Forum


Prezzo del Cybertru...
 
Notifiche
Cancella tutti

Prezzo del Cybertruck  

Pagina 2 / 2
  RSS

(@devix)
Illustrious Member Moderator
Registrato: 4 annifa
Post: 5564
10/12/2019 9:10 pm  

Le acque si sono un po' calmate dopo l'unveil e I vari siti/youtuber cominciano a fare delle analisi piu' ragionate.
Effettivamente ci sono vari aspetti di risparmio per la produzione del CT.

1. Il design e' stato obbligato a quindi il tempo dedicato al design e' stato decisamente limitato. Il CT non e' altro che un modello usato per I test di carico, nessun altra sovrastruttura per renderlo piu' "bello".

2. Lo stampaggio, come gia' detto richiede intanto I macchinari che sono costosi, ma anche l'assemblaggio dei pezzi stampati richiede vari step.

3. La verniciatura e' un grandissimo costo per le case. Richiede spazi enormi e tempi di asciugatura. Tagliando questo step, si risparmia soprattutto tempo (che poi vuol dire soldi).

4. La stragrande maggioranza delle parti deriva dai modelli gia' in essere quindi non c'e' stato bisogno di un eccessivo investimento in R&D

Nessuno pubblichera' mai i costi di produzione di un'auto, ma questo potrebbe essere un buon sunto.


RispostaQuota
(@cronos)
Famed Member Moderator
Registrato: 4 annifa
Post: 2750
11/12/2019 9:14 am  
Postato da: @devix

Nessuno pubblichera' mai i costi di produzione di un'auto, ma questo potrebbe essere un buon sunto.

In realtà sono praticamente palesati in ogni trimestrale dato che ti dicono a quanto hanno venduto l'auto e quanto è il gross margin


RispostaQuota
(@devix)
Illustrious Member Moderator
Registrato: 4 annifa
Post: 5564
11/12/2019 2:08 pm  

@cronos

Beh insomma. Non e' che si evince in modo lampante o almeno io non sono in grado di capirlo.


RispostaQuota
(@cronos)
Famed Member Moderator
Registrato: 4 annifa
Post: 2750
11/12/2019 2:12 pm  

@devix

Se hai venduto 100 auto a 500.000€ e hai un gross margin del 20% sai che in media un auto viene venduta a 50.000€ e che produrla ti è costato 40.000€, che comprende già i costi dei pezzi, della manodopera e tutto ciò che è legato

Gross Margin = (Total Revenue – Cost of Goods Sold)/Total Revenue x 100

 

( numeri a caso chiaramente )


RispostaQuota
(@devix)
Illustrious Member Moderator
Registrato: 4 annifa
Post: 5564
11/12/2019 2:15 pm  

@cronos

Fin li' c'ero anch'io.
Solo che il dato e' generalizzato. Intanto non e' diviso per auto e neanche per allestimento (margini diversi).
Il dato interessante sarebbe capire effettivamente quanto risparmiano senza stampaggio e verniciatura.
Tutto qui, pura curiosita'.
Ripeto che per quello che offre il Cybertruck, il prezzo e' nettamente inferiore a 3 e Y con pari caratteristiche.


RispostaQuota
(@cronos)
Famed Member Moderator
Registrato: 4 annifa
Post: 2750
11/12/2019 2:24 pm  

E' chiaro che non hai un dettaglio così specifico di cosa costa ogni singola opzione, intanto sarebbe un lavoro mastodontico da mettere in un report, inoltre sarebbe anche estremamente stupido però aiuta a farsi un idea.

Quello che risulta ovvio è che il prezzo è estremamente competitivo, anche troppo, e quindi in realtà tiene già conto di una notevole riduzione dei costi nelle batterie ( la vernice costa, ma non così tanto.. ) cosa che probabilmente farà schizzare in alto i margini delle model 3 ( o ne abbasserà il prezzo, più probabilmente ) nei prossimi anni


RispostaQuota
(@devix)
Illustrious Member Moderator
Registrato: 4 annifa
Post: 5564
11/12/2019 2:28 pm  

@cronos

e invece da quello che ho potuto constatare, il processo di verniciatura e' un bagno di sangue perche' richiede soprattutto molto spazio e molto tempo.


RispostaQuota
(@cronos)
Famed Member Moderator
Registrato: 4 annifa
Post: 2750
11/12/2019 3:12 pm  

@devix

lo spazio non è un costo, non nel senso del gross margin mi verrebbe da dire così come non è un costo la fabbrica e i macchinari ( se non la loro riparazione forse ) perchè non è strettamente legato al costo di produzione, è chiaramente un problema logistico, è un costo avere un piazzale.. ma nel peggiore dei casi il costo è una persona che muove le auto e le parcheggia da qualche parte per il resto..

anche il tempo non è un costo, sempre nel senso del gross margin, il problema del tempo è che chiaramente ti obbliga ad anticipare dei soldi per più tempo, ma parliamo di auto che vengono spedite dall'america in cina e in europa, il tempo è un concetto molto relativo

è sicuramente una seccatura in meno, in particolare per quanto riguarda la consegna delle auto, i difetti a cui correre dietro, ma non penso che il cybertruck ne sarà immune, mi aspetto macchie sull'acciaio, lucidature da fare o altro, non ci sono molti metri di paragone di altre auto/pickup che usano un metodo simile quindi è tutto un incognita


RispostaQuota
(@devix)
Illustrious Member Moderator
Registrato: 4 annifa
Post: 5564
11/12/2019 3:14 pm  

Beh spazio, tempo e persone sono risorse che incidono nel costo produttivo totale.


RispostaQuota
(@massi76)
Eminent Member Registered
Registrato: 12 mesifa
Post: 35
13/01/2020 5:02 pm  

Il contenimento del prezzo è dovuto anche alla standardizzazione del progetto, al contrario di altre case automobilistiche che ti fanno personalizzare anche il suono della marmitta Tesla aspira a fare le auto a stampino: no colore da scegliere, no optional, no tessuti, no pelle. Stesso software, stessa elettronica (è il display del model 3?) e variazione di costo solo a fronte dell'aggiunta di un o più motori. A mio avviso geniale, hanno fatto dell'omologazione una cosa eslusiva Wink  


RispostaQuota
(@thedream)
Noble Member Moderator
Registrato: 3 annifa
Post: 1769
13/01/2020 5:36 pm  

@massi76

Un po' come la Ford T: potete averla del colore che volete, basta che sia nera. 😉 

Any customer can have a car (Ford T) painted any colour that he wants so long as it is black


RispostaQuota
(@massi76)
Eminent Member Registered
Registrato: 12 mesifa
Post: 35
13/01/2020 6:39 pm  
Postato da: @thedream

Any customer can have a car (Ford T) painted any colour that he wants so long as it is black

Citazione storicamente poetica. E' ironico come il massimo dell'esclusività a livello tecnologico oggi corrisponda alla massima standardizzazione della cosidetta catena di montaggio novecentesca. Più semplifichi, più margini e, come giustamente osservato, la forbice dei guadagni è destinata ad aumentare fisiologicamente dato che le batterie di grosse dimensioni saranno sempre più economiche


RispostaQuota
(@devix)
Illustrious Member Moderator
Registrato: 4 annifa
Post: 5564
13/01/2020 6:46 pm  

@massi76

COrretto, ma e' quello che gia' esiste per Model S, Model X e Model 3. Pochissime opzioni per ottimizzare la catena produttiva.
Il Cybertruck e' veramente su un altro pianeta da questo punto di vista.

Proprio ieri guardavo una foto del progetto della Gigafactory4 e le parti dedicate a stampaggio e verniciatura occupano meta' fabbrica!!! Togliendo la verniciatura e limitandosi alla piegatura dell'acciaio, c'e' un enorme risparmio di risorse.


RispostaQuota
(@massi76)
Eminent Member Registered
Registrato: 12 mesifa
Post: 35
13/01/2020 6:53 pm  

@devix

Certo ma con il Cybertruck il concetto è ancora più esasperato perché hanno risolto alla radice anche il problema della vernice... eliminando il processo di verniciatura. Chiamali scemi!


RispostaQuota
(@devix)
Illustrious Member Moderator
Registrato: 4 annifa
Post: 5564
19/01/2020 5:28 am  

Metto qui sotto un video super interessante dedicato al Cybertruck.
Parla Sandy Munro che di esperienza nell’automotive e non solo ne ha da vendere.
Se avete tempo, ne vale la pena. Dopo la metà parlano anche dei miglioramenti produttivi della Model 3 cinese e della Model Y.

Per chi non ha tempo, ma ne parla dai minuto 11, mette a confronto il costo di produzione del Cybertruck rispetto a un F150, come se entrambi partissero da zero.
Su una produzione di 50.000 unità all’anno il Cap-Ex (Capital Expenditure) sarebbe di 30 milioni per il Cybertruck e di 210 milioni per il Ford.

Solo per dare un quadro generale, su una produzione di 600.000 unità l’anno, il Cap-Ex sarebbe di 125 milioni per il Cybertruck e di 650 milioni per l’F150.
Parliamo dell’85% in meno nel primo caso e del’80% in meno nel secondo.

La semplicità e la genialità del Cybertruck permettono a Tesla di mantenere i costi decisamente bassi per quello che offre e quindi ammortizzare le batterie.

Verso la fine indica anche che il 50% del costo di un’auto elettrica deriva dal powertrain (batterie, motori e inverter) a differenza delle ICE dove incide solo del 18%.

Questo fa veramente capire come la funzionalità del design e della scelta dei materiali possa portare a un prezzo così competitivo.

Ecco il video


RispostaQuota
Pagina 2 / 2
Condividi: