Forum


C'è mica qualche co...
 

C'è mica qualche commercialista tra i Teslari ?  

Pagina 4 / 5

Post: 55
Registered
(@bignick)
Trusted Member
Registrato: 3 mesifa
Risposta
8 Risposte
Owner
(@bonny85)
Registrato: 6 mesifa

Prominent Member
Post: 891

Veramente lo stesso articolo da te postato parla di ’’27,5% di IRES + 3,90% di IRAP’’ per un totale del 31,4% per una SRL.

Scaricare significa ridurre il reddito imponibile. Hai un’azienda o no?

Risposta
Registered
(@bignick)
Registrato: 3 mesifa

Trusted Member
Post: 55

Una snc, come agente di commercio

Risposta
Owner
(@bonny85)
Registrato: 6 mesifa

Prominent Member
Post: 891

’’

Le società di persone di natura commerciale possono applicare il regime di tassazione separata denominato IRI che consiste nell’applicazione di una aliquota agevolata del 24% che sfugge alla tassazione per scaglioni di reddito Irpef del socio.

’’

Quindi tu e il tuo/i tuoi socio/i risparmiate il 24% del costo del rimborso chilometrico come minore tassazione.

Risposta
Registered
(@bignick)
Registrato: 3 mesifa

Trusted Member
Post: 55
Postato da: Bonny85

’’

Le società di persone di natura commerciale possono applicare il regime di tassazione separata denominato IRI che consiste nell’applicazione di una aliquota agevolata del 24% che sfugge alla tassazione per scaglioni di reddito Irpef del socio.

’’

Quindi tu e il tuo/i tuoi socio/i risparmiate il 24% del costo del rimborso chilometrico come minore tassazione.

siamo due soci amministratori, ma il beneficio fiscale credo stia nel fatto che il rimborso pagato alla persona fisica non è tassato proprio perchè trattasi di rimborso spese.

Risposta
Registered
(@bignick)
Registrato: 3 mesifa

Trusted Member
Post: 55

https://www.quattroruote.it/content/dam/quattroruote/it/guide/pdf-fisco/201611.pdf

 

Auto di proprietà del
dipendente/amministratore
utilizzata per fini aziendali
Diritto a un rimborso spese non tassato. Costi deducibili al 100% per auto fino a 17
(benzina) o 20 (diesel) cavalli fiscali. Ai fini
Irap tale costo è indeducibile.

Risposta
Owner
(@bonny85)
Registrato: 6 mesifa

Prominent Member
Post: 891

Costo deducibile al 100% significa che per il calcolo del reddito imponibile dell’azienda si deduce l’intero costo del rimborso chilometrico. Quindi il risparmio è pari alla tassazione % evitata sul costo dedotto, non al costo stesso.

Risposta
Registered
(@bignick)
Registrato: 3 mesifa

Trusted Member
Post: 55
Postato da: Bonny85

Costo deducibile al 100% significa che per il calcolo del reddito imponibile dell’azienda si deduce l’intero costo del rimborso chilometrico. Quindi il risparmio è pari alla tassazione % evitata sul costo dedotto, non al costo stesso.

la tassazione separata denominata IRI è stata abolita mi sembra, comunque sia il beneficio fiscale al di la della deduzione del costo sta nel fatto che il rimborso va alla persona fisica e non è tassata, quindi sicuramente il rimborso chilometrico è preferibile rispetto ad acquistare una auto aziendale con i limiti di deduzione che ci sono. E' da sottolineare anche il fatto che per i redditi oltre il 75.000€ la tassazione arriva al 43%

Risposta
Owner
(@bonny85)
Registrato: 6 mesifa

Prominent Member
Post: 891

Esatto il massimo che puoi risparmiare è il 45% se consideri anche addizionale regionale e comunale.

Non terrei conto dei contributi previdenziali risparmiati perché quello è un bene nel breve ma un male nel lungo.

Risposta
Post: 4
Registered
(@magisystem-sd6)
New Member
Registrato: 1 mesefa

Salve, mi intrometto anch'io nella discussione perchè interessato. Valutavo infatti per l'anno prossimo un leasing aziendale, a parte i discorsi di scarico di più o di meno, se per caso mi fermano con l'auto aziendale di domenica, si rischia qualcosa? Perdonate la stupidità della domanda, ma non mi stupirei ci fossero problemi in tal senso ^^

Risposta
5 Risposte
 Noos
Moderator
(@noos)
Registrato: 3 annifa

Famed Member
Post: 3367

Ciao, è regola del forum il presentarsi.

Ti chiedo la cortesia di passare per la sezione apposita.

Grazie!

Risposta
Registered
(@magisystem-sd6)
Registrato: 1 mesefa

New Member
Post: 4

Ciao, perdonami ma non avevo fatto caso, ho provveduto or-ora

Risposta
Owner
(@bonny85)
Registrato: 6 mesifa

Prominent Member
Post: 891

@magisystem-sd6

E perché mai? Ognuno è libero di ‘lavorare’ anche di domenica. Oltretutto i limiti alla detrazione iva e alla deduzione del costo tengono già conto dell’uso promiscuo della vettura.

Risposta
Registered
(@magisystem-sd6)
Registrato: 1 mesefa

New Member
Post: 4

@bonny85

sono perfettamente d'accordo, è solo che anni fa lessi di casi in cui una volta fermati con l'auto aziendale in momenti non lavorativi alcuni professionisti si videro multati per l'uso non valido del mezzo. Poi magari ricordo male io oppure finì tutto in un nulla di fatto. Comunque meglio così, una grana in meno 🙂

Risposta
Registered
(@ste_bs)
Registrato: 4 mesifa

Trusted Member
Post: 70

@magisystem-sd6

Ciao! Penso che il tuo ricordo sia legato alla campagna di demonizzazione degli autocarri, fatta in Italia tempo addietro.. 

Il problema potrebbe nascere solo se fosse immatricolata autocarro ed avessi a bordo la tua famiglia o estranei all' attività..

Come auto (non autocarro) la deducibilità è fortemente ridotta (ridicola!!) proprio per via della previsione di uso non strettamente lavorativo.. 

Risposta
Post: 18
Registered
(@mr-black)
Active Member
Registrato: 2 annifa

buongiorno a tutti

c'è qualche amministratore di srl qui sul forum che usa i rimborsi chilometrici con la tesla? zero problemi in caso di controllo? chiedo perché la normativa parla solo di benzina\diesel anche se le tabelle aci ufficiali inseriscono i veicoli elettrici e il governo eroga pure gli incentivi per il passaggio....

 

Risposta
1 Risposta
Owner
(@rossovolpe)
Registrato: 2 annifa

Estimable Member
Post: 113

@mr-black

ciao mr.Black, 
io uso rimborso km e come altri hanno già fatto notare, anche il mio commercialista me lo ha consigliato (soprattutto per un parasubordinato).
Sei obbligato a tenere una tabella storica degli spostamenti (non troppo pesante quando ci fai l'abitudine). Da evitare il generico "giro clienti " da 1.000/2.000 km a botta perché in caso di controllo sarebbe sicuramente indice di poca chiarezza). 
Il limite di deducibilità è 0,56€/km, quello del 20cv fiscali diesel (la legge è questa per ora...) quindi rimane fuori MOLTO del valore reale di rimborso delle nostre auto. 
Se dovessi considerare la MX100D dovrei pagarmi 1,31€/km (valore ricavato dalla proporzione tra valori ACI per 90D, P90D, P100D in quanto le 100D non sono a tabella...) con il risultato che comunque andrei a pagare parecchie tasse sulla quota eccedente 0,56€/km (mi pare circa 33% in quanto dovrebbe figurare come "prelievo utili" ma potrei ricordare male).

 

Il rimborso per me funziona bene perchè: 
- non faccio troppi km
- ne faccio abbastanza perché riesca a rimborsarmi la rata (iva incl.) senza inventare km tenendo il valore di € 0,56/km
- i costi di rimborso sono deducibili al 100% per la mia azienda
- i rimborsi non aumentano la base imponibile del beneficiario (questo non sempre è un plus, altre volte può convenire dare/avere un fringe-benefit).

Se non ricordo male, qualora l'auto fosse aziendale (leasing) ma affidata formalmente ad un lavoratore (che potrebbe anche essere il titolare, l'amministratore, ecc che godrebbe di un fringe-benefit) allora è prevista la deduzione del 70% dei costi e lo "scarico" dell'IVA. L'azienda qualcosa di tasse la va a pagare lo stesso, ma sul 30% del valore imponibile. 

 

spero di esserti stato utile ed attendo eventuali correzioni degli addetti ai lavori 

ciao!

Risposta
Post: 18
Registered
(@mr-black)
Active Member
Registrato: 2 annifa

ciao @rossovolpe grazie mille per la risposta, ho parlato questa mattina con il mio studio commercialista ed effettivamente si può fare il rimborso chilometrico anche per auto elettriche, quindi per tesla.

io attualmente sono amministratore di una srl e utilizzo l'auto privata per lavoro, ho un rimborso chilometrico analitico giornaliero (tutti i percorsi e km tracciati\segnati\pezze giustificative etc)

riguardo all'aspetto economico utilizzo le tabelle aci ufficiali aggiornate, con un rimborso chilometrico ipotizzato annuo in base alla media storica di km effettuati che percorro per l'azienda.

esempio: sono interessato alla model3 long range,  vedo che da tabella aci il rimborso per 30.000 km\anno è di 0.629646 a km, quindi in un anno sono ben 18.889€ di rimborsi esentasse, non sono male direi e sono deducibili al 100% per la srl. 

non riesco a capire questo limite di 0.56€/km dove lo trovi?

Risposta
8 Risposte
Owner
(@rossovolpe)
Registrato: 2 annifa

Estimable Member
Post: 113

@mr-black

non so darti certezze per la deducibilità 100% sui 30.000 km/anno, perché io ho in mano le tabelle, che ho intravisto anche nel thread (in bianco/nero), e mi sono sempre basato su quelle che fanno appunto riferimento ai 15.000km/anno, percorrenza che mi  permette la deduzione del rimborso al 100%. 
Per quanto riguarda i 0,56€: sono la cifra rimborsabile a deduzione 100% sicura, corrispondente ai 20cv fiscali diesel (presa sempre come riferimento, proprio perché manca nella norma la specifica relativa agli EV).
Magari è un semplice scrupolo da parte del mio commercialista, ma è la cifra che abbiamo sempre usato (non solo per tesla) per:
- evitare ogni tipo di eventuale contestazione se ci fossero controlli (non si sa mai, nel tuo caso 20k€/anno di puro rimborso chilometrico all'amministratore a fronte di un costo reale a suo carico di circa 10k€/anno potrebbero non essere ben visti in fase di controllo)
- evitare di andare a comunque a far spendere altri soldi all'azienda, che pagherebbe tasse sull'eccedenza del rimborso rispetto al valore dei 20cv fiscali (che per M3 LR è comunque accettabile, per le S ed X diventa una bella botta).
In parole povere, secondo il fisco, per lavorare ti dovrebbe bastare (e avanzare) un 2.0 TDI da 116 cv... il resto è capriccio. Questo almeno è quello che ho sempre saputo 🙂 

A rigor di logica è tuttavia legale e legittimo che la tua azienda ti rimborsi il valore stabilito dalle tabelle ACI (che non aumenterà la tua base imponibile ai fini IRPEF), ma ti suggerisco comunque di chiedere un parere inequivocabile dal tuo commercialista.

Risposta
Registered
(@bignick)
Registrato: 3 mesifa

Trusted Member
Post: 55
Postato da: @rossovolpe

@mr-black

non so darti certezze per la deducibilità 100% sui 30.000 km/anno, perché io ho in mano le tabelle, che ho intravisto anche nel thread (in bianco/nero), e mi sono sempre basato su quelle che fanno appunto riferimento ai 15.000km/anno, percorrenza che mi  permette la deduzione del rimborso al 100%. 
Per quanto riguarda i 0,56€: sono la cifra rimborsabile a deduzione 100% sicura, corrispondente ai 20cv fiscali diesel (presa sempre come riferimento, proprio perché manca nella norma la specifica relativa agli EV).
Magari è un semplice scrupolo da parte del mio commercialista, ma è la cifra che abbiamo sempre usato (non solo per tesla) per:
- evitare ogni tipo di eventuale contestazione se ci fossero controlli (non si sa mai, nel tuo caso 20k€/anno di puro rimborso chilometrico all'amministratore a fronte di un costo reale a suo carico di circa 10k€/anno potrebbero non essere ben visti in fase di controllo)
- evitare di andare a comunque a far spendere altri soldi all'azienda, che pagherebbe tasse sull'eccedenza del rimborso rispetto al valore dei 20cv fiscali (che per M3 LR è comunque accettabile, per le S ed X diventa una bella botta).
In parole povere, secondo il fisco, per lavorare ti dovrebbe bastare (e avanzare) un 2.0 TDI da 116 cv... il resto è capriccio. Questo almeno è quello che ho sempre saputo 🙂 

A rigor di logica è tuttavia legale e legittimo che la tua azienda ti rimborsi il valore stabilito dalle tabelle ACI (che non aumenterà la tua base imponibile ai fini IRPEF), ma ti suggerisco comunque di chiedere un parere inequivocabile dal tuo commercialista.

ciao mr black io percorro circa 45.000km all'anno dalla tabella aci che ti allego risulta un importo rimborso di 0,587340 a km, pari a 26430€ all'anno, non mi è molto chiaro il discorso che fai del costo reale di circa 10k€

Risposta
Owner
(@rossovolpe)
Registrato: 2 annifa

Estimable Member
Post: 113

@bignick @mr-black

ciao Bignick, del costo ne parlavo io e mi riferisco al costo simulato di un leasing 48 mesi per una M3 LR. La rata mensile si aggira sui 700-800€. aggiungi anche un treno all'anno di gomme, un'assicurazione decente (non kasko) e "carburante escluso", dovrebbe costare circa 11-12k€ all'anno.

Il mio monito (a mia volta ricevuto da diversi commercialisti) è volto a tutelarsi preventivamente in sede di eventuale controllo: se la differenza tra l'esborso sostenuto ed il rimborso percepito è elevata (ad es: rimborso 24k€- costo 12k€), il fisco non gradisce in quanto potrebbe interpretare la differenza come "reddito esentasse"... (a maggior ragione se a rimborsarsi è proprio l'amministratore...non so se mi sono spiegato 🙄).

Oltretutto (potrei sbagliare/ricordare male) ma siccome il rimborso chilometrico può essere riconosciuto solo a dipendenti/parasubordinati, percorrenze elevate di solito prevedono/impongono l'utilizzo di un'auto aziendale piuttosto che di quella privata del dipendente (è per questo che la gazzetta ufficiale dei rimborsi ACI riporta sempre i 15.000 km) proprio perché l'azienda spende meno dando un fringe-benefit al dipendente (che suo malgrado aumenta la base imponibile ai fini IRPEF). 

Spero di esservi stato d'aiuto 🙂 

Risposta
Registered
(@bignick)
Registrato: 3 mesifa

Trusted Member
Post: 55

@rossovolpe

quindi nel mio caso (45.000 km annui) cosa mi consiglieresti come costo chilometrico ?

Risposta
Owner
(@rossovolpe)
Registrato: 2 annifa

Estimable Member
Post: 113

@bignick

L'obiettivo è ottimizzare il più possibile, ma senza rischiare.
come sai ogni situazione è diversa e quella che è una scelta intelligente per me potrebbe essere sbagliata per te, e viceversa. mi sono trovato anche io ad arrovellarmi su queste cose ma non sono un addetto ai lavori 🙂 quindi ti consiglio di sentire approfonditamente il tuo commercialista. E' l'unico che può darti risposte certe. 

Fossi in te considererei la possibilità di avere l'auto sull'azienda piuttosto che di tua proprietà, affidata a te (tuo fringe-benefit) così che l'azienda deduca il 70% del costo indipendentemente dalla cifra del canone annuo e "scarichi" l'iva.

I 0,56€/km del 20cv fiscali diesel almeno per 15.000km sono "a prova di bomba". 
Da quello che so io il limite di deducibilità totale per l'azienda sono i 15.000km/anno quindi sulle eccedenze l'azienda dovrebbe pagare delle tasse per i soldi che ti rimborsa (non so secondo che proporzioni).

oltre una certa percorrenza diventa sconveniente per l'azienda rimborsare il dipendente (che ovviamente ci va a guadagnare senza aumentare reddito... proprio per questo spesso il rimborso concordato è minore di quello da tabelle ACI) .

ad esempio:
M3LR privata: 40.000km*0,56€= 22.400€ --- deducibilità 100% su 15.000km cioè 8.400€ 
22.400-8.400= 14.000 € che ti vengono riconosciuti ma sui quali l'azienda potrebbe ritrovarsi a pagare un 30% di tasse (figurano come un prelievo di utili)

M3 LR aziendale: 40.000km = 700(iva escl.)*12 + tasse (sul 30% non deducibile) + assicurazione + gomme= circa 12-14.000€ 

Risposta
Owner
(@rossovolpe)
Registrato: 2 annifa

Estimable Member
Post: 113

@bignick
io ho una srl, mentre vedo ora che hai SNC e sei agente... a maggior ragione chiedi al tuo commercialista se cambia qualcosa/come funziona per le società di persone

Risposta
Registered
(@bignick)
Registrato: 3 mesifa

Trusted Member
Post: 55

@rossovolpe

ok grazie rossovolpe

Risposta
Registered
(@bignick)
Registrato: 3 mesifa

Trusted Member
Post: 55

ho dato un occhiata al comma 3 dell’art. 95 Tuir, specifica in effetti il limite dei 17 cavalli fiscali o 20 se motore diesel, ma non fa alcun riferimento al limite di 15.000 km chilometri percorsi

"3. Le spese di vitto e alloggio sostenute per le trasferte effettuate fuori dal territorio comunale dai lavoratori dipendenti e dai titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa sono ammesse in deduzione per un ammontare giornaliero non superiore ad euro 180,76; il predetto limite e' elevato ad euro 258,23 per le trasferte all'estero. Se il dipendente o il titolare dei predetti rapporti sia stato autorizzato ad utilizzare un autoveicolo di sua proprieta' ovvero noleggiato al fine di essere utilizzato per una specifica trasferta, la spesa deducibile e' limitata, rispettivamente, al costo di percorrenza o alle tariffe di noleggio relative ad autoveicoli di potenza non superiore a 17 cavalli fiscali, ovvero 20 se con motore diesel."

 

dove hai trovato l'informazione del limite dei 15.000 km ?

Risposta
Post: 18
Registered
(@mr-black)
Active Member
Registrato: 2 annifa

Io trovo questo online:

Come calcolare i rimborsi chilometrici

 

Risposta
1 Risposta
Registered
(@bignick)
Registrato: 3 mesifa

Trusted Member
Post: 55
Postato da: @mr-black

Io trovo questo online:

Come calcolare i rimborsi chilometrici

 

ma anche qui non è specificato il limite di 15.000km, credo che se uno ne fa di più ha diritto ad avere più rimborso anche se la quota a km scende con l'aumento del chilometraggio

Risposta
Pagina 4 / 5
Share: