Forum


PowerWall2 e Gatewa...
 

PowerWall2 e Gateway  

Pagina 1 / 2

Post: 729
 Man
Moderator
(@some)
Honorable Member
Registrato: 2 annifa

alex a fontanellato mi ha parlato di gateway su powerwall2 disponibile in germania.

effettivamente sulle schede tecniche nuove viene riportato anche in italia, ma nella scheda prodotto non dice nulla di nuovo.

a cosa serve ?

Topic Tags
7 Replies
Post: 590
Moderator
(@alexxx)
Honorable Member
Registrato: 2 annifa

Ogni PW2 ha il suo gateway. Attualmente ne esistono in commercio di 3 tipi.

Gateway standard: l'unico commercializzato in Italia, non consente di mantenere la casa alimentata durante i black out.

Backup gateway: in commercio fin dalla nascita del PW2, consente di mantenere la casa alimentata durante i black out.

Backup gateway 2: è l'evoluzione del precedente, ha l'aspetto di un PW2 in miniatura, è commercializzato già in Germania e UK.

Allego schede tecniche degli ultimi due. Notare che nel backup gateway 2 compare zitta zitta una parolina: trifase.

 

Risposta
Post: 590
Moderator
(@alexxx)
Honorable Member
Registrato: 2 annifa

Ecco un confronto dei costi fra Italia e Germania. Il gateway standard (Italia) costa 680 euro. Il backup gateway 2 (Germania) costa 1950 euro.

Risposta
Post: 70
Registered
(@rudyvdw)
Trusted Member
Registrato: 2 mesifa

Anch'io ho un PW2 e di recente sono anche passato al trifase quando ho potenziato la casa per il caricatore auto Wall Box di Tesla.

Mi hanno sempre detto che in Italia non si può usare il Backup Gateway per motivi di sicurezza (tecnici che lavorano alla rete). E' proprio così?

Risposta
Post: 590
Moderator
(@alexxx)
Honorable Member
Registrato: 2 annifa

Confermo, è una norma secondo me un po' obsoleta, ma ancora vigente. Sono abbastanza convinto che già ora il backup gateway sia in grado di escludere qualsiasi cessione di energia alla rete, ma finché non aggiornano le normative non c'è niente da fare.

Vado un po' OT: quando sei passato al trifase hai modificato in qualche modo il collegamento del PW2? Oppure alimenta una singola fase e le altre due rimangono scoperte?

Risposta
2 Risposte
 Enzo
Registered
(@enzo)
Registrato: 11 mesifa

Eminent Member
Post: 37

Ciao Alexxx in questo caso sarebbe da prendere il kit gateway trifase. In pratica il collegamento della batteria è sempre monofase perchè giustamente non la fanno trifase, ma nel gateway hai due dispositivi neurio e 6 TA. In questo modo se hai il fotovoltaico trifase controlli tutte le sue fasi, oppure se l'hai monofase ne controlli sempre solo una. Mentre per la linea che và verso l'abitazione vai a controllare tutte e 3 le fasi con un TA per ogni fase. In questo modo il gateway ragiona su un sistema trifase e regola l'assorbimento o scarica della batteria in modo corretto. 

Piccolo esempio mettiamo a fotovoltaico spento. In casa consumi 1 kw per ogni fase. Se hai un gateway normale questo farà scaricare la batteria per 1 solo kw perchè ragiona vedendo una sola fase. Mentre se il gateway è con kit trifase la farà scaricare per 3 kw. 

Altro esempio. In casa per X motivi consumo 5 kw sulla fase L1 e 0 sulla L2 e L3. Se per sfortuna hai il kit solo monofase e tu controlli la Fase L2 o L3 la batteria non ti darà nulla perchè non sente che hai un consumo su quella fase e tu compri normalmente da enel anche se sei pieno. A differenza con kit trifase anche se la tua batteria è collegata alla L2 lei scaricherà 5 kw verso il contatore. Nel contatore esso sentirà 5kw verso casa L1 ma 5 Kw verso enel L2 e 0 L3 somma algebrica comunque 0 e quindi non vendi e non compri.

Sò che è un pò articolato da capire spero di aver risolto qualche dubbio. Ciao

Risposta
Moderator
(@alexxx)
Registrato: 2 annifa

Honorable Member
Post: 590

Molto interessante. Credo che tu abbia enunciato il principio della compensazione di fase, di cui abbiamo dibattuto anche in un altro thread.
In sostanza la batteria è comunque installata in monofase, ma il gateway "ragiona" in trifase grazie alle tre coppie di sonde TA che rilevano consumo e produzione su ciascuna fase.
Se ho il PW2 collegato in L1 e ho bisogno di 5 kW in L2, la batteria manda i 5 kW al contatore di scambio e successivamente alla rete; nello stesso momento dalla rete arrivano 5 kW che attraverso il contatore entrano in L2.
Si potrebbe forse dire che il contatore di scambio si comporta da nodo di Kirchhoff, dove la somma algebrica delle correnti che lo attraversano è pari a zero.
A quanto pare questo sistema ha comunque dei limiti, perché sembra che non si possa attingere alla rete sempre e comunque e con tutta la potenza che voglio.
Inoltre se fossi il distributore chiederei comunque un indennizzo sotto forma di oneri di sistema, perché anche se il bilancio prelievi-immissioni è zero, stai comunque utilizzando la rete.

Risposta
Pagina 1 / 2
Share: