Forum


Vacanza in auto?
 
Notifiche
Cancella tutti

Vacanza in auto?  

Pagina 2 / 3

Post: 220
Owner
(@frank62)
Estimable Member
Registrato: 1 annofa

In che zona della Calabria devi andare? I SuC sono due, vicini ai caselli a Morano calabro e Palmi.

L'anno scorso io sono andato in Sicilia, partendo da Milano e li ho usati entrambi

In sicilia, senza SuC, me la sono cavata con i Destination, con le Enelx o con un albergo a Catania con colonnina per i clienti.

Con un'altra auto non avrei mai fatto un viaggio del genere.

Risposta
2 Risposte
Registered
(@manuelpn)
Registrato: 7 mesifa

Trusted Member
Post: 54

@frank62

Vado vicino a Reggio Calabria, se non sbaglio in zona c'è un SUC funzionante...

Risposta
Owner
(@frank62)
Registrato: 1 annofa

Estimable Member
Post: 220

@manuelpn

Uscita di Palmi nel parcheggio di un hotel praticamente sullo svincolo.

A Reggio città diverse enelx nel caso.

Ma se sei in quella zona arrivi tranquillo e c'è l'hai abbastanza vicino

Risposta
Post: 62
Registered
(@paolosil)
Trusted Member
Registrato: 6 mesifa

I SuC sono utili per tratti lunghi e a Reggio Calabria ci arrivi bene. Quando sei lì con colonnine di ricarica normali ti fai rabbocchi durante la notte. Vai tranquillo. Io in una settimana mi sto facendo modena-praga-Berlino-Latina-modena. 

Risposta
1 Risposta
Registered
(@manuelpn)
Registrato: 7 mesifa

Trusted Member
Post: 54

@paolosil

Però.., bel giretto...

Risposta
Post: 62
Registered
(@paolosil)
Trusted Member
Registrato: 6 mesifa

Ora sono a Berlino, ho caricato in 5 SuC (una in più al Brennero per uscire dall'Italia bello carico, visto che in Italia non si paga e all'estero si) , in zona Steti (50 km da Praga, non ci passi per caso) poche stazioni di ricarica ma ho trovato presso un ristorante un Destination Charger Tesla con ricarica gratuita che mi ha permesso di arrivare a Dresda. A Berlino stazioni di ricarica a gogo soprattutto di Allego in roaming con Enel-x (a parole, dichiarazioni di inizio luglio sui media, in realtà non andava) ma fruibile con Nextcharge. 

Risposta
Post: 5990
Moderator
(@devix)
Illustrious Member
Registrato: 4 annifa

Dipende dalla vacanza che vuoi fare. Se vuoi goderti il viaggio (compreso il trasferimento), vai in macchina, altrimenti aereo. Ovviamente nel secondo caso la spesa e' decisamente piu' alta.
Per il resto, problemi zero con le ricariche secondo me.
In generale io tengo sempre un 10% di margine tra un SuC e l'altro.

Risposta
6 Risposte
Registered
(@manuelpn)
Registrato: 7 mesifa

Trusted Member
Post: 54

Deciso per viaggio in auto, per sicurezza farò qualche tappa in più tenendomi un buon margine di sicurezza...

Risposta
Moderator
(@devix)
Registrato: 4 annifa

Illustrious Member
Post: 5990

@manuelpn
Ottimo.
Consiglio, imposta il viaggio di SuC in SuC.
Quando sei fermo in carica, imposta il SuC successivo e parti quando il navigatore ti dice che arrivi con il 10-15% di batteria.

Divertiti e non pensare troppo alle ricariche.

Risposta
Registered
(@manuelpn)
Registrato: 7 mesifa

Trusted Member
Post: 54

Grazie per la risposta, 

Seguirò i consigli...

Risposta
Moderator
(@pontamarco)
Registrato: 4 annifa

Noble Member
Post: 1432

@manuelpn direi la decisione più giusta!

finito questo viaggio non vedrai l'ora di farne un'altro (almeno per me è stato così).

Ottimo consiglio quello di Devix, è il modo più efficiente di viaggiare con Tesla!

Buona vacanza e, se ti va, apri un topic con le tue esperienze, tornerà sicuramente utile a qualcuno.

Risposta
Registered
(@manuelpn)
Registrato: 7 mesifa

Trusted Member
Post: 54

@pontamarco

Effettivamente è un buon consiglio.  Io da neofita avrei impostato il viaggio dalla partenza senza ricalibrarlo ad ogni ricarica..

Buona l'idea del topic.

Risposta
Moderator
(@cronos)
Registrato: 4 annifa

Famed Member
Post: 2895

@manuelpn

Non ti fermi mai esattamente il tempo che ti suggerisce lui, quindi ci sta di ricalibrare

Se poi è un viaggio lungo confrontati anche con a better route planner, così hai una doppia verifica e doppia serenità

Risposta
Post: 54
Registered
(@manuelpn)
Trusted Member
Registrato: 7 mesifa

Ciao a tutti,
vacanza terminata ed esperienza più che positiva! Il viaggio ha impiegato circa 4000km, attraversando tutta l'Italia da nordest a sudovest, la costa Calabra, ionica e tirrenica, attraversata più volte. Vietato dire che la vacanza in auto elettrica è una vacanza esattamente come le altre, perché ovviamente non è così. Bisogna programmare gli spostamenti in anticipo, specialmente dal centro in giù dove i SUC sono pochi e caricare su altri distributori si perde troppo tempo. Purtroppo non sempre si ha la fortuna di poter caricare in albergo. Come consigliatomi nel forum, nel lungo tragitto ho scelto una sosta carica in più per sicurezza, alla fine il tempo è uguale perché si aspetta meno per il tempo ricarica. Inutile negare che fare la vacanza con l'attenzione alle ricariche sia una seccatura, però questo aiuta ad organizzarsi per tempo e pianificare al meglio i tragitti e i tempi a disposizione. 
L'Italia è bellissima e attraversarla in Tesla è un esperienza unica. Percorrere la Salerno Reggio Calabria attraversando la Sila e la Locride con il tetto panoramico avvalora la vacanza stessa. Personalmente arrivando da auto grande e alta all'inizio ero disorientato, fare tanti km molto vicino al terreno è completamente diverso, specialmente nelle curve dei grandi ponti in autostrada, dove i molti giunti stradali mi hanno fatto sentire la nostalgia delle sospensioni di un SUV, M3 ha decisamente un' impronta sportiva  e di conseguenza meno permissiva agli sbalzi. Nelle parti montuose ho sempre preferito il volante in modalità sport per avere più precisione nelle curve. Pensavo di uscire dai lunghi spostamenti con un gran mal di schiena (sono alto 190cm) invece mi sono trovato benissimo senza alcun problema. L'auto si è sempre comportata bene e sicuramente rende il viaggio moooolto meno noioso di una termica tradizionale. Nella guida è sempre precisa e docile ma quando si trova in tratti fortemente montuosi tira fuori gli artigli mostrando il meglio di sé, sentendosi completamente a suo agio e guizzando che è un piacere. I pochi lati negativi (già evidenziati più volte nel forum), sono un alto consumo nei classici 130km orari in autostrada e poca visibilità del lunotto posteriore, specialmente in retromarcia (ho graffiato un cerchio!!!!).
Consiglio vivamente a tutti di farsi un bellissimo e lungo viaggio con la propria Tesla, magari attraversando il nostro bellissimo paese, senza fretta e senza alcun timore.

Risposta
Pagina 2 / 3
Condividi: