Forum


a proposito di ricarica domestica  

Pagina 2 / 2 Prev
  RSS

Ste
 Ste
Honorable Member Admin
Registrato:6 mesi fa
Posts: 736
18/06/2017 10:59 am  
Posted by: Noos

Ste, sarebbe sempre opportuno ricordare che, per la normativa italiana, l'autoscostruzione in mancanza dei requisiti tecnici  riconosciuti attraverso D.M. 37/08 e sussessive modifiche non è ammessa. E per quel poco di normativa che conosco anche in svizzera non non ci vanno leggeri!! Suggerisco di sostituire "costruirsi "in "fabbricati secondo normativa". Quanto detto senza vena polemica ma per dovere di informazione.

Naturalmente. Lo ripetiamo ad ogni thread su cavi e connettori. Poi non possiamo ripeterlo in ogni post, anche se ricordarlo è sempre bene. Usate la testa.


RispondiQuote
Ste
 Ste
Honorable Member Admin
Registrato:6 mesi fa
Posts: 736
18/06/2017 11:03 am  
Posted by: MicheleCT

 

PS: Rigiro una domanda agli esperti. L'autore di questo topic, Fiore, mostra un adattatore Tesla con spina CEE blu. Quella spina se non erro è una blu da 32A, diversa da quella blu "classica" da 16A (un po' più larga e lunga) degli adattatori Schuko mostrati nei post successivi. È vero quanto scrivo?

Sembra da 16A ed è anche quello che scrivono...


RispondiQuote
Ste
 Ste
Honorable Member Admin
Registrato:6 mesi fa
Posts: 736
18/06/2017 11:08 am  
Posted by: Fiore

 

Riprendo la mia domanda .
Nel caso trovassi una 220 tipo industriale quella blu per intendersi devo acquistare l'adattatore in tesla ? o posso cavarmela appunto con l'adattatore postato ?
Devo recarmi in svizzera ospite di un amico , in caso di necessità potrei trovare presumibilmete un attacco schuko .... anche quì l'idea di un adattatore .

Tesla non vende adattatori blu monofase 16A. Dunque se devi avere un adattatore per sfruttare una presa blu 16A il meglio è Rossa 5P 16A - Blu 3P 16A. Per la Schuko o ti compri l'adattatore tesla Schuko o in assenza di esso la cosa migliore è un adattatore Rossa 5P 16A - Schuko.


RispondiQuote
MicheleCT
Eminent Member
Registrato:1 mese fa
Posts: 47
18/06/2017 11:48 am  
Posted by: Ste
Posted by: MicheleCT

 

PS: Rigiro una domanda agli esperti. L'autore di questo topic, Fiore, mostra un adattatore Tesla con spina CEE blu. Quella spina se non erro è una blu da 32A, diversa da quella blu "classica" da 16A (un po' più larga e lunga) degli adattatori Schuko mostrati nei post successivi. È vero quanto scrivo?

Sembra da 16A ed è anche quello che scrivono...

Sì, poi si è chiarito. Non avevo capito che quello della foto era un adattatore da presa italiana a spina blu 16A. Pensavo invece fosse l'adattatore originale Tesla blu da 32A.

Edited: 1 settimana fa

Aspettando la Model 3...


RispondiQuote
Fiore
Trusted Member
Registrato:6 mesi fa
Posts: 90
19/06/2017 12:12 pm  

GRAZIE a tutti , come sempre utilissimi . Ci ho impiegato un pò a capire ma credo che ora sia tutto chiaro .
NON sapevo che la spina rossa trifase potesse essere utilizzata in uscita come 220 ( non collegando ovviamente le fasi in eccesso ) , come sugerito da Ste .
Chiarito questo con il mio elettricista , ovviamente realizzerò un cavo blu maschio ricevente 220 a due fasi ,ed in uscita la femmina rossa con il solo collegamento a due fasi , in maniera da utilizzare la presa in dotazione con l'auto ...

E? Corretto Ste ??

Per la schuko , che penso sia superflua terrò una riduzione a 16 A per emergenza .
Oltremodo ho scoperto che in svizzera hanno un altro sistema ancora .....( Ma l'europa dov'è ?? )anche se mi sembra di aver capito che invece le prese industriali rossa e blu sono uguali alle nostre , me lo confermate ? . in tal caso quello che ho a bordo mennekes compresa penso sia più che sufficente ...

Model S 75D , grigio scuro metallizzato , tetto apribile , cerchi 21 in tinta, sospensioni intelligenti , Ap migliorato , interni pelle nera , modanatura cenere nero , pacchetto sicurezza , maggio 2017


RispondiQuote
Ste
 Ste
Honorable Member Admin
Registrato:6 mesi fa
Posts: 736
19/06/2017 1:01 pm  
Posted by: Fiore

Chiarito questo con il mio elettricista , ovviamente realizzerò un cavo blu maschio ricevente 220 a due fasi ,ed in uscita la femmina rossa con il solo collegamento a due fasi , in maniera da utilizzare la presa in dotazione con l'auto ...

E? Corretto Ste ??

Si ma le fasi non sono due ma una sola 🙂


RispondiQuote
scanred_x
Noble Member Moderator
Registrato:1 anno fa
Posts: 1268
19/06/2017 1:10 pm  

Alt... resettiamo tutto !

Come ci ricorda Devix, le cose sono più complicate:

STE (e un altro amministratore/moderatore qui, non sto a dir dettagli) sono ingegneri e imprenditori di altissimo livello, bravissimi, tra i migliori in Europa nel loro campo: possono fare tutto quello che vogliono in campo elettrico e elettronico, in quanto la loro preparazione e competenza (nello specifico e in generale) li abilita e protegge da ogni possibile errore o incidente tecnico.

Ma tutti gli altri ???

Ebbene, dalle domande di cui sopra, e dai chiarimenti di cui sopra, si evince che per gli altri non è così.

Quindi resettiamo tutto e torniamo a quanto ci dice direttamente TESLA:

installation_guide_umc_blue_it.pdf

e

installation-guides/sockets/CH-IT_installation_guide_umc_red_Jan15.pdf

ossia, le norme e le prassi giuste, tra cui:

- OGNI LAVORO deve essere eseguito da tecnico/elettricista abilitato;
- il cavo in dotazione/acquisto originale TESLA è lungo oltre 6 metri (7,5 il cavo Mennekes);
- "NON utilizzare prolunghe o adattatori non autorizzati da Tesla".

Per cui ripartiamo da zero:

chiamate un elettricista abilitato, raccontategli delle potenze in gioco (non è certo una lavatrice o qualcosa che assorbe per poche ore un picco) e fategli vedere questi pdf e gli altri documenti ufficiali TESLA.

e stop... (almeno da parte mia, perché, caro Fiore o Michele, se sbagli il collegamento di quanto descrivi imprecisamente sopra e la fase/neutro/terra, fai saltare non solo il tuo impianto ma fino alla cabina Enel di quartiere, giusto per dire)

La Tesla ha ottimi cavi e adattatori. Organizziamoci da questo punto imprescindibile e obbligatorio per legge (e per la nostra e altrui sicurezza).

(Eccezione fatta per elettricisti e ingegneri, ovviamente... )

Scan


RispondiQuote
Fiore
Trusted Member
Registrato:6 mesi fa
Posts: 90
19/06/2017 3:21 pm  

Come anticipato nel post , il cavo sarà preparato dall'installatore che ha realizzato l'impianto della wall connector...(oltre che l'impiano di casa .

per quanto mi riguarda è dai tempi di applicazione tecnica che non faccio collegamenti elettrici , e me guardo bene ....dal ricominciare . Proprio per questo ho voluto approfondire il discorso .

la prolunga in oggetto è solo e puramente per una eventuale emergenza , e nel caso tornasse utile in futuro non esiterò ad acquistarne uno ufficiale , come gli altri che ho in dotazione , mennekes compresa .

E' per me un mondo nuovo e prima di fare acquisti incauti vorrei capire le reali esigenze , parandomi l'eventuale emergenza per non rimanere a piedi ..

detto questo , fai benissimo a mettere in guardia tutti , sono io il primo a non avere dimestichezza con il mondo elettrico e penso lo si sia anche capito , allo stesso tempo mi piace crescere ed imparare , e devo dire che questo sito è una ottima scuola .
grazie ancora a tutti , specie agli ingenieri ....

Model S 75D , grigio scuro metallizzato , tetto apribile , cerchi 21 in tinta, sospensioni intelligenti , Ap migliorato , interni pelle nera , modanatura cenere nero , pacchetto sicurezza , maggio 2017


RispondiQuote
Noos
 Noos
Reputable Member
Registrato:1 anno fa
Posts: 396
19/06/2017 7:35 pm  

Caro Scan, godere del titolo di ingegnere non da le abilitazioni di default.....e anche questo va detto per dovere di cronaca e doveroso distinguo.

Rif. DM37/08 e successive modifiche.

Dal canto mio non credo che interverrò ulteriormente in questa discussione poiché ho la sensazione che più si cerca di approfondire e più si crea scompiglio. 

Edited: 1 settimana fa

RispondiQuote
scanred_x
Noble Member Moderator
Registrato:1 anno fa
Posts: 1268
19/06/2017 8:34 pm  

Caro Noos,

concordo anche su questo, mi riferivo alla possibilità, prevista dall'art. 4 comma 1 lettera a) di detto DM, da parte degli ingegneri (laureati vecchio ordinamento o nuovo 3+2 e regolarmente iscritti al relativo Albo Professionale Ingegneri) di potere produrre un progetto di impianto civile (quindi anche elettrico).

L'ingegnere può produrre il progetto (quindi se ne intende e può qui anche dare consigli, come appunto STE e altri) ma ovviamente un non ingegnere e un non elettricista NON deve costruire a suo rischio impianti e prolunghe e cavi NON A NORMA, fuori progetto e fuori dichiarazione di conformità.

comunque è bene ricordare che anche un progetto di un ingegnere (quindi bene fatto si presuppone) va sì firmato da un ingegnere, ma poi l'installatore abilitato a fine lavori rilascia la dichiarazione di conformità dove dice che gli impianti sono fatti a regola d'arte...deve farlo la ditta iscritta alla camera di commercio, eccezione solamente se è un ingegnere responsabile tecnico della ditta regolarmente iscritta alla camera di commercio e regolarmente abilitata ...

tutto complesso, giustamente: per evitare disastri, incendi, morti e feriti...

quindi anche io mi fermo qui... 🙂

Scan


RispondiQuote
Ste
 Ste
Honorable Member Admin
Registrato:6 mesi fa
Posts: 736
20/06/2017 10:20 am  

Direi di concludere l'OT e ringrazio tutti per i contributi. 


RispondiQuote
Fiore
Trusted Member
Registrato:6 mesi fa
Posts: 90
20/06/2017 11:16 am  

GRAZIE A TUTTI.

Model S 75D , grigio scuro metallizzato , tetto apribile , cerchi 21 in tinta, sospensioni intelligenti , Ap migliorato , interni pelle nera , modanatura cenere nero , pacchetto sicurezza , maggio 2017


RispondiQuote
Pagina 2 / 2 Prev
  
Working

Please Login or Register