Forum


DC a pagamento  

  RSS

(@lorenzof)
Eminent Member Registered
Registrato: 1 mesefa
Post: 24
06/12/2018 7:49 pm  

Ciao a tutti,

ho questo dubbio che mi attanaglia e vorrei che mi stroncaste sul nascere l'idea prima che scaturisca qualcosa di sbagliato  🤔 

Il mio paese natale è situato in appennino, dove torno per ora almeno due volte la settimana, ed è vocato al turismo. Famoso è il suo Castello, dichiarato come uno trai i più belli d'Italia, circondato da una corona di monti su cui ci si può sbizzarrire tra MTB, escurionismo o ippovie... Il tutto "condito" dalla cucina emiliana (pasta, salumi, torta fritta, ecc) e quella prettamente locale che vede il Fungo Porcino ed i tartufi come ingredienti cardine.

Ovviamente in quanto strenuo sostenitore dell'elettrico non ho potuto fare a meno di notare che non ci sono colonnine di ricarica DC nell'arco di centinaia di km.

Anche controllando i siti di indicizzazione delle colonnine di ricarica elettriche generiche non è che siamo messi meglio:

Pertanto sono mesi che mi chiedo: perchè?

Ho contattato l'amministrazione comunale per proporle di richiedere un Tesla DC ad uso pubblico come già fanno altri comuni ma, dopo aver capito il problema, hanno riflettuto che l'effettivo impegno che richiederebbe l'installazione faccia propendere piuttosto ad EnelX.

Tuttavia, non essendo nota la data entro la quale verranno installate delle colonnine, ne tantomeno dove, e credendo che ci sia spazio anche per altre sto pensando, visto che non lo fa nessuno, di metterne una a doppia presa io. O meglio una piccola P.IVA costituita all'uopo (se passa il forfetario).

Per quanto riguarda la posizione semicentrale al paese ed il posto per poterla installare non dovrei avere grossi problemi. L'unico dubbio è relativo alla fattibilità della cosa per mezzo TESLA.

Infatti ho già ricevuto vari preventivi da alcune ditte che producono colonnine per supermercati, negozi, aree turistiche ecc ecc quindi adatte ad uso pubblico e con sistema di pagamento integrato. Tuttavia vorrei poter dotare il sistema anche di uno stallo TESLA, per simpatia e per convenienza. Sostanzialmente una colonnina DC ti "entra nella mappa che hai in macchina" mentre una generica la devi cercare. La differenza è molto sottile ma c'è. D'altro canto il WallBox TESLA non è altro che un caricabatteria a cui manca tutta la parte a monte di contabilizzazione dell'energia ed il sistema di pagamento con POS per poterla fatturare al cliente. Non da ultimo un DC può essere usato da un'impresa per vendere energia al pubblico come unico scopo e non come servizio indiretto (hotel)?

Economicamente ho già fatto qualche conto e non mi conviene optare per un DC perchè ho sentito un'azienda con cui collaboro per lavoro cosa comporterebbe fare un piccolo quadro elettrico con energy meter, PLC e POS e non sarebbe più concorrenziale con una blackbox generica ma ready-to-use. Però mi piaceva l'idea di ritrovarmi delle TESLA per strada, visto che ogni estate qualcuna passa, molte provenienti da NL.

Grazie a tutti!!!


franz liszt hanno apprezzato
RispostaQuota
(@teslateo)
Honorable Member Owner
Registrato: 2 annifa
Post: 561
06/12/2018 8:08 pm  

Poni molte domande... mi pare che non si possa esercitare attività puramente di vendita energia elettrica... Potresti rimediare con l'espediente del pagamento della sosta del parcheggio Chiaramente ti ci vorrebbero le relative autorizzazioni. Sinceramente non so quanto possa essere remunerativa una attività del genere, soprattutto in una zona pur se bellissima e di pregio ma sostanzialmente periferica. Per curiosità che ordini di grandezza hai per l'acquisto di una colonnina ALL IN one?

Imho.Matteo.


RispostaQuota
(@divh)
Noble Member The President
Registrato: 3 annifa
Post: 2374
06/12/2018 9:06 pm  

In Italia non è permesso rivendere energia elettrica ... 

MODEL S 85D | MIDNIGHT SILVER MET| VIN 90xxx | DELIVERY - 14/08/2015 86'000 km // 204 Wh


RispostaQuota
(@onlyev70)
Estimable Member Registered
Registrato: 8 mesifa
Post: 114
06/12/2018 9:13 pm  

E poi una ricarica lenta avrebbe senso su soste lunghe, una notte. Infatti quasi tutti i DC sono installati in Hotel, camping, agriturismi.

Non credo avrebbe molto senso anche si potesse rivendere l'energia elettrica, installare un DC in zone periferiche, a meno che questo non venga installato a servizio di Hotel o strutture ricettive, dove si permane per almeno 6 ore. 


RispostaQuota
(@lorenzof)
Eminent Member Registered
Registrato: 1 mesefa
Post: 24
06/12/2018 9:29 pm  
Postato da: TeslaTeo

Poni molte domande... mi pare che non si possa esercitare attività puramente di vendita energia elettrica... Potresti rimediare con l'espediente del pagamento della sosta del parcheggio Chiaramente ti ci vorrebbero le relative autorizzazioni. Sinceramente non so quanto possa essere remunerativa una attività del genere, soprattutto in una zona pur se bellissima e di pregio ma sostanzialmente periferica. Per curiosità che ordini di grandezza hai per l'acquisto di una colonnina ALL IN one?

Grazie per la risposta!

Dunque: per una colonnina a palo con due prese tipo 2 a 22 kW sono a 3600 €

Mi basterebbe recuperare il capitale investito e far coprire i costi fissi annuali. 


RispostaQuota
(@lorenzof)
Eminent Member Registered
Registrato: 1 mesefa
Post: 24
06/12/2018 9:34 pm  
Postato da: DiV@h

In Italia non è permesso rivendere energia elettrica ... 

Ma non è il contrario? o almeno io avevo capito così

Il servizio di ricarica pubblica dei veicoli elettrici può venire erogato solamente da imprese di vendita di energia elettrica?

No, non esistono limitazioni di questo tipo.

Può un'impresa di distribuzione di energia elettrica realizzare e gestire punti di ricarica accessibili al pubblico?

No. Conformemente alla normativa comunitaria e nazionale, un'infrastruttura di ricarica di veicoli elettrici non dovrebbe essere realizzata da una società intestataria della concessione di distribuzione di energia elettrica.
La direttiva europea 2014/94/UE del 22 ottobre 2014 indica, infatti, chiaramente che "la creazione e il funzionamento dei punti di ricarica dei veicoli elettrici dovrebbero essere ispirati ai principi di un mercato concorrenziale con accesso aperto a tutte le parti interessate nello sviluppo ovvero nell'esercizio delle infrastrutture di ricarica" (premesse, n. 30). Il D.Lgs. 257/16 che recepisce tale Direttiva nell'ordinamento italiano prevede che: "Gli operatori dei sistemi di distribuzione cooperano su base non discriminatoria con qualsiasi persona che apre o gestisce punti di ricarica accessibili al pubblico" (art. 4, comma 12).
L'indicazione della direttiva europea 2014/94/UE relativa ai principi di un mercato concorrenziale nel segmento della ricarica in luoghi accessibili al pubblico induce a ritenere che sia prudente considerare il segmento della ricarica dei veicoli elettrici in luoghi accessibili al pubblico alla luce di quanto previsto dall'articolo 8, commi 2 e seguenti, della legge 10 ottobre 1990, n. 287, come modificata e integrata dall'articolo 11, comma 3, della Legge 5 marzo 2001, n. 57; in base a tali disposizioni, un esercente di servizi pubblici in concessione (come un'impresa distributrice di energia elettrica) deve costituire una società separata per svolgere attività di mercato in segmenti contigui a quello della propria attività in concessione, e darne comunicazione all'Autorità garante della concorrenza e del mercato.

https://www.arera.it/it/elettricita/veicoli_ele_faq.htm

Altrimenti non avrebbe senso vendere colonnine con sistema di pagamento!  🤔 

 


RispostaQuota
(@lorenzof)
Eminent Member Registered
Registrato: 1 mesefa
Post: 24
06/12/2018 9:37 pm  
Postato da: Onlyev70

E poi una ricarica lenta avrebbe senso su soste lunghe, una notte. Infatti quasi tutti i DC sono installati in Hotel, camping, agriturismi.

Non credo avrebbe molto senso anche si potesse rivendere l'energia elettrica, installare un DC in zone periferiche, a meno che questo non venga installato a servizio di Hotel o strutture ricettive, dove si permane per almeno 6 ore. 

La funzione sarebbe poi tale, ovvero quella di metterlo a servizio di chi si ferma in qualità di "passante" e non di residente, che si può caricare l'auto a casa. Di sicuro questa non sarebbe una zona di passaggio ma di destinazione e quindi non adatta a ricariche veloci ma piuttosto a quelle lente. Solo che degli esercenti titolari di B&B ed alberghi in paese nessuno vuole affrontare da solo l'investimento. Praticamente farei da terzo che si interpone per mettere a disposizione di tutti un servizio che nessuno singolarmente vuole/può fornire.


RispostaQuota
(@onlyev70)
Estimable Member Registered
Registrato: 8 mesifa
Post: 114
06/12/2018 9:43 pm  

Sono le compagnie elettriche che non ti permettono di rivendere la corrente che loro vendono a te. A meno che tu non diventi un produttore/fornitore di energia elettrica. E' una legge del piffero, ma chi come me ha un impianto fotovoltaico oltre i 19 Kw in vendita totale sa bene. Puoi ottenere la concessione ma ha costi alti, e per 2 prese non convien e di certo. Qui da me ci sono delle cooperative, che hanno ottenuto la concessione, ed ora sono quasi in banca rotta, perché per generare utili, devono rivendere energia ad un prezzo più alto di quello in acquisto, ovviamente è poco conveniente per tutti. 


RispostaQuota
(@lolli_)
Noble Member Moderator
Registrato: 2 annifa
Post: 1028
07/12/2018 4:14 pm  

Bella idea, alla fine la zona è completamente scoperta e faresti del bene a tutti i turisti e a te stesso.

Io conosco un'agenzia immobiliare che ha una colonnina. fa pagare 5€ a sessione, senza un limite di tempo nè di consumo (buon senso). come fa questa a far risultare questo introito? servizio accesorio dell'agenzia immobiliare? quindi basta avere una società che fa "altro" e metterlo come servizio accessorio?

spero tu riesca a trovare una soluzione, sarebbe gran cosa.

Switch to Tesla: ASAP


RispostaQuota
(@devix)
Prominent Member Moderator
Registrato: 2 annifa
Post: 997
07/12/2018 10:09 pm  

Un DC è appunto un Destination Charging e far pagare la ricarica pura, senza servizi aggiuntivi, oltre a essere illegale, è anche al di fuori dell'etica che dovrebbe regolare i DC.
Per la colonnina normale, sarebbe una gran cosa, ma rientrare nell'investimento la vedo dura.
Io ho fatto la stessa richiesta al mio Comune e a qualche supermercato, ma purtroppo nessuno si è voluto prendere l'impegno purtroppo.


RispostaQuota
(@lorenzof)
Eminent Member Registered
Registrato: 1 mesefa
Post: 24
07/12/2018 10:19 pm  

Scusatemi, probabilmente mi sono spiegato male e mi avete frainteso! Il farsi pagare la corrente elettrica non sarebbe a scopo di lucro. Si era capito che non si diventa ricchi, anzi forse si fatica a far rientrare l'investimento. 

Piuttosto il far pagare il servizio era pensato per poter recuperare le spese dell'energia, dell'investimento in se e del commercialista.

La colonnina dovrebbe essere vista come a servizio del turista/cliente/quellochesivuole da parte di TUTTA la collettività. Questo perchè nessuno degli esercenti oggi presenti se la sente di sostenere questa spesa da solo. 

Tuttavia devo capire da voi che il problema sia rivolto più ad un aspetto contrattuale con il fornitore di energia elettrica che non permette di rivendere (stessa cosa come con un operatore telefonico che non permette la subvendita del wifi in casa). Ho capito bene? Grazie!


RispostaQuota
Share: