Forum


Ricarica breve  

  RSS

0

Salve mi presento, mi chiamo Giovanni, da qualche settimana vi seguo con piacere, e devo dire che molti dei dubbi che avevo sono stati chiariti leggendo i vari post del forum. Sono  possessore di una Lexus Rx 400H ibrida, alla ricerca di una Tesla usata.

Da quanto mi pare di aver capito, nelle lunghe percorrenze è preferibile fare piu soste ma brevi invece che una sosta lunga. Cio che non mi e' del tutto chiaro, è quanto sia l'autonomia che si ottiene ad esempio con una 85 o simile ricaricando 10 minuti, 15 minuti o 20 minuti al SC..

Un'ordine di grandezza..

Vi ringrazio anticipatamente

Giovanni

 
0

Dipende dalla velocità a cui carichi, la quale a sua volta dipende dalla temperatura della batteria e dalla sua percentuale di carica. Diciamo che sotto al 20% oppure sopra al 80% rallenta molto caricherai al massimo A30 40 kW... mentre invece all'interno della fascia 20 x 180 x 100 caricherai a circa 90 kW il che significa 1,5 KW al minuto il che significa 10 minuti 15 kilowatt ovvero un'ottantina di chilometri... Come vedi le variabili sono molte ma secondo me sbagli di poco con queste approssimazioni che ti ho fornito

Imho.Matteo.

... che dire.... grazie mille.... mi avete fugato gli utlimi dubbi.

Vi faccio sapere quando avro trovato l'auto dei miei sogni.

Giovanni

0

Breve si potrebbe anche intendere che durante un tragitto lungo il navigatore ti consiglia dove e quanto ricaricare, per perdere il minor tempo in ricarica...poi puoi decidere di caricare anche per più tempo e lui ricalcola tutto...

Zoe 22kwh>Zoe 41kwh>MS 100kwh-twizy80<

 
0

Giovanni sinceramente dopo 3 anni ti dico che non lo considero più nemmeno il problema.

È così gradevole il fermarsi ogni tanto, sgranchire le gambe ....☕️ e 🚽 e manco te ne rendi conto.

Quello invece che fa la differenza è là freschezza ed il rilassamento quando arrivi a destinazione... ancora oggi me ne rendo conto con immenso piacere!

Scusa la risposta filosofica ma ormai con l’ampia rete disponibile tutti si discorsi non servono più ormai!

MODEL S 85D | MIDNIGHT SILVER MET| VIN 90xxx | DELIVERY - 14/08/2015 86'000 km // 204 Wh

 
0

Coincido in pieno con @divh. Piccola storia: l'anno scorso ai primi di luglio andavamo dalla Svizzera a Torino via il San Bernardo. Ci fermiamo a Martigny (città svizzera nel vallese) dopo i primi 140 km per passare in bagno. A quel momento non avevamo la Tesla, il contratto lo firmerò 15 gg dopo. Si arriva sul posto alle 15:20 e dopo la pausa toilette e un caffè veloce al banco del bar siamo usciti: erano le 15:40. In quel tempo avrei caricato una quantità di energia per fare di sicuro almeno 200 km. Per la cronaca, Martigny ha in autostrada il Relais du Grand San Bernard che è un'area di sosta che ha 8 Supercharger.

 

Questo post è stato modificato 2 settimanefa da SwissElectric
 
0

Ciao Giovanni,

Io sono un assiduo "frequentatore" dei viaggi lunghi, mi capita di fare spesso circa 1100km in un giorno e ritornare 2 giorni dopo.

Ti posso dire che la mia filosofia (esclusi i primi tempi di fisiologica agitazione) è proprio quella descritta dal ns. caro Presidente, ovvero:

Relax, doverose pause e....partenze intelligenti in funzione dei km da fare

Mi spiego meglio: nel mio viaggio abituale più lungo (quello, appunto, da 1100km) parto da casa alle 6 del mattino, mi fermo a fare colazione (sosta breve) verso le 8-8:30, poi a pranzo (sosta lunga), a "merenda" (sosta breve), a cena (sosta lunga.....ma, in realtà, sono praticamente arrivato), arrivo a destinazione, dormo (e ricarico, visto che scelgo sempre destinazioni con DC o SuC), e il giorno dopo sono carico (anche io, come la mia Tesla) per i miei impegni di lavoro.

Quello sopra è, credo, un esempio di viaggio veramente lungo che, abitualmente (circa una volta al mese) facevo anche con la mia precedente auto (piu o meno con le stesse soste, tranne che la "merenda" mi serviva per fare il pieno), al livello di tempi di percorrenza non è cambiato nulla, forse 15  minuti in più: colazione e merenda/pieno all'Autogrill ti portano via comunque 10-15 minuti, pranzi e cene circa un'ora (non mangio panini, ci tengo al mio fegato).

Per i viaggi corti (....che per i più sono lunghi....) da circa 400km il problema non esiste, piccola sosta (ma potresti farcela anche senza) a metà viaggio e ricarichi all'arrivo.

Insomma, relax totale e fiducia nel Tesla route planning (funziona benissimo e, difficilmete, ti pianifica soste superiori ai 30 minuti).

Le domande che, comunque, ti devi fare sono:

1 Quante volte, REALMENTE, farò viaggi solo andata (bada bene, non andata e ritorno) da più di 300km?

2 Per quale scopo? (viaggi di lavoro con appuntamenti sono una cosa, vacanza e visita parenti, beh....)

3 Riesco ad avere un preavviso dei suddetti viaggi con almeno una mezza giornata in anticipo?

4 Dove caricherò abitualmente? (casa, ufficio, SuC, DC....tutte e 4 le opzioni indistintamente...)

Le 4 domande ti serviranno per scegliere la "taglia" della tua batteria, nel mio caso ho scelto una 100 proprio per le mie esigenze: 65.000 km/anno, viaggi giornalieri da 160km e frequenti, per lavoro, fra i 400 e i 1.000km.

Auguri per la tua ricerca di una Tesla

 

Model S 100D (02-03-18) - Grigio metallizzato - Tetto in vetro - Cerchi Slipstream grigio 19’’ - Interni Ecopelle Nera - Modanatura in fibra di carbonio - Pilota automatico migliorato - Pacchetto Premium

 
0

Tutte ottime risposte, che posso solo confermare dalla mia esperienza di un anno e 47'000 km con Tesla MS 75D. La taglia più grossa della batteria per me sarebbe stato un "no go" in quanto non avrei potuto sborsare/mettere 20k in più sul prezzo d'acquisto, per cui avrei dovuto rinunciare a Tesla. 

Avendo avuto una precedente esperienza con auto elettriche sono partito più "relax", ma in realtà mi sono accorto che l'autonomia con Tesla (grazie alla rete dei SuC e ai DC) non è assolutamente un problema. Percorrendo parecchi km e facendo più pause "brevi" arrivi più riposato alla meta (come hanno già scritto qui sopra).

Ora, come ti è già stato detto, quanta autonomia puoi "accumulare" durante una pausa "breve" dipende appunto dallo stato in cui si trova la batteria (temperatura e stato di carica): in genere se sei in viaggio la temperatura della batteria è buona, per cui puoi caricare "veloce" (ca. 90 kW). Ora lo stato di carica della batteria influenza quanti a kW puoi caricare: una batteria "semivuota" (attorno al 20-25%) ti permette di caricare ca. 15 kWh in 10' e arrivare quindi al 40-45%). Restare altri 10' ti permetterà di arrivare al 55-60% e restando ulteriori 10' arriveresti attorno al 70-75%, proprio perché più la batteria è carica, meno potenza (kW) accetta.

Tutto sta nel pianificare un minimo il tuo viaggio: se devi percorrere 450-500 km e parti con batteria al 80% e dopo aver percorso ca. 200 km (1h45'-2h) hai un SuC, fermati a fare un pausa (fa bene per la sicurezza e anche alla vescica; se poi ti bevi un caffè fa bene anche al morale). Probabilmente la batteria sarà al 20% e in quei 15-20 minuti la porterai al 45-55%, il che ti permetterà di percorrere altri 120-140 km. Se poi guardi le e-mail o leggi il giornale e la pausa si allunga a 30-40' ti ritrovi con il 70-80%. Se nel raggio di 100 km hai altri SuC, dopo 15' puoi ripartire e ti fermerai nuovamente per 15'.. personalmente preferisco caricare piuttosto 30' in una volta che 15' 2 volte, perché il tempo che perdi per raggiungere il SuC e collegare/scollegare l'auto e raggiungere di nuovo la strada è di regola superiore a quello di restare 15' in più.

Una nota @teslateo:

(...) mentre invece all'interno della fascia 20 x 180 x 100 caricherai a circa 90 kW il che significa 1,5 KW al minuto il che significa 10 minuti 15 kilowatt ovvero un'ottantina di chilometri... (...)

Non capisco la storia del "20 x 180 x 100"... e nelle unità di misura c'è confusione (i kW sono per la potenza mentre i kWh sono per l'energia, che nel sistema internazionale di misura sarebbe espressa in Joule), quindi corretto sarebbe:

(...) caricherai a circa 90 kW (potenza) il che significa 1,5 KWh (energia) al minuto il che significa 10 minuti 15 kilowattora (energia) ovvero un'ottantina di chilometri... (...)

Questo post è stato modificato 2 settimanefa 2 times da TheDream

Dal 29-11-2017 al volante di Tesla Model S 75D | argento | interni in stoffa | cerchi 19" | tetto panoramico apribile | sospensioni pneumatiche intelligenti | 47'173 km (28-11-2018 - 1 anno) | 196 Wh/km

 
0

@TheDream
Tutto vero ciò che dici però Perdonami io mi collego sempre dal cellulare e non digito bensì io parlo e lui scrive... il problema è che scrive un po' ciò che gli pare

Imho.Matteo.

 
0

@TeslaTeo

🤣 🤣  🤣  🤣 

Ottimo, io invece scrivo e il correttore fa casino.. poi devo correggere! 

Dal 29-11-2017 al volante di Tesla Model S 75D | argento | interni in stoffa | cerchi 19" | tetto panoramico apribile | sospensioni pneumatiche intelligenti | 47'173 km (28-11-2018 - 1 anno) | 196 Wh/km

 
0

Allora, per la ricarica breve o lunga è una questione di preferenze. Se si vuole viaggiare veloci bisogna mantenere la velocità più alta possibile compatibilmente con i limiti, lo stato della strada e del traffico e le proprie condizioni fisiche. E caricare spesso, quasi a ogni Supercharger dove sono molti tipo in Germania. Magari saltando solo quelli davvero troppo vicini, scomodi o fuori mano.

Per quanto riguarda la velocità di carica, la carica è lenta da 0 a 5%. Poi va a manetta, 110-120 kW a seconda della batteria e delle condizioni di temperatura etc, fino a circa il 50% di carica. Da li in avanti rallenta, fino a diventare lentissima verso la fine.

In genere arrivavo ai SC anche con 1-2%, ma quando ho capito che carica lentamente fino al 5%, cerco di arrivare senza scendere sotto il 5%.

Occhio anche che a batteria quasi vuota una bella accelerata in salita può far scendere la carica indicata anche del 2% in meno di un km, dunque quando si è agli sgoccioli guidare senza stress.

Quando faccio viaggi brevi, 5-600 km non mi importa di ottimizzare i tempi e vado rilassato godendomi le soste e senza spaccare il cronometro. Ma quando faccio viaggi lunghi, anche più di 2000 km in una tirata, allora divento una macchina calcolatrice delle soste, sono più veloce dei meccanici Ferrari: quando arrivo al SC salto fuori e in mezzo secondo ho attaccato la spina, e quando parto stacco mi tuffo in macchina e via 🙂

 
Share: