Forum


Calcolare il costo ...
 
Notifiche
Cancella tutti

Calcolare il costo di ricarica casalingo  

Pagina 1 / 2
  RSS

(@obrini)
Estimable Member Registered
Registrato: 1 annofa
Post: 120
29/05/2020 5:22 pm  

Ma come calcolate il costo al Kw/h domestico? Io alla peggio pago 17 cent al kw/h o anche meno. E' scorretto prendere in considerazione il costo della bolletta e dividerlo per i KW7h consumati, perché ci sono delle spese fisse che comunque pagherei anche se non avessi l'auto elettrica. Il corretto calcolo lo si ottiene dividendo il maggior impoto che pago per i kw/h in più immagazzinati nella batteria dell'auto. In questo modo il costo è decisamente inferiore, e rende la ricarica domestica la più conveniente in assoluto (se non consideriamo le colonnine free...)

O mi sbaglio? Chiedo agli esperti.

Io ho un normale contatore domestico 3 Kw/h.


Quota
(@devix)
Illustrious Member Moderator
Registrato: 3 annifa
Post: 5355
29/05/2020 5:24 pm  

@obrini
Beh ma tu paghi anche le spese fisse quindi bisogna considerare il pacchetto completo.
Se poi preferisci considerare il netto, fai pure, ma comunque le spese ci sono e non te le regala nessuno.


ElMu e Paolo Sammartino hanno apprezzato
RispostaQuota
(@paolosam)
Reputable Member Owner
Registrato: 9 mesifa
Post: 427
29/05/2020 5:27 pm  

Quello indicato e’ quello che pago spalmato sui kWh quindi il conto è giusto IMHO


RispostaQuota
(@fabrij80)
Reputable Member Owner
Registrato: 2 annifa
Post: 450
29/05/2020 6:01 pm  

A mio parere la riduzione di prezzo è per l’imminente uscita del facelift. Abbiamo letto tutti gli articoli che mostravano i patent depositati per il nuovo volante e nuovo schermo orizzontale di Model S e X. Inoltre abbiamo visto tutti la versione Plaid della model S al nurburing con lo schermo in orizzontale. Infine abbiamo ascoltato tutti i rumors che dicevano che questa estate avrebbero svelato i facelift delle suddette vetture. 


RispostaQuota
(@e-frapporti)
Reputable Member Owner
Registrato: 8 mesifa
Post: 266
29/05/2020 6:56 pm  
Postato da: @devix

ma tu paghi anche le spese fisse quindi bisogna considerare il pacchetto completo

IMHO

Le spese fisse non variano al variare dei consumi, per cui quelle, anche a mio avviso, non vanno computate quando si valuta il costo della ricarica domestica perchè restano identiche anche se non si ricarica l'auto.

Poi ci sono delle spese proporzionali ai cosumi, che si aggiungono ai costi della sola energia, e quelle si che vanno computate.

Se poi si decide di aumentare la potenza disponibile (tipo passare da 3 kW a 6 kW) solo a causa della ricarica auto allora si dovrebbero computare tutte le spese fisse relativa alla maggior potenza impegnata

Nel mio caso, ad esempio, l'ultima bolletta (bimestrale) è di 72€ circa e comprende circa 31€ di costi fissi, assolutamente indipendenti dal kWh consumati. Quindi i costi proporzionali ai consumi sono pari a 41 € che divisi per 306 kWh computati fanno 13.4 centesimi al kWh

 

Questo post è stato modificato 1 mesefa da epunto

RispostaQuota
(@devix)
Illustrious Member Moderator
Registrato: 3 annifa
Post: 5355
29/05/2020 7:00 pm  
Postato da: @e-frapporti

Le spese fisse non variano al variare dei consumi, per cui quelle, anche a mio avviso, non vanno computate quando si valuta il costo della ricarica domestica perchè restano identiche anche se non si ricarica l'auto.

Ok d'accordo, ma le paghi comunque. Puoi considerarle come vuoi, nell'auto o nella casa, ma le paghi. Anzi, piu' consumi e piu' si diluiscono quindi il costo unitario del kWh scende.

Se consideriamo una questione fiscale di detraibilita' puo' avere un senso (ma serve un conta-kWh dedicato alla ricarica), altrimenti no.

Questo post è stato modificato 1 mesefa da Devix

RispostaQuota
(@obrini)
Estimable Member Registered
Registrato: 1 annofa
Post: 120
29/05/2020 7:14 pm  

@devix forse mi sono spiegato male io. Cerco di specificare meglio il concetto. Come spese fisse intendo quelle che non incidono sui costi dell'energia, ma che io pago comunque sia che consumi 1 Kw/h all'anno sia che ne consumi 5000. E' palese che vadano pagati comunque, ma non è che se non avevi una vettura elettrica non avevi la corrente in casa, per cui sono costi che non devi addebitare alla vettura. Cioè non sono costi "in aggiunta" e non vanno tenuti conto quando si calcola il costo al Kw/h per l'auto. Se però un utente avesse installato un contatore dedicato (immagino siano molto poche le persone) allora in quel caso andrebbero addebitati al costo Kw/h auto. Non trovi?

 


RispostaQuota
(@obrini)
Estimable Member Registered
Registrato: 1 annofa
Post: 120
29/05/2020 7:22 pm  

@e-frapporti Esatto!! E' quello che volevo dire io, tu ti sei spiegato meglio.


RispostaQuota
(@obrini)
Estimable Member Registered
Registrato: 1 annofa
Post: 120
29/05/2020 7:27 pm  
Postato da: @devix
Postato da: @e-frapporti

Le spese fisse non variano al variare dei consumi, per cui quelle, anche a mio avviso, non vanno computate quando si valuta il costo della ricarica domestica perchè restano identiche anche se non si ricarica l'auto.

Ok d'accordo, ma le paghi comunque. Puoi considerarle come vuoi, nell'auto o nella casa, ma le paghi. Anzi, piu' consumi e piu' si diluiscono quindi il costo unitario del kWh scende.

Se consideriamo una questione fiscale di detraibilita' puo' avere un senso (ma serve un conta-kWh dedicato alla ricarica), altrimenti no.

Certo Devix che le paghi comunque ma non puoi fare un confronto economico sul costo del Kw/h per la ricarica dell'auto considerandoli. Almeno che tu non abbia un contatore dedicato solo alla ricarica dei veicoli elettrici e di conseguenza i costi fissi li devi per forza considerare. Ti dirò di più, si dovrebbe considerare il costo che un utente sostiene se alza la potenza utile del contatore perché ha acquistato la macchina elettrica nel caso ne avesse necessità (non è il mio caso ad esempio)

 


RispostaQuota
(@devix)
Illustrious Member Moderator
Registrato: 3 annifa
Post: 5355
29/05/2020 7:58 pm  

@obrini @e-frapporti

Il vostro punto di vista e' chiarissimo. Se per voi e' piu' confortevole, potete considerarlo cosi', tanto alla fine ricade tutto nella gestione del budget personale e di come si vuole impostare.


RispostaQuota
(@paolosam)
Reputable Member Owner
Registrato: 9 mesifa
Post: 427
29/05/2020 11:09 pm  

Concordo con @devix. Mi spiego meglio, quanto viene da noi inserito in bolletta viene definito da quello che una volta si chiamava authoroty per energia ed oggi si chiama ARERA. Dall' ARERA potete scaricare la bolletta media, la quale a meno che non si va nel servizio a maggior tutela è un medione di quello che pagano gli italiani.

Gli oneri di sistema, uplift e vari costi sono aggiornati trimestralmente. Quei costi finiscono in bolletta comunque è solo una questione di come imputarli, se maggiormente alla propri abitazione, o alla ricarica del veicolo, o altro.

Questo quello che penso io e dato che a casa mia non ci sono tanti altri carichi, e non siamo in 10, il mio calcolo è molto vicino alla realtà.

 

 


RispostaQuota
(@obrini)
Estimable Member Registered
Registrato: 1 annofa
Post: 120
30/05/2020 10:52 am  
Postato da: @paolosam

Concordo con @devix. Mi spiego meglio, quanto viene da noi inserito in bolletta viene definito da quello che una volta si chiamava authoroty per energia ed oggi si chiama ARERA. Dall' ARERA potete scaricare la bolletta media, la quale a meno che non si va nel servizio a maggior tutela è un medione di quello che pagano gli italiani.

Gli oneri di sistema, uplift e vari costi sono aggiornati trimestralmente. Quei costi finiscono in bolletta comunque è solo una questione di come imputarli, se maggiormente alla propri abitazione, o alla ricarica del veicolo, o altro.

Questo quello che penso io e dato che a casa mia non ci sono tanti altri carichi, e non siamo in 10, il mio calcolo è molto vicino alla realtà.

 

 

Paolo penso tu non abbia afferrato il concetto. Qui non è questione di essere o meno d'accordo con qualcuno, ma di numeri. Qualsiasi siano i dati comunicati dall'ARERA, quando dobbiamo calcolare il costo al Kw/h che forniamo ai nostri veicoli elettrici non dobbiamo tener conto dei costi fissi che comunque dovremmo sostenere anche se avessimo una vettura ICE. E non è cosa da poco, in certi casi (frequenti) si parla di differenze superiori al 20%. Ti faccio un esempio, se a casa decidi di abbonarti a SKY pagherai un tot al mese per accederne alla visione. Non è che per calcolarne il costo mensile sommi il canone RAI che è (haimè) obbligatorio per le famiglie che possiedono un televisore, perché quello lo pagheresti comunque.  

 


RispostaQuota
(@t-rex)
Eminent Member Registered
Registrato: 4 mesifa
Post: 26
30/05/2020 11:42 am  

beh fatemi dire è proprio una scelta di analisi della logica di allocazione costi che si fa...

paragonandolo a una realtà di una azienda di produzione se devo analizzare il costo di una linea di produzione posso ragionare o con i soli costi diretti (e quindi materiali e risorse impiegate per realizzarlo) o costo pieno (e quindi ribaltando sullo stesso anche i vari costi di struttura, quali personale staff, affitti, ammortamento cespiti…)

allo stesso modo posso fare un ragionamento di costo su primo margine (e quindi unicamente il costo unitario del kw ) o a costo pieno (e quindi vado a ribaltare nel costo anche gli indiretti di boletta, ma anche un quota di ammortamento di eventuale colonnina di ricarica, costo di aumento contatore ecc ecc)

Quale delle due logiche a senso… entrambe, dipende dall'analisi che sto facendo...


RispostaQuota
(@paolosam)
Reputable Member Owner
Registrato: 9 mesifa
Post: 427
30/05/2020 11:55 am  

@obrini Non concordo affatto e non mi convincerai mai, mi spiace potremmo spendere fiumi di byte sull' argomento. E sono contento che anche @t-rex abbia colto. E' come quando si fa un fonti-impieghi in azienda sul suo business case, non importa se li spalmi o meno i costi in maniera diversa, i costi li hai sempre.

Ripeto come detto da @t-rex sono due modi di calcolare le cose, secondo me il più giusto è quello all' origine di questo posto IMHO.

 


RispostaQuota
(@obrini)
Estimable Member Registered
Registrato: 1 annofa
Post: 120
30/05/2020 12:35 pm  
Postato da: @paolosam

@obrini Non concordo affatto e non mi convincerai mai, mi spiace potremmo spendere fiumi di byte sull' argomento. E sono contento che anche @t-rex abbia colto. E' come quando si fa un fonti-impieghi in azienda sul suo business case, non importa se li spalmi o meno i costi in maniera diversa, i costi li hai sempre.

Ripeto come detto da @t-rex sono due modi di calcolare le cose, secondo me il più giusto è quello all' origine di questo posto IMHO.

 

Non voglio convincere nessuno, perché non è un opinione ma un dato di fatto, e non andrò oltre. State dicendo cose giuste ma non attinenti alla questione. Se vi chiedono quanto costa un litro di benzina cosa rispondete? il prezzo esposto alla pompa o fate un calcolo dei Km percorsi in un anno aggiungete il bollo (costo fisso) e poi dividete? Stessa cosa vale per i Kw/h.  Quanto devo spendere per "riempire" la batteria.

Mi riferisco a quando si fa un calcolo del costo del Kw/h domestico Vs. colonnina o per calcolare i costi di esercizio di un veicolo elettrico ai fini di un raffronto con vetture ICE. Tutto qua.

 


RispostaQuota
Pagina 1 / 2
Condividi: