Forum


Tesla Wall connecto...
 

Tesla Wall connector, UMC 1 e 2…...funzione e utilizzo  


Post: 3219
 Noos
Moderator
(@noos)
Famed Member
Registrato: 3 annifa

Premessa:

Il caricatore è apparecchiatura che permette di far pervenire tensione alternata (solitamente 230V 1F 50Hz o 400V 3F 50Hz) al modulo di ricarica posto sulla vettura elettrica.

Al modulo di ricarica spetta il compito di convertire la tensione da alternata in continua necessaria alla ricarica delle batterie.

Questi apparecchi, caricatore e modulo, “dialogano" analizzando la rete di alimentazione adeguando il valore di carica in base agli input ricevuti.

Va da se che, tensioni troppo elevate o troppo basse, disturbi in linea e collegamenti di terra poco efficaci posso rallentare fino a impedire la carica della batteria.

 

Quanto sopra vale per tutti i tipi di caricatori non solo Tesla.

 

Andiamo ora a vedere quali sono le differenze tra i tre apparecchi:

 

UMC1

Solitamente fornito con Model S e X è un tipo di caricatore portatile progettato per dare la possibilità di collegare lo stesso alla rete sia essa monofase (230V) o trifase (400V).

Nel primo caso la sua capacita di carica massima può arrivare a 32A pari a 7,36 kWh.

Nel secondo caso la sua capacità di carica massima può arrivare a 16A pari a 11,07 kWh

L’intensità della corrente di ricarica con minimo di 5A viene regolata attraverso MCU sulle nostre Tesla.

La spina di interfaccia con la vettura è definita dallo standard europeo Type 2

 

UMC2

Caricatore di nuova generazione solitamente fornito con Model 3, è un caricatore portatile progettato con capacità limitate rispetto a UMC1 poiché può solo essere collegato alla rete monofase (230V), la sua capacità massima di ricarica può arrivare a 16A pari a 3,68kWh.

L’intensità della corrente di ricarica con minimo di 5A viene regolata attraverso MCU sulle nostre Tesla.

La spina di interfaccia con la vettura è definita dallo standard europeo Type 2.

 

Wall connector

Il caricatore da parete, solo per installazione fissa, come UMC1 può essere collegato alla rete sia essa in monofase o trifase.

Con collegamento alla rete 230V la sua capacità massima può arrivare a 32A pari a 7,36 kWh, mentre con collegamento trifase 400V la sua capacità può arrivare a 32A pari 22,144 kWh

Ha la possibilità, attraverso commutatore rotativo interno, di settare l’intensità della corrente erogata con minimo 6A, funzione utile per stabilire la massima corrente di carica disponibile alla vettura senza compromettere le normali attività di approvvigionamento elettrico casalinghe.

Altra interessante funzione poco conosciuta del Wall è la possibilità, in caso di più vetture elettriche, di collegare in serie fino a un massimo di 4 wall connector, la configurazione utilizzata è del tipo a margherita.

Questa funzione da facoltà di ripartire il carico su tutti i wall connector, la massima corrente prelevata e quella settata nel wall connector “MASTER”.

Resta comunque possibile limitare ulteriormente l’intensità della corrente di carica con minimo di 5A attraverso MCU sulle nostre Tesla.

La spina di interfaccia con la vettura è definita dallo standard europeo Type 2.

 

 

Tabella riferimento A/V/kWh:

Attenzione: le capacità di carica riportate nel documento sono definite a cos=1.

 

3 Replies
Post: 87
Registered
(@jabba)
Trusted Member
Registrato: 5 mesifa

Ma il tesla wall in caso di collegamento a contatore domestico ripartisce utilizzo Kw in modo intelligente o rigidamente consuma energia fisata tramite Ampere da auto?

grazie

Risposta
Post: 318
Owner
(@criky)
Reputable Member
Registrato: 2 annifa

La seconda opzione

Risposta
Post: 208
Owner
(@krouebi)
Estimable Member
Registrato: 3 annifa

@noos:

Grazie per la bella documentazione!

In quanto a "Il caricatore da parete, solo per installazione fissa", ecco la DeC che abbiamo incontrato al "Quartier Latin", una bellissima chiesa convertita in ristorante/albergo a Marche-en-Famenne in Belgio:

Diciamo "semi-fisso"...... 😉 !

Risposta
Share: