Forum


Pompe di calore  

Pagina 3 / 3 Precedente
  RSS

(@swisselectric)
Reputable Member Owner
Registrato: 2 annifa
Post: 462
04/12/2018 3:22 pm  
Postato da: Alexxx
Per il riscaldamento io sinceramente preferisco i sistemi a pavimento, li trovo più confortevoli e igienici rispetto ai sistemi ad aerazione forzata che muovono la polvere, possono portare cattivi odori, e poi sono rumorosi, i filtri da pulire...
Invece sono un po' dubbioso sul raffrescamento a pavimento, perché temo che quando c'è molta umidità si possa formare condensa a terra.

Ciao Alex, alcune cose da condividere con te. Il nostro appartamento in Italia ha il raffrescamento ma possiede, giustamente, un impianto per deumidificare l'aria per evitare le condensazioni, specialmente con l'umidità in Veneto 🙁 

Ventilazione forzata: ecco vorrei dire due cose su questo argomento: scaldare l'aria è la cosa più rapida ma anche quella che l'inerzia energetica quasi inesistente, appena spento il sistema la casa diventa fredda: molto meglio il riscaldamento a pavimento, ormai sono tutti a bassa temperatura e non provocano gonfiori alle caviglie come quelli di 30 anni fa. Però qui in Svizzera le case dette Minergie - cioè Minima Energia (www.mingergie.ch) richiedono un impianto di ricircolo dell'aria in modo tale di preservare la temperatura interna senza il bisogno di aprire finestre. Il mio vicino di casa quello con la PdC e la sonda geotermica ha questo sistema: l'aria viene prelevata da una presa d'aria in giardino e una condotta sotto terra usa il calore della terra per scaldare l'aria prima di immetterla in casa. Funziona molto bene. Ha sempre aria fresca però non perde mai energia perché non apre le finestre: sembra un cosa da pazzi ma è così. Sono entrato a casa sua e di cattivi odori non ho mai sentito.


RispostaQuota
(@swisselectric)
Reputable Member Owner
Registrato: 2 annifa
Post: 462
04/12/2018 3:31 pm  
Postato da: Fafifugno

Sonda gotermica......efficace ma attenzione...in alcune realtà si sono già verificati dei problemi di saturazione....quindi prima di praticare informarsi sull'impiego di tale sistema da parte del vicinato.

Cosa intendi per "saturazione" ?

La PdC con sonda geotermica lavora così: la pompa ha due tubi uno di mandata e uno di ritorno. Dentro questo tubo circola un liquido a base di glicole che ha un altro grado di assorbire il calore della terra. Il liquido torna alla pompa molto più caldo che quando fu mandato giù. Così con il passare dei mesi, la terra intorno ai tubi si raffredda: a questo punto la efficenza diminuisce: dai dati condominiali, il mese che spendiamo più energia per la PdC è il mese di marzo! Poi arriva l'estate la PdC viene invertita per raffrescare: quindi processo inverso, il glicole caldo viene pompato giù per essere raffreddato e tornare in sù. So di due casi dove con il passare degli anni, la terra giù a 80/100 m di profondità non aveva più caldo, anzi qualcuno aveva ipotizzato la formazione di ghiaccio, facendo perdere alla pompa la sua efficenza. 

Per questo in paesi come l'Italia dove le temperature invernali, pur fredde ma non così critiche, è un paese ideale per la PdC aria-acqua. Se il mio vicino qui in Svizzera ha rendimenti elevati, immaginate in Italia.

Questo post è stato modificato 6 giornifa da SwissElectric

RispostaQuota
 Noos
(@noos)
Noble Member Moderator
Registrato: 3 annifa
Post: 1450
04/12/2018 7:39 pm  

So di due casi dove con il passare degli anni, la terra giù a 80/100 m di profondità non aveva più caldo, anzi qualcuno aveva ipotizzato la formazione di ghiaccio, facendo perdere alla pompa la sua efficenza. 

Fafi, ecco cos'è la saturazione ed è tanto più possibile quante più PdC  geotermiche vengono installate "adiacenti". Motivo per il quale sempre bene avere, oltre che info sul sistema di riscaldamento del vicinato, anche il parere del geologo.


MS 90D


RispostaQuota
 Noos
(@noos)
Noble Member Moderator
Registrato: 3 annifa
Post: 1450
04/12/2018 7:48 pm  

Infatti mi era balenata la pazza idea di piazzare un igrometro in soggiorno; quando l'umidità relativa è sopra una determinata soglia percentuale (da stabilire con prove sul campo), si dà un colpetto di Daikin per deumidificare, e poi si fa partire il raffrescamento a pavimento.

Se fai circolare acqua tra i 20 e i 22 gradi stai tranquillo........io ti consiglio comunque il colpetto con il cdz......giacché la diminuzione della temperatura aumenta il valore di umidità relativa quindi potresti avere una sensazione tipo effetto cantina.......


MS 90D


RispostaQuota
(@swisselectric)
Reputable Member Owner
Registrato: 2 annifa
Post: 462
04/12/2018 9:11 pm  

@noos dipende dall'umidità, bisogna calcolare il punto di rugiada:  https://it.wikipedia.org/wiki/Punto_di_rugiada  


RispostaQuota
 Noos
(@noos)
Noble Member Moderator
Registrato: 3 annifa
Post: 1450
04/12/2018 9:25 pm  

Swiss, grazie per lo spunto.....ma si tratta del mio pane quotidiano......non credo di dover sviscerare punto per punto o suggerire ad Alexxx di tenere d'occhio il digramma psicometrico......ho dato dei valori indicativi dettati dall'esperienza.

Mi pare abbiate voglia di approfondire, buon divertimento.

Questo post è stato modificato 5 giornifa da Noos


MS 90D


RispostaQuota
Pagina 3 / 3 Precedente
Share: