Forum


Penetrazione del Mo...
 
Notifiche
Cancella tutti

Penetrazione del Modello 3 in Europa - L'Italia le batte tutte...in meno  

Pagina 4 / 5

Post: 761
Owner
(@rudyvdw)
Prominent Member
Registrato: 1 annofa

Un altro elemento che sarà difficile da fare capire alle masse.... è la durata di un auto elettrica e soprattutto Tesla. I famosi 100 mila km che è sempre un traguardo psicologico, oggi con le elettriche dovrebbe sparire ma non nella mente della gente.

Noi con le nostre Tesla abbiamo un auto che "invecchia" ma rimane sempre giovane con gli aggiornamenti. Un auto di x anni fa è sempre (quasi secondo l'AP) allo stesso livello di una nuova. Inoltre sappiamo che i motori del M3 dovrebbe durare 1 milione di miglia come detto da Elon (sono gli stessi motori che saranno utilizzati per il Semi). Poi con esperienze già viste, si può arrivare a 500 mila km con lo stesso pacco batteria. Dunque il concetto di ammortamento cambia completamente.

Purtroppo saremo "costretti" a tenere le nostre Tesla più al lungo...(in bene o in male) perché andranno sempre. Non ci sarà più così presto il piacere di averne una nuova. Grinning  

Risposta
1 Risposta
Registered
(@rampy77)
Registrato: 1 annofa

Trusted Member
Post: 82

@rudyvdw

Vero!!! è il concetto di auto che cambierà. 

Al di la delle ricadute dirette sulle emissioni di CO2 di una macchina elettrica, il vero impatto sarà sulla durata di un'auto. Non è sostenibile ecologicamente e economicamente la produzione massificata di auto. Cambiare auto ogni 4 anni non è sostenibile con l'auto tradizionale. Troppo complicate e costose da produrre. L'auto elettrica è più facile da produrre. Il business automotive è destinato a cambiare. Tutti i grandi marchi fanno alleanze per dividere le perdite e sopravvivere al cambiamento che sta arrivando. Chi l'ha capito per primo (Marchionne, che non viene dall'automotive) ha monetizzato, fatti contenti gli azionisti e venduto (PSA). Spero solo che l'economia regga il cambiamento...  

Risposta
Post: 440
Registered
(@berpaniz)
Reputable Member
Registrato: 2 annifa

Sono d'accordo con il ragionamento sulla durata della auto che dovrà allungarsi, giocoforza l'attuale modello prevede un turn over troppo elevato con conseguenze per gli inquinanti emessi durante la fabbricazione delle auto, anche ammesso che una singola Tesla inquini di più per la fabbricazione, questo aspetto si compensa con il risparmio di fossili per la durata di vita simile ad una ICE, poi però siccome una Tesla dura di più, tutto il periodo successivo a quest'ultima scadenza, è tutto di guadagnato per l'ambiente.

Aggiungerei che non è solo una questione ambientale, ma anche guardandolo solo dal punto di vista economico; Una tempo, con un barile di petrolio energia equivalente si estraevano 100 barili, oggi per un barile speso se ne estraggono solo 10, io credo che questo aspetto abbia comportato l'insorgere della crisi del 2008 che si fa fatica a superare, le nostre economie non possono tollerare questi costi energetici, se non per periodi limitati di tempo attraverso l'indebitamento monetario,  se vogliamo proseguire nella prosperità bisognerà per forza cambiare fonte energetica ela rinnovabile mi sembra quella più a portata di mano.

Mi attento sul fotovoltaico novità interessanti nei prossimi anni su costi ed efficienza.

 

Risposta
Post: 761
Owner
(@rudyvdw)
Prominent Member
Registrato: 1 annofa
Postato da: @rampy77

Chi l'ha capito per primo (Marchionne, che non viene dall'automotive) ha monetizzato, fatti contenti gli azionisti e venduto (PSA)

Io la vedo proprio all'opposto. Marchionne magari aveva capito ma continuava fino all'ultimo a sostenere il contrario sull'elettrico....sbagliando vedendo quello che è successo solo dopo 18 mesi della sua morte.

No, per me Marchionne è stato furbo per scopo strettamente personale. Voleva togliere tutti i debiti all'azienda. Così facendo si prendeva un bel bonus di fine carriera e se ne andava nel 2019 come l'aveva annunciato. Poi chi dopo di lui doveva risolvere il problema dell'elettrico....e stavano pedalando finche hanno trovato l'accordo finalmente con PSA dopo il tentativo fallito con Renault e prima ancora con GM ma la Sig.Ra Barra ha chiuso la porta in faccia a Marchionne.

No, Marchionne ha lavorato per il suo conto personale e lasciato il problema della transizione elettrica a il suo successore...sapendo benissimo quello che faceva. L'unico sbaglio che la transizione si sta accelerando e dopo Tesla, sarà la VW a spingere. Questo non l'aveva visto per niente.

Risposta
Post: 2745
Moderator
(@cronos)
Famed Member
Registrato: 4 annifa
Postato da: @rudyvdw

Questo non l'aveva visto per niente.

O semplicemente non gliene fregava niente

Se hai la casa in fiamme, non stai a preoccuparti che si sporca il tappeto, la tua casa è in fiamme. Fiat era messa male, tanto male, è inutile discutere di elettrico o altro se non riesci ad arrivare a fine mese, lui si è assicurato che almeno avessero la possibilità di arrivare a fine mese.

Poi è chiaro che così facendo stai lasciando debiti tecnici non irrilevanti ai tuoi successori, ma è anche chiaro che lui stesse cercando di chiudere anche questo problema con una fusione

La strategia non era male, è chiaro che per portarla avanti ha dovuto dire un po' di cavolate, come del resto le dicono un po' tutti, vedi Toyota

 

Risposta
2 Risposte
Owner
(@rudyvdw)
Registrato: 1 annofa

Prominent Member
Post: 761

@cronos

Capisco e sarei d'accordo ma lui era a capo di FCA dal lontano 2004....14 anni prima della sua morte. Non mi sembrava così in fiamma la FCA verso la fine. Ma non importa. FCA è in ritardo e direi che Toyota è quasi messa peggio....adesso annunciano il SUV elettrico ma solo con Lexus UX300e e con dati tecnici non molto aggiornati...autonomia ridotta, capacità batteria ridotta, boh...capiranno.

https://electrek.co/2019/12/09/lexus-launches-electric-suv-for-asia-and-europe-showing-that-toyota-can-quickly-shift-to-evs/

Risposta
Moderator
(@cronos)
Registrato: 4 annifa

Famed Member
Post: 2745

@rudyvdw

FCA è ancora in fiamme tutt'ora.. è sostenuta praticamente solo da jeep ( e penso ancora per poco ), continuano a calare le vendite i margini etc, infatti non si capisce perchè psa voglia la fusione, non è che traggano particolari vantaggi da tutto questo, ma si vedrà, alla fine queste grandi fusioni sono per lo più un affarone per gli azionisti di maggioranza che si auto-elogiano e si prendono un ottimo bonus senza aver fatto nulla

Toyota continua a ribadire che l'elettrico non è il futuro, secondo me si stanno schiantando contro un muro a 100km/h ma per loro fortuna l'elettrico in se è facile da fare, i concetti fondamentali sono due: batterie e motore.

Nel peggiore dei casi li compri da fornitori che nel frattempo hanno fatto i loro compitini a casa e recuperi rapidamente, soffriranno in caso per un po' ma poi se vogliono ritornano in pista

Guarda la I-Pace la E-Tron etc, alla fine con i software update stanno recuperando molto, non raggiungerai magari il livello di Tesla ma ad un certo punto una volta che sei arrivato all'80% lo capisci da te, caricare a 130 al posto che 150, oppure il 20% di efficienza etc, sono cose molto relative perchè ti servono solo in determinati viaggi e in quel caso una miglior insonorizzazione, miglior comfort etc, possono farti chiudere un occhio su queste cose

Risposta
Post: 5539
Moderator
(@devix)
Illustrious Member
Registrato: 4 annifa

Ma alla fine io giustifico le case tradizionali.
Se il mercato ti chiede il 99% di auto termiche, tu mungi finche' ce n'e'.
E' ovvio.
Il merito di Tesla e' di aver provato che si puo' vivere con una macchina elettrica.
E lo ha provato non solo agli integralisti dell'ambiente che compravano Leaf e Zoe, ma anche a chi comprava auto potenti e costose.
Ora gli altri si sono svegliati, ma sono indietro. Con i capitali che hanno pero', arriveranno presto a livelli altissimi.

Risposta
Pagina 4 / 5
Condividi: