaterra58)
Active Member
Registrato: 3 mesifa

Quattroruote ha pubblicato, nel mese di Luglio, un test di percorrenza con un’Auto elettrica.

2951 Km da Reggio Calabria a Shagen in Danimarca.

Ha utilizzato una Audi eTron con doppio motore e circa 265Kw di potenza, coppia di 561Nm e pacco batterie da 95Kwh.

Testando i consumi, le difficoltà di ricarica, i tempi necessari e i costi sostenuti.

Sono emerse tante informazioni, ovviamente legate alla gioventù del sistema di trazione elettrico ancora da considerarsi agli esordi.

Ho evidenziato alcuni dati che mi lasciano perplesso anche per il futuro.

Il disagio principale è stato quello dell’ansia di non trovare la prevista stazione di ricarica libera o funzionante. E' successo già nella prima tappa vicino Cosenza, la Fast da 50Kw era in manutenzione e si è dovuto accontentare di 22Kw a corrente alternata con una carica max a 11Kwh (un rabbocco durato circa 3 ore).

I dati principali sono:

2951Km percorsi

Consumati circa 849Kw

Consumo medio 4Km/Kw

Tempo complessivo di ricarica 1349 minuti (poco più di 22 ore)

Spesa complessiva 365€

4 stati attraversati: Italia, Austria, Germania e Danimarca

 

I costi del “carburante” cioè di “Elettroni” sono stati molto variabili.

In Italia il più caro è stato di 41,26€ a Fisciano per 75Kw

Il più a buon mercato la “Ionity da 150Kw” (forse l’unica esistente in Italia), a costo fisso di 8€

 

In Austria l’unica ricarica a Pettnau è costata 3,85€ per 58Kw

 

In Germania alti e bassi, si va dai 0€ per 67Kw a Giengen ai 16,52 per 63Kw, passando per i prezzi fissi a 8€. Qui i prezzi sono stati molto contenuti.

 

In Danimarca invece se non hai il prezzo fisso gli elettroni costano tanto, ad Aalborg una carica di 41Kw circa 36€ e a Shagen (tappa di arrivo) per 71Kw circa 62€.

 

Un riflessione per tutti e 4 i paesi e in particolare per l’Italia, in tutte le postazioni si tratta di punti di ricarica sempre allo scoperto e spesso fuori dal percorso autostradale. Chi sta viaggiando in Elettrico può sicuramente confermare.  Perché non sono coperte da pensiline come i distributori di benzina? Vi immaginate in Inverno sotto la pioggia, aspettare 2-3 o più ore senza una copertura. Uscire con l’ombrello per attaccare la spina, attivare la ricarica, ecc. sembra di stare in medioevo non nel futuro…

 

Queste sono attenzioni che mancano nei confronti dell’utente alla spina. E non è cosa da poco.

 

Poi una considerazione sui costi di ricarica:

Non è possibile che con l’elettrico si spenda più di un percorso con il Gasolio. Non è accettabile. Non va bene. Non ci siamo.

Facendo due conti con la mia Auto (1600cc, 160CV, 380Nm) percorrendo la stessa tratta spendo 260€ contro i 365€ della carica in elettrico. I 260€ vengono fuori da considerazione reali, avendo fatto, questa estate, un percorso simile per circa 4600Km. Quindi con prezzi reali. Certo le 2 auto non sono paragonabili al momento, è ovvio, ma è solo un confronto per capire.

Il Consumo dell’Audi eTron è stato di media di circa 4Km/Kwh, è sicuramente un Auto pesante (2500Kg), con 265Kw di potenza, assetata di energia…

Con una Tesla, ho valutato un percorso simile (dati pubblicati da un utente Tesla su questo Forum, ad Aprile 2019) e il consumo era di circa 5Km/Kwh, con velocità medie di 120Km/h. Quindi non cambia di molto.

 

L’altro aspetto sono i tempi di ricarica, sempre che la colonnina sia libera. Un viaggio di 3000Km richiede circa 30 ore (testato in più tappe…) a cui si sono aggiunte circa 22 per la ricarica. Almeno di non essere appassionati di brutto, questo fatto scoraggerebbe chiunque utilizzi una auto elettrica per lunghi percorsi. Inaccettabile. Al momento non ci siamo.

 

Come anche per i punti di ricarica, trovarli occupati è una grande angoscia, peggio se fuori uso.

Se le auto crescono in numero, come si sta auspicando dalle case costruttrici, la rete di distribuzione è in forte ritardo. Non è allineata alle necessità. Quando lo sarà?

La considerazione da fare riguarda il metodo di ricarica nei confronti della pompa di benzina. Se ho un distributore sull’autostrada con (ipotesi) 10 Pompe, queste sono in grado di servire un gran numero di Auto, anche se fanno la fila, ognuno impiega circa 5 minuti per un pieno.

Se ipotizziamo di fare un zona di ricarica da 10 Colonnine (non so quante ce ne sono in Italia da 10 Colonnine?), queste possono servire “solo” 10 Auto e potrebbero risultare impegnate anche per diverse ore, dipende dallo loro potenza e dal tipo di Auto in ricarica.

In questa ipotesi le auto che arrivano e devono caricare che fanno? Aspettano la ricarica degli altri più la loro? Angosciante e non sostenibile, in più in totale disagio nelle intemperie…

 

Al momento non ci siamo. Qualcosa non va. Siamo sicuri che questo sarà un futuro sostenibile?

 

Lo vogliamo tutti, a spada tratta, ma non in queste condizioni. Così non andiamo da nessuna parte.

Forse sarà il caso di pensare seriamente all’Idrogeno con le Full Cell...   

Scusate la lungaggine...

 

 

38 Replies
Post: 2191
Moderator
(@cronos)
Noble Member
Registrato: 4 annifa

Ti rendi conto che sei su un forum dove si parla principalmente di Tesla e che con Tesla tutto quello che hai scritto suona assurdo?

Tesla ha una rete di ricarica a costi contenuti e con modifiche piuttosto limitate tra nazione e nazione, con molti stalli a disposizione, facilmente individuabili, con ricarica molto rapida, ben disposte sul territorio e il tutto si fa usando auto con consumi più contenuti in autostrada rispetto a quella usata come esempio

Di solito si sta in ricarica 20 minuti in media, gli satalli sono molti e quindi è molto probabile che qualcuno sia libero ( leggi MOLTO probabile ), se un supercharger è di norma congestionato Tesla si preoccupa di aggiungere altri stalli o predisporne altri nelle vicinanze

Non so quanti qui abbiano mai aspettato per una ricarica, ma sospetto che il numero sia pressapoco 0, se non rare occasioni ( rare )

 

Per quanto riguarda le Full Cell ( Fuel, non full ), i costi di produzione, stoccaggio etc, in realtà sono molto superiori, quindi se pensi che l'energia costi caro, è solo perchè non hai idea di quanto costa l'idrogeno, che per essere prodotto a costi contenuti per lo più si fa utilizzando fonti fossili ( e quindi non hai spostato di nulla il problema o quasi )

 

Se l'elettrico non è adatto ad adesso è perchè nessuno ( tranne Tesla ) si è impegnato a renderlo possibile

Stanno muovendo ora i primi passi con Ionity, tra qualche anno avrai un esperienza simile a Tesla ( magari paragonandolo all'anno scorso dai ), quindi le cose cambieranno

Risposta
2 Risposte
(@giuseppe-2)
Registrato: 3 mesifa

Eminent Member
Post: 44

Interessante post e risposte ovvie di chi usa tesla, anche io come altri qui siamo passati da altri marchi tradizionali prima di arrivare in Tesla, e purtroppo il sistema che ci sta intorno realmente rema contro all'elettrico e a Tesla, primis i produttori e fornitori di carburante e poi i mas media e soprattutto le riviste specializzate, esempio proprio nel post. Ultimamente solo nella prova della model 3 hanno diciamo dovuto essere realistici ma sempre senza quel entusiasmo che li distingue parlando di auto tradizionali. Nella realtà tutte le persone che fino ad ora hanno provato tesla non hanno una sola impressione positiva sui mezzi ma tante perché ti trovi nel futuro usando tesla e immediatamente capiscono al volo che i limiti sono i nostri celebrali o chi ancora vuole farti credere che esistono.

Io credo che per lanciare definitivamente elettrico sarebbe sufficiente che lo stato obblighi ogni distributore tradizionale a fornire degli stalli, guadagnerebbero tutti, soprattutto chi ha baretti nel suo service, e così anche le piccole auto con poca autonomia avrebbero senso di togliere ansia di ricarica. 

 

Risposta
Registered
(@salvaterra58)
Registrato: 3 mesifa

Active Member
Post: 19

@cronos

Grazie a tutti per il contributo. lo stimolo alla discussione sta portando alla luce che con Tesla molti problemi odierni dell'elettrico non ci sono o almeno sono mitigati dalla tecnologia. Come ad esempio sapere se lo stallo è libero o meno. 

Attualmente mi sembra di capire che caricando a casa si risparmia molto, questo vale ovviamente per spostamenti in zona. Mentre in un viaggio, chi usa Tesla, mi sembra di capire che spende molto poco o nulla. 

I contributi di chi racconta che l'auto elettrica è perfetta, silenziosa e confortevole, sono solo un rimarco a quanto sostiene già che la propulsione elettrica è il futuro. Come il sottoscritto forse non si era capito bene. Quindi comunque grazie. 

A completamento dei vostri preziosi interventi, che sono molto preziosi per chi vuole scegliere l'elettrico e una auto Tesla, volevo aggiungere qualche richiesta che ancora non è pervenuta nei Post (almeno mi sembra...). 

Le colonnine di ricarica Tesla sono coperte da Pensiline per le intemperie?

Ce ne sono già negli Autogrill delle autostrade Italiane?

Quindi con un viaggio di 3000Km si ipotizza un tempo complessivo di ricarica di quanto? 5 Ore?, 3 o 10? Sicuramente molto inferiore alle 22 ore illustrate nel test di 4 Ruote, ma di quanto?.

Infine volevo rispondere per l'Idrogeno, è vero che oggi l'idrogeno costa tanto ed è prodotto spesso con energia elettrica proveniente da centrali tradizionali, e che non ci sono stazioni di ricarica , in Italia una sola a Bolzano. 

Infatti per renderlo competitivo si deve realizzare con stazioni a pannelli solari, simbiosi perfetta per la produzione.  L'idrogeno prodotto divetterebbe lo stoccaggio energetico perfetto. Molto più degli elettroni, in quanto il sistema non si deteriora nel tempo, e il carburante per fabbricarlo è semplice acqua. Allo stato attuale ancora non si sono risolti i problemi di produzione e stoccaggio nei veicoli. Ma a detta dei ricercatori ci vorrà poco, vedremo se sarà cosi. Era solo una indicazione tra le tante. Oggi ovviamente è improponibile. In futuro (se ci sarà) porterà dei benefici nella velocità di ricarica e nello stoccaggio. Vedremo.  

Se qualcuno gentilmente gli va di rispondere alle domande sopra sarà un bel contributo alla discussione. 

Solo per completezza a chi chiedeva come avessi fatto a spendere 260 per il Gasolio in 3000Km. Molto semplice 16-17 Km di media. Sono 187 litri circa. In Italia a circa 1,550€ in Austria a 1,15€ circa. Comunque nella realtà ho speso anche meno...

Non conosco i prezzi in Danimarca...

Grazie

 

Risposta
Post: 83
Owner
(@nencio68)
Trusted Member
Registrato: 10 mesifa

Non mi quadra una cosa: tu dici che con la tua auto (1600cc, 160CV, 380Nm) per fare 2951 Km spendi solo 260€???
Che auto hai?
Io per fare la stessa distanza con una BMW330xd spendevo almeno 500€... 
Poi, siccome parliamo di costi, pagavo 600€/anno di bollo, adesso ZERO. E la manutenzione non la contiamo?
Insomma... la mia vecchia BMW non mi manca e con la rete di ricarica Tesla non ho mai avuto problemi, per non dire che caricando a casa a 0,18€/Kwh ho speso poco più di 150€ per 2500km in 3 mesi...

Risposta
Post: 22
Registered
(@formula20)
Eminent Member
Registrato: 7 mesifa

Questa estate ho fatto un viaggio con tutta la famiglia da Roma a Copenhagen, con la Model 3. Non ho mai viaggiato meglio! Non ho mai dovuto aspettare che si liberasse uno stallo! La Tesla ti dice, prima che arrivi, quanti stalli sono liberi e quanti occupati! I miei figli non vedevano l'ora che mi fermassi a caricare per poter giocare con i video gioghi... I posti dove mi sono fermato a caricare erano uno piu bello dell'altro. Tutti i problemi che elenchi ce l'hanno gli altri marchi non Tesla!

Risposta
Post: 8
Registered
(@dbassan)
Active Member
Registrato: 2 annifa

Le preoccupazioni credo valgano per chi non ha scelto Tesla.

Se interpreto bene i dati di "A Better Routeplanner" lo stesso viaggio lo avresti fatto in poco più di 35 ore che includono le poco più di 7 h per ricarica SC... 

https://abetterrouteplanner.com/?plan_uuid=f56d03ba-d816-4386-89a2-e1ac18551b50

Salvo errori per il costo credo non si arrivi a 150€.

Magari qualcuno più esperto può confermare/correggere.

Risposta
Pagina 1 / 5
Share:
Violet
Default
Pear
Black Emo
{violet}:grinning:
{violet}:wink:
{violet}:face:
{violet}:inlove:
{violet}:sweaty:
{violet}:surprised:
{violet}:lovekiss:
{violet}:laugh:
{violet}:formalsmile:
{violet}:displeased:
{violet}:cool:
{violet}:resent:
{violet}:nerd:
{violet}:screaming:
{violet}:amazed:
{violet}:sad:
{violet}:deceitful:
{violet}:starryeyes:
{violet}:evil:
{violet}:shocked:
{violet}:tears:
{violet}:sulky:
{violet}:smile:
{violet}:vomited:
{violet}:hi:
{violet}:afraid:
{violet}:crazy:
{violet}:rabid:
{violet}:fighting:
{violet}:nonoise:
{violet}:blushed:
{violet}:idontknow:
{violet}:scared:
{violet}:razz:
{violet}:kiss:
{violet}:eat:
{violet}:shutmouth:
{violet}:gape:
{violet}:suspicious:
{violet}:laughingoutloud:
{violet}:bruise:
{violet}:crying:
{violet}:pray:
{violet}:serious:
{violet}:excitement:
:)
:d
:wink:
:mrgreen:
:neutral:
:twisted:
:arrow:
:shock:
:???:
:cool:
:evil:
:oops:
:razz:
:roll:
:cry:
:eek:
:lol:
:mad:
:sad:
:!:
:?:
:idea:
:hmm:
:beg:
:whew:
:chuckle:
:silly:
:envy:
:shutmouth:
{pear}:happy:
{pear}:smile:
{pear}:laugh:
{pear}:laughingoutloud:
{pear}:crying:
{pear}:exhausted:
{pear}:nerd:
{pear}:surprised:
{pear}:veryhungry:
{pear}:wink:
{blackemo}:laughtertotears:
{blackemo}:gift:
{blackemo}:love:
{blackemo}:inlove:
{blackemo}:shamefaced:
{blackemo}:heart:
{blackemo}:crazy:
{blackemo}:anguished:
{blackemo}:bruise:
{blackemo}:easymoney:
{blackemo}:exhausted:
{blackemo}:vampire:
{blackemo}:shutmouth:
{blackemo}:wink:
{blackemo}:carnival:
{blackemo}:flowers:
{blackemo}:hotdrink:
{blackemo}:party: