Forum


DPCM e ricariche Te...
 
Notifiche
Cancella tutti

DPCM e ricariche Tesla  

Pagina 1 / 2

Post: 37
Registered
(@stefibe)
Eminent Member
Registrato: 1 annofa

Ciao a tutti sapete se Dover ricaricare l'auto elettrica rientra tra ciò che prevede il DPCM?

Praticamente non uso quasi l'auto,come credo molti di Voi, se non sporadicamente per fare la spesa in un supermercato, ma la carica della mia M3 sta finendo e non ho la possibilità di ricaricare in casa.

Nel caso rientrasse (come credo), io ho un Suc a 16 km da casa ma in altro comune (Pesaro/Fano), però L'ultimo DPCM richiederebbe l'assoluta urgenza per il salto da comune a comune....

Che ne pensate?

A livello teorico/logico sarebbe molto meno pericoloso che non andare in un supermercato...

20 Risposte
Post: 218
Registered
(@paolo-f-b)
Estimable Member
Registrato: 2 annifa

Il DPCM non è basato sulla eventuale pericolosità ma sulla effettiva necessità perchè se non si va a fare la spesa ad esempio poi diventa più pericoloso non mangiare che rischiare di contagiarsi (anche se, il rischio, con i dovuti accorgimante è molto basso se non assente).

Detto questo i distriburori, i meccanici e i gommisti secondo il DPCM posso operare normalmente (con le dovute cautele) quindi di conseguenza se il SuC può essere definito un distributore di carburante ancorchè di elettricità la logica, appunto, fa pensare che si possa utilizzare, chiaramente il più vicino alla abitazione.

Nel DPCM non è specificato il tipo di distributore (gasolio, benzina, metano, gpl, elettrico) pertanto ritengo entri nella casistica generica dei distributori.

Si può fare una telefonata al comando dei vigili del comune e chiedere conferma giusto per capire come lo interpretano le forze dell'ordine.

L'unica contestazione che potrebbe essere fatta è che di colonnine per la ricarica ce ne sono anche dell'enel più vicine (credo) ma in questo caso bisogna dichiarare che primo la ricarica al SuC è gratuita mentre l'enel no (non possono farmi spendere soldi se ho la possibilità di risparmiare) inoltre con l'enel dovrei stare fuori (con gli eventuali rischi) dalle 3 alle 5 ore mentre con il Suc solo 30 minuti.

Risposta
1 Risposta
Moderator
(@lolli_)
Registrato: 3 annifa

Noble Member
Post: 1557

@paolo-f-b

mi trovi d'accordo con te. la cosa migliore da fare è una telefonata o ancor meglio una mail (carta canta) alla polizia locale e spiegare la situazione per evitare ogni tipo di problema. perchè se trovi il poliziotto sbagliato.. la multa se vuole dartela te la dà comunque, ma se hai un foglio che spiega che un collega ti autorizza, allora sei a posto.

Risposta
Post: 4726
 Noos
Moderator
(@noos)
Famed Member
Registrato: 4 annifa

.......però c'è già un 3D in merito........ed è pure recente.

Risposta
1 Risposta
Registered
(@stefibe)
Registrato: 1 annofa

Eminent Member
Post: 37

@noos

ho cercato ma non l'ho trovato...me lo indichi...? Grazie 🙂 🙂 🙂 

Nel frattempo ho scritto sia al comando dei Vigili che al comando dei carabinieri... stiamo a vedere

 

Risposta
Post: 48
Registered
(@proxximo-m3lr)
Eminent Member
Registrato: 2 mesifa

L'auto è un bene di prima necessità e per utilizzarla ha bisogno del carburante. In questo caso è l'elettricità al posto della benzina-gasolio-gpl-metano.

Andare a rifornire è necessario, non si può tenere un auto senza "carburante" in caso di urgenza non si ha il tempo per fermarsi a rifornire.

Naturalmente bisogna usare sempre del buonsenso, stare fuori 8 ore per ricaricare sembra un pò eccessivo, ma nel caso dei SuC il problema non si dovrebbe porre.

Inoltre, come ha detto Paolo, non ti possono obbligare ad utilizzare qualcosa a pagamento quando si ha la possibilità di usufruire di un'altra gratuitamente e in modo più veloce riducendo l'esplosione al rischio contagio. Anche da parte delle forze dell'ordine dovrebbe vigere il buon senso 😉 

Risposta
Post: 4726
 Noos
Moderator
(@noos)
Famed Member
Registrato: 4 annifa
Postato da: @proxximo-m3lr

Inoltre, come ha detto Paolo, non ti possono obbligare ad utilizzare qualcosa a pagamento quando si ha la possibilità di usufruire di un'altra gratuitamente e in modo più veloce riducendo l'esplosione al rischio contagio

Potrebbe essere discutibile ma induce un ragionamento più ampio..

Se hai un servizio più vicino dovresti utilizzare quello anche se a pagamento.....altrimenti sarebbe giustificata la migrazione da un comune all'altro giacche questo o quel supermercato pratica prezzi migliori.

L'esposizione al rischio parrebbe la stessa, ai SuC bar e ristoranti chiusi, in macchina a dormicchiare o ascoltare musica, alle colonnine stessa cosa.

Risposta
7 Risposte
Registered
(@proxximo-m3lr)
Registrato: 2 mesifa

Eminent Member
Post: 48

@noos L'esposizione si ha sempre e comunque uscendo da casa, ma se ho una necessità, come quella di ricaricare l'auto poichè è quello il suo carburante, e l'auto rientra nelle prime necessità, andare a rifornire gratuitamente per usare l'auto per recarsi al lavoro o per urgenze sanitarie, non uguale a fare la spesa dove la scatoletta di tonno costa meno. A mi avviso è logico e giustificato.

Risposta
 Noos
Moderator
(@noos)
Registrato: 4 annifa

Famed Member
Post: 4726

@proxximo-m3lr

Ah! E quale sarebbe la differenza......così eh, giusto per capire!

 

 

Risposta
Registered
(@proxximo-m3lr)
Registrato: 2 mesifa

Eminent Member
Post: 48

@noos L'ho già scritta la differenza e ripeto non mi sembra che abbiano la stessa "priorità". Poi ognuno ha i suoi punti di vista.

Non replicherò ulteriormente, come già detto ho esposto il mio punto di vista.

Risposta
 Noos
Moderator
(@noos)
Registrato: 4 annifa

Famed Member
Post: 4726

@proxximo-m3lr

Lo trovo poco consistente.......bene, non replicare.

 

Risposta
Admin
(@divh)
Registrato: 4 annifa

Famed Member
Post: 4448

@proxximo-m3lr

Andare a fare un rifornimento gratuito è una cosa di prima necessità? Cosa non sto capendo correttamente? 
Il problema del decreto, ma sopratutto della situazione è che bisogna limitare il contagio e questo si fa stando a casa PUNTO.

L'eccezione di uscire solo per svolgere attività di necessità primaria non va interpretata ogni volta a proprio interesse o piacere, altrimenti cominciamo a vedere scene di chi porta a spasso il cane a 50km di distanza da casa, oppure esce l'asinello col guinzaglio eccetera.

C'è una situazione di emergenza, lo è per tutti e non solo per alcuni, bisognerebbe aver paura anche solo a mettere il naso fuori di casa e non pretendere al diritto di uscire per qualsiasi scemata.

Devi ricaricare l'auto? Il primo posto più vicino va bene, ma va bene anche buttar giù la prolunga dalla finestra se proprio serve.

Io sto in casa, non esco semplicemente perchè posso contagiare (magari sono positivo e non lo so) o essere contagiato e portarmela in casa. È un mio dovere.

Non è una questione di punti di vista mi dispiace tanto!

Risposta
Registered
(@stefibe)
Registrato: 1 annofa

Eminent Member
Post: 37

@divh

sono d’accordo su tutto ciò che dici. 
stiamo tutti a casa !!! ma portare l’acqua e il cibo per la famiglia è necessario e ci vuole l’auto per fare un bel carico.e andarci il meno possibile 
Quindi tirando le somme e con il buon senso mi sembra che il carburante sia una priorità, così come è una priorità limitare il tempo di esposizione .

Da ciò il mio buon senso mi porta a dire che il suc è la scelta migliore questo  sia per i tempi di esposizione ridotti sia per lo scarso affollamento del luogo

li nessuno si avvicina e io non contagio nessuno. 
che ne pensi Divh ?

Nel frattempo dai vigili e carabinieri nessuna risposta. Ora proverò con la pec 

 

Risposta
Registered
(@paolo-f-b)
Registrato: 2 annifa

Estimable Member
Post: 218

@divh

Secondo me il punto non è quello della gratuità della ricarica che in effetti fa poca differenza (a meno che non dimostri che sei indigente, ma se sei indigente non hai una Tesla) il punto è che ricaricare su Enel a 11 Kw ci vogliono 6 ore, quindi questo cozza con il limitare il contagio, ci stai tu dentro la macchina al sole per 6 ore?

Io ho provato entrambe le cose, ho caricato nel mio paese su Enel (solo per 1,5 ore quindi molto poco) e non sono riuscito a rimanere dentro l'auto sempre ho passeggiato lì intorno al massimo a 10 metri ma passava molta gente e a volte si mette a chiaccherare, poi ho caricato dopo 3 giorni al SuC, 18 minuti dentro la macchina fino al 70% e non ho visto nessuno!

Morale il rischio eventuale di contagio è più alto nel primo caso che nel secondo!

Per azzerarlo vai a lavorare o a fare la spesa a piedi!!

Risposta
Pagina 1 / 2
Condividi: