Forum


Caricare in condomi...
 
Notifiche
Cancella tutti

Caricare in condominio  

Pagina 1 / 4

Post: 91
Registered
(@tetsuya)
Trusted Member
Registrato: 1 annofa

Ciao,

vorrei prendere una M3LR ma prima vorrei capire se posso caricarla a casa.

Infatti abito in condominio dove tutti i box hanno l'energia elettrica in comune, ovvero i box hanno una presa 220V di servizio e tutte le prese sono sotto un'unica rete comune per motivi di sicurezza, di modo che i VVFF possano spegnare la rete con unico interruttore in caso di intervento.

Ovviamente per un uso intensivo come la carica auto dovrei mettere un contatore per pagare il dovuto ai condomini.

Qualcuno nel forum sa come funziona e se ci sono problemi per farlo?

 

Grazie

 

 

 

56 Risposte
2 Risposte
Registered
(@reservation)
Registrato: 6 mesifa

New Member
Post: 4
Postato da: @tetsuya

Ciao,

vorrei prendere una M3LR ma prima vorrei capire se posso caricarla a casa.

Infatti abito in condominio dove tutti i box hanno l'energia elettrica in comune, ovvero i box hanno una presa 220V di servizio e tutte le prese sono sotto un'unica rete comune per motivi di sicurezza, di modo che i VVFF possano spegnare la rete con unico interruttore in caso di intervento.

Ovviamente per un uso intensivo come la carica auto dovrei mettere un contatore per pagare il dovuto ai condomini.

Qualcuno nel forum sa come funziona e se ci sono problemi per farlo?

 

Grazie

 

 

 

Ciao se carichi nel box carichi con il cavo in dotazione ma carichi 16 km ora pero paga il condominio e non è molto corretto.Altrimenti fatti mettere il wall charger da un elettricista, chiedi un contatore fino a 6 kw e cosi sei libero di caricare quanto vuoi a 33/36 km ora.. 

Risposta
 Noos
Moderator
(@noos)
Registrato: 4 annifa

Famed Member
Post: 4872

@reservation

Che dici di passare per la sezione di presentazione a raccontarci un po di te?

Teo te lo ha chiesto altrettanto gentilmente.

Grazie!

 

Risposta
Post: 2514
Moderator
(@zizio82)
Famed Member
Registrato: 1 annofa

Partiamo da una domanda che io stesso mi sono fatto essendo nella tua stessa identica condizione: mi serve veramente? Di che zona sei? Io lavoro a Milano e tra A2A e lavoro (sempre colonnina A2A) non ne sento la necessità anche se può essere una comodità.

Risposta
Post: 61
Registered
(@marcox87)
Trusted Member
Registrato: 8 mesifa

L'unico problema che mi viene in mente è il dimensionamento dei cavi che portano la 220 al box. Come puoi immaginare visto il tipo di uso che si è sempre fatto delle prese in box sono minifrigoriferi e simili. Io sono in condominio, situazione diversa dalla tua perché ho il contatore collegato, ma ho dovuto ricablare perché la sezione era adatta per portare appena 1kw

Risposta
Post: 1575
Moderator
(@lolli_)
Noble Member
Registrato: 3 annifa

Che io sappia c'è una legge che dice che i condomini devono lasciare passare i tuoi cavi su suolo condominiale e farti installare un contatore. la cosa migliore da fare è sicuramente questa, farsi fare un impianto ad hoc con cavi di sezione corretta. dipende poi quanti km fai, in ogni caso non penso ti serviranno più di 5-6 kW di potenza. considera che in 10h che stai a casa da quando torni da lavoro al giorno dopo, con 5 kW, ricarichi 50 kWh, per cui un buon 75-80% più che sufficiente.

Risposta
Post: 146
Owner
(@frank62)
Estimable Member
Registrato: 1 annofa

Io ero nella stessa situazione. Ho deciso di portare la mia linea privata in box, partendo dallo stesso contatore che serve l'appartamento, senza fare un nuovo contratto e senza collegarmi all'impianto comune condominiale perché non progettato per questi carichi.

Ho chiesto all'amministratore che mi ha dato l'ok dopo aver verificato con l'elettricista del condominio che non ci fossero impedimenti nel portare una nuova canalina dal locale contatori al mio box.

L'unica accortezza è che anche l'interruttore tra il contatore ed il mio box deve essere anche lui collegato con bobina di sgancio all'interruttore di emergenza vv.ff. 

Poi ho fatto fare il lavoro da elettricista di mia fiducia  e ha fatto lui anche il collegamento della bobina di sgancio vv.ff. che era pure in altro locale contatori con un bel cavo da portare  in giro nell'edificio.
Alla fine, come mi era richiesto subito anche dall'amministratore,  mi ha rilasciato la Di.Co. che ho consegnato in copia all'amministratore.

 

Risposta
Pagina 1 / 4
Condividi: