M3 … TUTTI PRONTI? 162


Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Sta per arrivare il momento tanto aspettato … un susseguirsi di speculazioni di ogni …

Ricordando la partita di calcio durante la visione della corrazzata Potemkin …
Si diceva che l’Italia stava vincendo per venti a zero e che aveva segnato anche Zoff di testa, su calcio d’angolo...”

Birra pronta nel frigo?
Patatine?

Ci sarà un “one more thing”? Qualche novità dell’ultimo minuto?

Cosa sarà la chicca riservata ai primi che han fatto la coda?

E il famoso volante da “Astronave”?

Da annuncio di Elon la presentazione sarà visibile in streaming a partire dalle 05:45 ora nostra.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

162 commenti su “M3 … TUTTI PRONTI?

    • Gottirdi

      Posted by: MaxTSecondo voi annuncieranno anche i prezzi per EU ? Io se riuscirò lo seguirò in diretta 🙂 .

      Apriranno anche il configuratore ma, da quello che ho capito, solo in USA.Quindi per sapere prezzo in Italia dovremo aspettare ancora.

  • MaxT

    Scossone o sberlone, sarà da vedere il prezzo Europeo, se oltre i 45.000 Euro, potrebbe incontrare qualche problema in Francia e Germania, dovremmo comunque essere su quel prezzo, a meno che TESLA per non ingolfare le linee produttive, non decida di alzare volutamente il prezzo, per decongestionare i preordini. Sono proprio curioso di sapere il prezzo Europeo, se non lo annunciano oggi, bella non è di certo :).

  • Gottirdi

    Posted by: MaxTQuindi in Europa resteremo con i preordini mentre in USA apriranno il config. per ordinare direttamente, giusto ?

     Esatto, partiranno con le consegne ai dipendenti per poi coprire gli ordini in America (partendo da costa ovest) ed arrivare infine in tutto il mondo.

  • MaxT

    Si si questo si sapeva, ma certo è che sarà il caos. Se in USA aprono le vendite, ed hanno già 100.000 preordini, vorrà dire che chi ordina e non preordina domani, va comunque in coda a chi ha già preordinato, e potrà configurare (se ci sarà qualcosa da configurare) la propria auto. Le M3 per il mercato europeo verranno sempre assemblate nei paesi bassi ? Se così non fosse, i preordini degli Europei dove andranno a finire, tra l’evasione dei preordini USA e la gestione dei nuvi ordini USA ? Praticamente sarà il caos 🙂 . Si parla di 400.000 preordini, mettiamo che effettivi e confermati ne siano 250.000, non dei numeri di MS e MX, che vengono prodotte su ordinazione, ma con numeri infinitamente più bassi. Produrre 250.000 vetture preordinate, e gestire, i preordini USA, i prordine, EU, ed i preordini del resto del mondo, non è cosa da poca, se consideriamo anche il fatto che in USA, da domani non preordineranno più ma ordineranno direttamnte, ovviamente andando in coda ai preordini fatti fino ad oggi, gli Europeri ed il resto del mondo in questa situazione dove li collocano ? Anche se producono nei paesi bassi, i batterypack e le componenti arrivano dagli USA, quindi sarà da capire anche come approvviggioneranno i materiali, se devono getire i prordini interni, gli ordini interni, i prordini EU e resto del mondo, e ad un certo punto anche gli ordini EU e resto del Mondo. Se le cose stanno così la vedo dura che consegneranno qualcosa al di fuori degli USA prima della fina del ’18 o inzi del 19.

  • Man

    in ogni caso “america first”, questo è il live motive che gli americani hanno scelto per i prossimi anni; quindi mettiamoci il cuore in pace.le logiche commerciali distributive e di prezzo saranno indipendenti da problemi produttivi, ma piuttosto legate a piani già predefiniti, dei quali peraltro ci sono già molti segnali dati.che in europa dovevamo attendere era noto da tempo e sinceramente lo vedo solo che un vantaggio, le vetture avranno più esperienza, quindi si presumo saranno affinate almeno nel sw.

  • Gottirdi

    Posted by: MaxTSi si questo si sapeva, ma certo è che sarà il caos. Se in USA aprono le vendite, ed hanno già 100.000 preordini, vorrà dire che chi ordina e non preordina domani, va comunque in coda a chi ha già preordinato, e potrà configurare (se ci sarà qualcosa da configurare) la propria auto. Le M3 per il mercato europeo verranno sempre assemblate nei paesi bassi ? Se così non fosse, i preordini degli Europei dove andranno a finire, tra l’evasione dei preordini USA e la gestione dei nuvi ordini USA ? Praticamente sarà il caos 🙂 .

    Sono 100.000 i preordini in usa? dato confermato? Di questi 100.000 quanti confermeranno subito ordine?Stimando un 60% (dato molto ottimista) significa che, prima di passare ai nuovi ordini dovranno produrre 60.000 vetture. Musk ha parlato di proddure 150 model 3 ad agosto, 1500 a settembre e poi salire fino a produrne 20.000 a dicembre.Se questo piano sara´  rispettato si puo´  pensare che per febbraio abbiano coperto i preordini ed iniziato a produrre vetture per coloro che hanno ordinato dopo la presentazione.Essendo ottimisti si puo´  pensare che le prime model 3 arrivino da noi verso fine 2018 (?)Le mie sono solo stime basate su niente quindi potrei sbagliare completamente

  • MaxT

    Si esatto è quello che dicevo anche io sopra, 100.000 è un numero di fantasia, non so quanti siano i prordini USA, resta comunque il fatto che sono tantissimi, anche a fronte delle disdette. Se la M3 verrà prodotta per l’EU nei paesi bassi, cosa spero che avvenga, non ci saranno problemi per i preordini europei, inquanto verranno dirottati in ordine d’arrivo verso la fabbrica in EU, sarà solo da vedere se riusciranno a garantire l’approvvigionamento delle varie componenti. Se mentreinvece produrrano tutto in USA, i preordini e gli ordini Europei e del resto del mondo dove li collocano ? Nel mezzo degli ordini USA ?

  • DiV@h L'autore dell'articolo
    Posted by: Gottirdi

    Divah, in California sono 9 ore indietro, lo streaming aprirà alle 8:45 PM per iniziare alle 9:00 PM che sarebbe il nostro sabato mattina alle 6:00.        No(?)

    Grazie della segnalazione! L’annuncio iniziale era stato dato per le 7 ecco il perchè della “svista”.

    Ho corretto!

  • kosline

    @Div ma sei alla presentazione? :p

    @Max solo alcune parti vengono assemblate in UE, il grosso viene fatto in US, in realtà non sappiamo manco come si sono attrezzati come forza lavoro qui da noi, e di conseguenza che ritmo possono portare come assemblaggio-finale, come non si sa esattamente come intende smaltire ordini e preordini Tesla, se non su alcune cose principali che possono cambiare in base alle loro esigenze, anche perchè molto dipenderà dai due fattori:

    Reale conferma ordini..

    Reale loro produzione (e qui personalmente le parole di Musk le prendo sempre con le pinze) valutiamo mese per mese.

    Cmq la UE (tranne UK), si trova sempre subito dopo US come consegne, questo almeno lo sappiamo.

    😉

  • MaxT

    Difatti sono curioso di vedere come TESLA si evolverà da fabbrica quasi artigianale, a reale motors company. Spero solo che già da stasera ci diranno qualcoa in più anche a noi che siamo in EU 🙂 . La M3 per TESLA è un pò quello che fù IPOD per APPLE 🙂 .

  • Nonfumopiu

    Io attendo la conferma di:- volante con touch screen al posto delle rotelline e pulsanti – proiezione sul parabrezza di qualsiasi informazione su auto, multimedia e navigazione- autopilot di nuova generazione standard- 45.000 Europotrei anche dire “la compro”   

  • Lolli_

    Nonfumopiù sappiamo da tempo che sicuramente non ci sarà nessun HUD o altri sistemi di proiezione .. 🙁

    Per il resto ci sta come cosa 🙂

    Buona attesa a tutti e .. per chi riesce a dormire buonanotte!!

  • DiV@h L'autore dell'articolo
    Posted by: Lolli_

    Nonfumopiù sappiamo da tempo che sicuramente non ci sarà nessun HUD o altri sistemi di proiezione .. 🙁

    Per il resto ci sta come cosa 🙂

    Buona attesa a tutti e .. per chi riesce a dormire buonanotte!!

    Sappiamo sicuramente? 

  • Lorenzo

    Allora impressioni a caldo ?
    Sulla Plus direi non male autonomia, sinceramente mi aspettavo una presentazione con più informazioni …. non so voi ….. vari dettagli al momento rimangono sconosciuti … cavoli potevano dire qualcosa di più !

  • MaxT

    Già la Plus ottima autonomia ma a che prezzo ? In Eu saremo oltre i 55.000 Euro, una follia… La base, sarà attorno ai 300 km reali, troppo pochi per la rete SC Italiana, spero ne aprano di nuovi entro il 2017, o la vedo veramente dura. BMW e VW si stanno attivanda anche sul lato ricarica, e se il progetto EVA+ dovesse realmente naufragare una M3 base non sarebbe semplicemente funzionale, di city car elettriche ce ne sono abbastanza alla metà del prezzo. Sinceramente mi aspettavo qualche dettaglio in  più anche io, non hanno detto nulla di più di quello che già si sapeva.

  • MaxT

    Bisognerà anche vedere se la versione plus andrà da subito in produzione. A questo punto poi sarà da vedere la serie 3 di BMW su che segmento di prezzo si porrà, e quanta autonomia avrà, in Europa, a parità di prezzo e autonomia, credo che la moltitudine di potenziali clienti preferirebbe BMW. Anche perche se TESLA mantiene le finiture e le altissime tolleranze d’assemblaggio che ha su X e S, diverrebbe una lotta impari.

  • MaxT

    Difatti secondo me c’è qualcosa che non va… Non è nello stile di Musk. Dissero molto di più alla presentazione non ufficiale, non hanno fatto vedere praticamente nulla di reale, tutti rendering… Non una ma 10 spanne sotto le presentazioni/consegne di S e X … E menomale che sarebbe satat l’auto della rivoluzione, bo, qualcosa non torna.

  • Ste
    Posted by: MaxT

    Già la Plus ottima autonomia ma a che prezzo ? In Eu saremo oltre i 55.000 Euro, una follia… La base, sarà attorno ai 300 km reali, troppo pochi per la rete SC Italiana, spero ne aprano di nuovi entro il 2017, o la vedo veramente dura. BMW e VW si stanno attivanda anche sul lato ricarica, e se il progetto EVA+ dovesse realmente naufragare una M3 base non sarebbe semplicemente funzionale, di city car elettriche ce ne sono abbastanza alla metà del prezzo. Sinceramente mi aspettavo qualche dettaglio in  più anche io, non hanno detto nulla di più di quello che già si sapeva.

    In realtà i dati dell’autonomia di Tesla in USA sono reali, non ‘sparate’ di marketing come le autonomie delle EV europee. Quindi le autonomie reali saranno di circa 350 km e quasi 500. E in ogni caso per la rete di Supercharger 300 km di autonomia sono più che sufficienti, io viaggiando tra un Supercharger e l’atro, anche in Italia, non ho mai usato 300 km di autonomia reale ovvero il 75% della mia batteria.

    Un’auto da 350 km di autonomia reali non è minimamente paragonabile a una city car… 😉

  • MaxT

    Be io con due S ero abbondantemente sotto i Km dichiarati, quindi non so per te ma io con il mio stile di guidà e con percorrenza prevalentemente autostradale ero su un consumo medio di 240W, con la D85 facevo circa 340 Km con la D100 circa 400, ben lontani dai km dichiarati… Vabbe, detto questo, ho già postato le mie esperienze, e ti assicuro che con 300 Km, il percorso San Benedetto del Tronto-Roma, non è coperto da SC, quindi non mi è possibile andare e tornare da Roma su San Benedetto sfruttando i SC, a meno che non fare deviazioni che comporterebbero comunque tra andata e ritorno circa 4 ore in più di percorrenza. E Roma da San Benedetto è a circa 250 Km.

  • Ste
    Posted by: MaxT

    Be io con due S ero abbondantemente sotto i Km dichiarati, quindi non so per te ma io con il mio stile di guidà e con percorrenza prevalentemente autostradale ero su un consumo medio di 240W, con la D85 facevo circa 340 Km con la D100 circa 400, ben lontani dai km dichiarati… Vabbe, detto questo, ho già postato le mie esperienze, e ti assicuro che con 300 Km, il percorso San Benedetto del Tronto-Roma, non è coperto da SC, quindi non mi è possibile andare e tornare da Roma su San Benedetto sfruttando i SC, a meno che non fare deviazioni che comporterebbero comunque tra andata e ritorno circa 4 ore in più di percorrenza. E Roma da San Benedetto è a circa 250 Km.

    Le autonomie non sono calcolate a 130-140 km/h, come è ovvio. Sappiamo bene che a circa 120 l’autonomia dichiarata EPA e quella reale coincidono. Io ho fatto poca autostrada per un periodo e ho fatto 4500 km a 194 Wh/km, quindi ancora meglio dell’autonomia dichiarata.

    San Benedetto del Tronto – Roma non è un percorso “tra i Supercharger”, ma al di fuori dei Supercharger. Ovviamente uscendo dalle rotte totalmente coperte da SC le autonomie desiderate possono rendere a infinito 😉

  • Gottirdi

    Io ho seguito la presentazione in tenda con telefono 😂 ma mi è sembrata all’altezza della macchina che è…hanno dato più informazioni e quelle che non hanno dato (come kW batteria/kW motore) sono per non dare ancora informazioni alla concorrenza che si dovrà “arrangiare”..ci sono già tanti video dei test drive che hanno fatto: 495km di autonomia,dichiarati, non è male!A proposito Divah raccontaci del test drive, com’è andata? Come ti è sembrata dal vivo?

  • anjl

    MaxT per quanto riguarda i prezzi sicuramente le europee non faranno meglio, anzi..per le rifiniture per il momento hai ragione, aspettiamo le grandi promesse EU.Il prezzo della model 3 mi sembra che rientri nella normalità ed aspettativa

  • MaxT

    Ripeto i 495 Km dichiarati non sono reali, quasi nessuno va perennemente a 80/90 Kmh, e su strade con poca prevalenza, nel traffico è un’altra storia. Negli USA hanno migliaia di miglia di strade in pianura, sarei curioso di vedere quanti Km fa a San Francisco, sul circuito urbano. La concorrenza non si deve arrangiare, visto che hanno già pronte macchine in uscita nel 2018, vedi Opel, VW, BMW, MERCEDES, AUDI e Volvo. L’aspettativa era forse 35.000 Dollari per 495 Km, ma era ovviamente dura, forse più un sogno. Hanno fatto fare test drive della 3 ? A me sembravano MS. Se così fosse sono curioso anche io, sopratutto dell’abitabilità per posti posteriori, che da foto sembravano sacrificare le gambe.

  • Devix

    Deludente pirtroppo. Presentazione sottotono.
    Nessuna rivoluzione per ora.
    In EU saremo sui 43 la base e 52 la long range.
    L’autonomia dichiarata è ben diversa dalla reale. Con la base, in autostrada a 130 si faranno 230km, con l’altra circa 300.
    Direi che la long range è assimilabile a una S 85 come prestazioni e autonomia, ma ovviamente non è una macchina di lusso.
    Comunque sempre meglio di niente considerando anche il fatto che i listini in casa Tesla tendono più a scendere che a salire man mano che si produce.
    Comviene davvero aspettare più di un anno per una 3? O è meglio una S subito con SC gratuiti???

  • Gottirdi

    Sì hanno fatto fare un test drive della model3 con un ingegnere Tesla che guidava, non era però possibile fare foto o video in teoria , se controllate la pagina fb “aboliamo il motore a scoppio” ha postato più video e foto durante il test drive https://www.facebook.com/story.php?story_fbid=1405162796228325&id=628427107235235 

  • MaxT

    A ottimo, allora almeno sulle finiture interne e l’abitabilità dei sedili posteriori dovremmo avere notizie a breve. Io spero solo che non ci siano quelle imprecisioni (importanti) di allinemaneto delle lamiere tra cofano e montante che c’erano su una delle due S che ho posseduto. Sono errori perdonabili su auto pioneristiche, ma non di certo per veicoli “di serie” . Il sito è tornato on line, e per ora non c’è il configuratore, solo info addizionali ed un confronto con la S. Chi preordina oggi ha tempi d’attesa di 18 mesi, quindi inzi 2019.

  • MicheleCT

    Io ovviamente penserei al modello long range ignorando l’altro, che mi sembra davvero sottotono. Il rischio di trovarsi con una costosa city car c’è, anche con un potenziamento dei SC (basta andare e tornare da Rieti a Roma -o poco più- per rimanere a secco, tanto per fare un esempio a me vicino).Nella pagina MyTesla si può preselezionare il modello long, ma solo in associazione al premium pack, per ora. Spero e credo le due opzioni saranno presto disgiunte: se 45000$ corrispondono a 55000€, 49000$ sono davvero troppi per chiunque. Comunque, credo siano troppi anche 50000€ per una macchina del genere. È un discorso personale ma anche ecologico: non capisco perché una persona debba spendere così tanti soldi per un’auto. Solo per andare veloci? Ma le elettriche non erano per rimanere green? Peraltro non sono un fan di accelerazione e velocità, quindi certe funzionalità mi lasciano del tutto indifferente. Io guardo al range e all’affidabilità. Il resto per me è fuffa per i danarosi accaniti di motori e velocità.Mi sa che la mia prossima auto purtroppo sarà comunque una banale ICE. Suppongo ci vogliano ancora almeno 5-10 anni per una macchina elettrica decente, che costi e viaggi quanto una “semplice” Yaris. Sono paragoni strani, lo so, perché la Model 3 non si confronta con la Yaris ma con la Audi A4. A me però la A4 non serviva e non serve nemmeno ora. Sono disposto a pagare qualcosa in più della suddetta Yaris, per avere una elettrica invece di una ICE. Ma non che il prezzo triplichi o quadruplichi.

  • Lolli_

    Ho fatto due calcoli con i dati presenti su Tesla.com/presskit per calcolare la capacità effettiva della batteria (e quindi la capacità nominale):
    sul sito troviamo la velocità di carica della batteria standard: 30 miles of range per hour (240V outlet, 32A), questo corrisponde a 7.68 kW caricati in 1 ora, per cui facendo due conti sapendo che il range totale è di 220 miles si ottiene che la capacità reale della batteria è 56,32 kWh. La capacità nominale sarà dunque 60 kWh.
    per la batteria long range: 37 miles of range per hour (240V outlet, 40A), questo corrisponde a 9.6 kW caricati in 1 ora, il range totale è di 310 miles. Capacità reale 80,43 kWh Capacità nominale? questo è un po’ fuori dal normale dato che Elon aveva dicharato che la batteria massima sulla 3 è 75 kWh.

  • MaxT

    Va comunque detto per onestà di causa che la A4 base di listino sta a 36.00 euro, la si porta a casa per 32.000 euro messa su strada. Qui parliamo di 42/45 mila euro, per la versione con autonomia ridotta, 10.000 euro in più a parità di segmento d’appartenenza. Se il pacchetto premium costerà 5.000 dollari, si arriva a 50.000 dollari messa su strada, più tasse (in USA variabili da stato a stato) , in Europa, in Italia, aggiunta l’IVA e dazio, saremo tra i 62.000 e i 65.000 euro, molto vicino al prezzo dell a MS 75. Forse è per questo motivo che si rumoreggia che vogliono levare dal listino la S75 mono motore ? Con questi prezzi, credo che in molti attenderanno di vedere come si comporterà la concorrenza, non solo sul segmento D, ma anche su segmenti inferiori. Opel vende in Germania AMPRA a circa 34.000 euro.

  • MaxT

    Posted by: Lolli_Ho fatto due calcoli con i dati presenti su Tesla.com/presskit per calcolare la capacità effettiva della batteria (e quindi la capacità nominale): sul sito troviamo la velocità di carica della batteria standard: 30 miles of range per hour (240V outlet, 32A), questo corrisponde a 7.68 kW caricati in 1 ora, per cui facendo due conti sapendo che il range totale è di 220 miles si ottiene che la capacità reale della batteria è 56,32 kWh. La capacità nominale sarà dunque 60 kWh. per la batteria long range: 37 miles of range per hour (240V outlet, 40A), questo corrisponde a 9.6 kW caricati in 1 ora, il range totale è di 310 miles. Capacità reale 80,43 kWh Capacità nominale? questo è un po’ fuori dal normale dato che Elon aveva dicharato che la batteria massima sulla 3 è 75 kWh.

    Saranno probabilmente delle 75 “castrate” castrate sul modello meno performante. O forse un’inedito pacco batterie, su tecnologia 2170 ?

  • Ste
    Posted by: MaxT

    Ripeto i 495 Km dichiarati non sono reali, quasi nessuno va perennemente a 80/90 Kmh, e su strade con poca prevalenza, nel traffico è un’altra storia. Negli USA hanno migliaia di miglia di strade in pianura, sarei curioso di vedere quanti Km fa a San Francisco, sul circuito urbano. La concorrenza non si deve arrangiare, visto che hanno già pronte macchine in uscita nel 2018, vedi Opel, VW, BMW, MERCEDES, AUDI e Volvo. L’aspettativa era forse 35.000 Dollari per 495 Km, ma era ovviamente dura, forse più un sogno. Hanno fatto fare test drive della 3 ? A me sembravano MS. Se così fosse sono curioso anche io, sopratutto dell’abitabilità per posti posteriori, che da foto sembravano sacrificare le gambe.

    L’autonomia EPA corrisponde a una velocità di circa 120 km/h se non fa troppo freddo. A 80/90 km/h superi di molto, ma di molto l’autonomia EPA. 35.000 USD per 495 km non se li aspettava nessuno, perché sin dagli albori della Model 3 il prezzo è autonomia sono sempre stati dichiarati e ben espliciti: 35.000 USD per 220 miglia EPA o 350 km.

  • Lolli_

    c’è anche da dire che la A4 configurata così non ha su un bel niente, cerchi da 16″ orribilanti, fari allo Xenon e non a LED, clima monozona, accesso tradizionale e non keyless, schermino MMI Radio plus da 7 pollici senza navigatore. se vogliamo mettere il navi con lo schermo poco più grande partono 4000€ belli, mettiamo dei cerchi decenti da 18 e sono 1700€, fari a le 2200€ siamo già a 43.300 € prezzo di una 3 base in Italia, però intanto hai un motore elettrico e tutti i vantaggi di esso. nessuno ha mai detto che l’elettrico non costi, per questo esistono (in altri paesi) incentivi che portano il prezzo dell’auto elettrica a pari di una a benzina.

    pensate quante Model 3 compreranno in Norvegia, praticamente loro la pagano il 25 % meno di noi dato che non ci pagano l’Iva sopra… praticamente costa come una fiat panda.

  • Ste
    Posted by: Devix

    L’autonomia dichiarata è ben diversa dalla reale. Con la base, in autostrada a 130 si faranno 230km, con l’altra circa 300.

    No. La differenza tra autonomia EPA e autonomia “a 130” non è mai più del 20%. Dunque se l’autonomia EPA è 350 km, l’autonomia “a 130” sarà intorno ai 300 km, decisamente non 230. 230 km di autonomia significa che a 130 km/h consuma il 50% in più del consumo EPA. Non succede mai. Io per consumare il 50% in più dell’EPA devo, con la X, andare a 160-170 con AC accesa etc.

    Il consumo EPA è molto vicino al consumo reale, da non confondersi con le autonomie assurde dichiarate in Europa 😉

  • Ste

    Per dire, io sono in vacanza e ho già fatto 5600 km. Il 95% in autostrada, senza mai andare “piano”. AC sempre accesa, spesso tenuta anche accesa ad auto ferma. No ho mai risparmiato sui consumi. In Germania grandi tratti a velocità sostenute. Risultato? Ho consumato, con la X, il 18% in più del consumo EPA. Se me la fossi presa un po’ più comoda, sarei stato molto vicino al consumo EPA. E si parla di una X. Dunque il consumo EPA non va dimezzato per i consumi “reali” da sempre autostrada, ma ci siamo già molto vicini.

    • MaxT

      Posted by: SteNon capisco chi si dichiara deluso. Il dato fondamentale è che il modello base ha 350 km di autonomia per 35.000 dollari, esattamente come da sempre dichiarato. E il modello base ha tutto quello che serve, il pacchetto premium sono solo fronzoli. E le dotazioni di sicurezza, frenata automatica, navigatore immenso, connessione a internet etc… qualsiasi altra marca vi chiede il sangue per metterveli sull’auto. È un mezzo straordinario e competitivo. Non credo che nessuno potesse pensare che Elon a sorpresa dichiarasse: “ho scherzato, in realtà sono 30.000 $ per 600 km di autonomia, e vi regalo i sedili massaggianti”, suvvia.

      Chi ha mai detto che consumi il doppio rispetto al dichiarato. Ho detto che io con la 100D facevo 400/430 Km rispetto ai 630 dichiarati quindi un 30% in meno, con andatura media in autostrada di 140/150 kmh. Con la 85D ne facevo 350/380.

  • Ste

    Non capisco chi si dichiara deluso. Il dato fondamentale è che il modello base ha 350 km di autonomia per 35.000 dollari, esattamente come da sempre dichiarato. E il modello base ha tutto quello che serve, il pacchetto premium sono solo fronzoli. E le dotazioni di sicurezza, frenata automatica, navigatore immenso, connessione a internet etc… qualsiasi altra marca vi chiede il sangue per metterveli sull’auto. È un mezzo straordinario e competitivo. Non credo che nessuno potesse pensare che Elon a sorpresa dichiarasse: “ho scherzato, in realtà sono 30.000 $ per 600 km di autonomia, e vi regalo i sedili massaggianti”, suvvia.

  • Man

    non capisco la delusione; vi mancavano i fuochi d’artificio o i peluche alle giostre ?elettrico in generale oggi vuol dire compromesso e a volte sacrificio, se non li accetti comprati una scoppio e aspetta 10 anni.la model 3 non è una utilitaria, non lo sarà mai. costerà sempre di più di una serie 3 della bmw.tesla è un produttore emergente, non possiamo attenderci che abbiano finiture affinate da anni di miglioramenti.i prezzi usa non contemplano IVa, quindi in europa di solito una maggiorazione del 15/20% è plausibile.elettrico + M3 + tesla = o ci credi e ti fidi investendo, oppure lascia perdere; razionalmente oggi meglio lasciar perdere; ma per fortuna non tutti sono razionali sempre.decisamente si: meglio una MS 60kwh usata oggi, che una M3 tra 2 anni; che poi è quel che velatamente mi pare Elon abbia suggerito qualche tempo fa.io aspetto il 02/08, vediamo cosa dichiarano.

  • Lolli_

    concordo con voi Ste e Man, io posso dirmi leggermente insoddisfatto per quanto riguarda la quantità di informazioni date alla presentazione, mi aspettavo almeno dichiarate le dimensioni delle batterie (Calcolabili come mostrato sopra[anche secondo motor trend le batterie sono da 60 e 85]), per il resto sono contentissimo e del tutto soddisfatto della Model 3.
    ste quello che riporti tu l’ho spiegato proprio nel post di prima dove MaxT faceva la comparazione con una banale Audi A4, che non ha nulla a che vedere. se solo vuoi il navigatore praticamente raggiungi la Model 3 base. in ogni caso vedremo cosa diranno nello shareholders meeting perchè credo che là faranno molte domande e spero che Elon ci riservi qualche sorpresa per quel giorno!

  • MicheleCT

    Io il paragone con la A4 lo farei solo col modello long range, che più si avvicina al range della suddetta A4 o BMW serie 3. Il modello standard non è paragonabile ad una ICE (purtroppo). 

  • MaxT

    Posted by: Mannon capisco la delusione; vi mancavano i fuochi d’artificio o i peluche alle giostre ?elettrico in generale oggi vuol dire compromesso e a volte sacrificio, se non li accetti comprati una scoppio e aspetta 10 anni.la model 3 non è una utilitaria, non lo sarà mai. costerà sempre di più di una serie 3 della bmw.tesla è un produttore emergente, non possiamo attenderci che abbiano finiture affinate da anni di miglioramenti.i prezzi usa non contemplano IVa, quindi in europa di solito una maggiorazione del 15/20% è plausibile.elettrico + M3 + tesla = o ci credi e ti fidi investendo, oppure lascia perdere; razionalmente oggi meglio lasciar perdere; ma per fortuna non tutti sono razionali sempre.decisamente si: meglio una MS 60kwh usata oggi, che una M3 tra 2 anni; che poi è quel che velatamente mi pare Elon abbia suggerito qualche tempo fa.io aspetto il 02/08, vediamo cosa dichiarano.

    Io ho acquistato la prima S nel 2013, la seconda sostituitami dal leasing perche la prima era da buttare a seguito d’incidente la presi inzio del 2016. Quindi non vorrei passare per qualcuno che non crede nell’innovazione o nella filosofia legata all’ambiente. La serie 3 a cui mi riferivo è ovviamente il modello full electric che verrà presentato a Francoforte, e che verrà commercializzato entro l’anno. Il prezzo Italiano sarà sicuramente maggiorato del IVA che è al 22%, a cui si devono aggiungere i costi di dazio e trasporto. Il discorso è quanto valga la pena, acquistare una TESLA oggi, quando domani (forse) si avrà più scelta su veicoli con pari percorrenze e meglio rifiniti, spero di sbagliarmi, magari la m3 sarà rifinita ed assemblata meglio di MS e MX, mi baso sulla mia esperienza personale. Per non parlare poi dell’assistenza, sempre ad oggi, non a domani, ma chi deve preordinare preordina o ordina oggi, non domani, domani è un’altro giorno e si vedrà. Resta il fatto che anche con 350 Km a me personalmente da dove vivo non mi permetterevbbe di fare comodoamente un’andata e ritorno su Roma (600 Km circa tra andata e ritorno), che poi mi porti da dove abito fino al polo nord è un’altro discorso ma a me non serve. Su Milano ho la possibilità di muovermi con il treno, idem su Torino, su Roma sono mal collegato, per via degli appennini, con i treni, quindi l’auto è l’unico mezzo possibile. Forse fra 12 mesi, quando sarà possibile ordinarla senza il premium pack, e con una rete di vendita, assistenza e di SC migliorata, il discorso cambierà e anche di molto. Ma ad oggi per me che con l’auto mi sposto prevalentemente in autostrada nel centro-sud, non è una scelta corretta. Se dovessi scegliere ad oggi, dopo la presentazione della M3 ed avendo già avuto due S, probabilmente prenderei un MX 100D, questa si probabilmente inarrivabile dalla concorrenza per almeno 2 o 3 anni. Scusate gli errori/orrori scrivo dal cellullare.

  • Luke

    Io sono soddisfattissimo.Auto full elettic da 5.6s di 0/100.5 posti, nav, Bluetooth, e altro di serie che sulla mia attuale BMW serie 3 ho pagato come optional.Nulla da dire, rispecchia quanto già si sapeva.Personalmente prenderò la base senza pensarci, aggiungendo autopilot e colore non nero.Forse manca l’effetto wow nella presentazione.Max se ti puoi permettere la X100D sono felice per te ma non la puoi certo paragonare ad un auto che costa un terzo.A4, serie 3? E i supercharger?Mah.L’autonomia non è da city car. E si sapeva.I SC ci sono e sono anche in espansione.Chi ha altre esigenze può ritirare la prenotazione così mi arriva prima 🤣

    • Fafifugno

      Premessa: non ho visto l’evento in diretta, sul sito americano mi aspettavo il configuratore aperto a tutti (e non c’è).

      A4, serie 3? E i supercharger?

      Sono d’accordo: i supercharger sono un enorme vantaggio per Tesla, che molti (a torto, secondo me) non considerano: arrivare, attaccare il cavo e caricare senza preoccuparsi di adattatori/tessere/compatibilità fra auto e colonnina “non ha prezzo, per il resto c’è Mastercard” 🙂

      L’autonomia non è da city car.
      I SC ci sono e sono anche in espansione.

      Sono d’accordo anche su questo

      Però, dopo aver visto un paio di video, mi viene da confermare quello che dissi ai tempi del primo unveil: per quanto mi rigurada la model 3 è bocciata (specie come strumentazione), credo che a parità di cifra mi orienterei comunque su una Model S (pur con i maggiori costi e i notevoli problemi che le dimensioni della S mi darebbero) 🙁

  • DiV@h L'autore dell'articolo
    Posted by: MicheleCT

    Io il paragone con la A4 lo farei solo col modello long range, che più si avvicina al range della suddetta A4 o BMW serie 3. Il modello standard non è paragonabile ad una ICE (purtroppo). 

    Invece lo è benissimo e non capisco sinceramente i calcoli ed i tuoi ragionamenti… stiamo parlando di una macchina elettrica che non ha manutenzioni, l’energia comparata al carburante ha si costi ma considerevolmente moooolto piu bassi, ci sono sgravi su tasse ed assicurazioni e credimi che ce ne saranno ancora di piu …

    Se non li hai ancora letti … leggiti questi 2 thread … 

    Qui la proiezione in 10 anni

    https://www.teslari.it/forum/tecnica/ms-vs-ice-215/

    https://www.teslari.it/forum/tecnica/quanto-costa-una-model-s%E2%80%A6/

  • tesla3fun

    Buongiorno a tutti, io avevo aspettative serie sulla autonomia e la long range , pensando, worst case scenario, ad autonomia reale di 400 km in autostrada a 130km/h mi va bene.
    Leggendo che le are case automobilistiche presto avranno pronti I Lori modelli elettrici vi domando su viaggi lunghi come si comportano perché mi sembra che il concetto dei SC sia solo Testa e anche questo per me fa differenza anzi è essenziale nella scelta.
    per il prezzo ok che i prezzi USA non hanno IVA, avete idea di quanto sia oggi il dazio??
    Chissà se ci sarà permesso di pagare in USD ad oggi con il cambio a 1,17 sarebbe a parità di entrata xTesla il 10% più economico

  • MaxT

    Posted by: LukeIo sono soddisfattissimo.Auto full elettic da 5.6s di 0/100.5 posti, nav, Bluetooth, e altro di serie che sulla mia attuale BMW serie 3 ho pagato come optional.Nulla da dire, rispecchia quanto già si sapeva.Personalmente prenderò la base senza pensarci, aggiungendo autopilot e colore non nero.Forse manca l’effetto wow nella presentazione.Max se ti puoi permettere la X100D sono felice per te ma non la puoi certo paragonare ad un auto che costa un terzo.A4, serie 3? E i supercharger?Mah.L’autonomia non è da city car. E si sapeva.I SC ci sono e sono anche in espansione.Chi ha altre esigenze può ritirare la prenotazione così mi arriva prima 🤣

    Speravo potesse essere la mia seconda macchina, a sostituzione di una ibrida, che detta tutta non mi piace, fosse per me andrei in biciciletta. Pur potendomi permettere um MX, mi sarebbe piaciuto potermi permettere anche la seconda auto elettrica, a 60.000 Euro haime non posso, visto che la base, non mi permetterebbe ad oggi di arrivare da nessuna parte, o meglio di arrivare in “velocità” da nessuna parte, con una 100D e un paio d’ore (il pranzo) di sosta su una colonnina a 22Kw, mi peremettono quanto meno di tornare da Roma, con un po di ansia, ma comunque ci starei dentro. Chi mi legge sul forum sà quanto mi scocci la politica TESLA di decentrare tutto al NORD, non è un mistero, che per le mie esigenze, necessiterei di più SC al CENTRO, che mi permettessero di arrivare comodamente dove voglio, ma la mia polemica si trsforma in necessità, perche, per quanto ammiri TESLA, e per quanto il mio stile di vita sia green (da più di 30 anni), non posso permettermi, quando lavoro, soste di 3 o 4 ore, per ricaricare la macchina.

  • Ste
    Posted by: MaxT
    Posted by: Ste

    Non capisco chi si dichiara deluso. Il dato fondamentale è che il modello base ha 350 km di autonomia per 35.000 dollari, esattamente come da sempre dichiarato. E il modello base ha tutto quello che serve, il pacchetto premium sono solo fronzoli. E le dotazioni di sicurezza, frenata automatica, navigatore immenso, connessione a internet etc… qualsiasi altra marca vi chiede il sangue per metterveli sull’auto. È un mezzo straordinario e competitivo. Non credo che nessuno potesse pensare che Elon a sorpresa dichiarasse: “ho scherzato, in realtà sono 30.000 $ per 600 km di autonomia, e vi regalo i sedili massaggianti”, suvvia.

    Chi ha mai detto che consumi il doppio rispetto al dichiarato. Ho detto che io con la 100D facevo 400/430 Km rispetto ai 630 dichiarati quindi un 30% in meno, con andatura media in autostrada di 140/150 kmh. Con la 85D ne facevo 350/380.

    I “630 dichiarati” non sono consumo EPA, ma fuffa europea. I consumi della Model 3 sono dichiarati EPA, quindi non puoi fare il paragone con la fuffa dei consumi europei 😉

  • MaxT

    Posted by: Ste

    Posted by: MaxT

    Posted by: SteNon capisco chi si dichiara deluso. Il dato fondamentale è che il modello base ha 350 km di autonomia per 35.000 dollari, esattamente come da sempre dichiarato. E il modello base ha tutto quello che serve, il pacchetto premium sono solo fronzoli. E le dotazioni di sicurezza, frenata automatica, navigatore immenso, connessione a internet etc… qualsiasi altra marca vi chiede il sangue per metterveli sull’auto. È un mezzo straordinario e competitivo. Non credo che nessuno potesse pensare che Elon a sorpresa dichiarasse: “ho scherzato, in realtà sono 30.000 $ per 600 km di autonomia, e vi regalo i sedili massaggianti”, suvvia.

    Chi ha mai detto che consumi il doppio rispetto al dichiarato. Ho detto che io con la 100D facevo 400/430 Km rispetto ai 630 dichiarati quindi un 30% in meno, con andatura media in autostrada di 140/150 kmh. Con la 85D ne facevo 350/380.

    I “630 dichiarati” non sono consumo EPA, ma fuffa europea. I consumi della Model 3 sono dichiarati EPA, quindi non puoi fare il paragone con la fuffa dei consumi europei 😉

    Ah ok, questo non lo avevo letto, allora mi rimangio tutto :). Se fossero realemnte i consumi della M3 la long range, è un’ottimo acquisto anche ne facese solo 450 di Km. Probabilmente il peso inferiore la agevola nei consumi.

  • kosline

    Ma il volante come un astronave “sa pers” nello Spazio ? 😀

    Continuo ad essere contrariato (e leggendo gli Americani noto che non sono l’unico per fortuna), da queste presentazioni del caiser (come le tegole solari), dove non vengono riportati tutti i dati per filo e per segno, far vedere un motore, una batteria, e spiegare qualcosina costa molto? Be sta gente che ci tiene ancora a queste cose.

    Il resto (come le consegne) tutto come me lo immaginavo, bella macchina vedremo come andrà il mercato. 😉

  • Fafifugno

    ci sono sgravi su tasse ed assicurazioni e credimi che ce ne saranno ancora di piu …

    …casomai, almeno in Italia, ce ne saranno sempre meno mano mano che le elettriche si diffonderanno 😛
    🙂

  • MaxT

    Posted by: FafifugnoPremessa: non ho visto l’evento in diretta, sul sito americano mi aspettavo il configuratore aperto a tutti (e non c’è).

    A4, serie 3? E i supercharger?

    Sono d’accordo: i supercharger sono un enorme vantaggio per Tesla, che molti (a torto, secondo me) non considerano: arrivare, attaccare il cavo e caricare senza preoccuparsi di adattatori/tessere/compatibilità fra auto e colonnina “non ha prezzo, per il resto c’è Mastercard” 🙂

    L’autonomia non è da city car. I SC ci sono e sono anche in espansione.

    Sono d’accordo anche su questoPerò, dopo aver visto un paio di video, mi viene da confermare quello che dissi ai tempi del primo unveil: per quanto mi rigurada la model 3 è bocciata (specie come strumentazione), credo che a parità di cifra mi orienterei comunque su una Model S (pur con i maggiori costi e i notevoli problemi che le dimensioni della S mi darebbero) 🙁

    I SC non sono ovunque, nel centro-sud è difficile programmare un viaggio di lavoro in giornata, anche con percorrenze al disotto dei 500 Km. Quindi una moltitudine di persone ad oggi purtroppo devono fare affidamento, a tessere, applicazioni e adattatori vari. Certo che se si vive nel NORD/NORD EST, il problema non si pone. A4 non so, ma la serie 3 EV è una realtà, verrà presentata a Francoforte, bisognerà vedere quanto costerà, e sopratutto quanta percorrenza Km farà con un pieno. se non si vuole un segmento Premium, esistono anche alternative come ZOE, LEAF, e tra poco Ampera.BMW almeno qui da me si stà già organizzando, mi è stato detto, da persona sicura, che entro Ottobbre, inzieranno i lavori per mettere 8 stalli  modulari (22-90 Kw), nell’area parcheggi della locale concessionaria, in previsione della seire 3 EV, questo ovviamente non mi è stato detto, ma presumo di si.Se poi a questo aggiungiamo che ad OGGI, per il ritiro dell’aluto e l’eventuale assistenza uno deve arrivare a Milano, vien da se che di problemi per la diffusione di “massa” almeno in Italia ci sono. Che poi un’appassionato, o per una persona come me che crede che ognuno debba contribuire alla salvaguardia del pianta possa passare sopra a tutto, è un’altro paio di maniche, ma non è la normalità. Io ero realmente disperato quando nel 2014, per fare un viaggio di lavoro su Roma, dovevo considerare la notte di ricarica per tornare a casa. La cosa è migliorata con l’apertura delle colonnine da 22Kw, ma comunque dovevo partire la mattina alle 6:00 arrivare a Roma alle 9, fare il primo appuntamento, mettere la macchina in carica, pranzare, fare il secondo appuntamento, spostandomi con i mezzi, cenare e ripartire. Sacrificio che ho fatto volentieri percarità per quasi 4 anni, ma fui al tempo incentivato anche dal fatto, che già nel 2014, mi si diceva che i SC sarebbero arrivati entro l’anno anche in Centro Italia, e di anni ne sono passati quasi 3 (per aprire i 2 SC a 100 Km da Roma), ed in 3 anni sarebbero arrivati al SUD (Pescara è aperto da poco più di 1 mese), e di anni ne sono passati quasi 4. Non sono cose importanti ovviamente, ma sono cose su cui una persona prima di spendere 130/45 o 60 mila euro ci pensa bene .Non si può quindi secondo me generalizzare, per chi abita nel nord del paese, è chiaramente un vantaggio, nel centro sud, al momento non lo è, visto che con la metà dei soldi acquisti un’auto che ti ricarichi in casa o dalle colonnine a 22Kw, senza il bisogno dei SC, che comunque ad oggi mi costerebbero 20 mila euro, e non ne potrei usufruire nella quotidianità. 

  • Cronos

    Guarda, MaxT, ti ho letto più volte e una cosa voglio proprio dirtela: stai sbagliando di 1 anno e mezzo.
    C’è scritto chiaro e tondo: in italia non prima della fine 2018, quindi non continuare con la tiritera “al centro non c’è niente”, non lo sai cosa c’è al centro, perchè ti interessa le cose come stanno a fine 2018 ( e con testla in 1 anno e mezzo cambiano 1 sacco di cose ), hanno detto metteranno un sacco di supercharger in più, staremo a vedere come si evolvono le cose e poi decideremo, per come stanno andando le cose al nord come concentrazionei di supercharger direi che se si espandono a macchia d’olio verso il sud, dovremmo andar bene. Dopotutto se confronti i supercharger al centro/sud di adesso e quelli del nord di 2 anni fa, mi pare che il paragone ci stia, quindi tra 2 anni dovresti avere al centro/sud quanto c’è ora al nord, mi sembra sia quello che vuoi no?

    L’idea poi di paragonare una tesla ad una serie 3 elettrica è ridicola, la rete supercharger è FONDAMENTALE, colonnine 22-90? sul serio? e le mettono nei concessionari? quindi se vuoi farti un viaggio a milano che fai? esci ad ogni autostrada e vai verso il concessionario più vicino, ma attenzione, solo negli orari di apertura e solo se funzionano e decidi di aspettare cosa? 2 ore di ricarica? A sto punto mi fiderei di più dei proclami di VW con le sue colonnine super fast da 350kw ( se proprio dovessi.. ma non ci credo manco.. ).

    Se vuoi si può aprire un dibattito apposito sulle alternativa ma facendo una scrematura rapida:
    – Ampera, costerà uguale alla model 3 se non di più, niente supercharger e una capacità di carica DC praticamente ridicola nel migliore dei casi, come qualità degli interni è da utilitaria ( perchè è quello il target ), senza considerare che per ottenere quell’autonomia devi usare quelle gomme ridicole che ti danno loro, dove sbandi a prendere una curva normale.. non la considererei nemmeno una rivale.
    – Serie 3 bmw elettrica, solo il fatto che sarà molto probabilmente un adattamento dovrebbe ormai esserti chiaro che uscirà un compromesso ovunque, poco spazio, baricentro sbagliato etc, il costo chiaramente sarà superiore alla serie 3 normale e andrai quindi a pari, se non oltre rispetto alla model 3, tempi di consegna in italia sicuramente superiori alla model 3 perchè non hanno la capacità produttiva necessaria ne di batterie ne di altro per sopperire alla domanda ( se mai uscisse qualcosa di decente e non una ‘compliance car’ )
    – Leaf / Zoe, se l’estetica non ti reprime l’eccitazione, sono l’unica alternativa, chiaramente non sono paragonabili in alcun modo alla model 3, non centrano nulla se non il fatto che sono entrambe elettriche, ma queste due sono chiaro e tondo: city car ( che è quello che non vuoi )
    – Rimane quindi la nuova della VW, qui c’è speranza di una rete supercharger tosta, un prezzo tecnicamente inferiore di almeno 8000€, un autonomia inferiore ma paragonabile, qualità costruttiva buona.. l’unico neo chiaramente è: ci credi? nel senso, se ti preoccupano ora i supercharger tesla, ti fidi che i supercharger VW arrivino dove ti serve? io no, e che ne producano abbastanza per arrivare entro la fine 2018? io ho i miei FORTISSIMI dubbi su entrambi.

    Ma hei, ognuno fa le sue scelte, al momento però la mia scelta è: prendo la model 3, prendo un auto a gpl.

    Non vedo un alternativa green che ti permetta di avere un auto esteticamente buona, con libertà di mobimento e una serie di funzionalità decenti e so che se prendessi qualcosa non tesla finirei per mangiarmi le mani ogni giorno dalla frustrazione

  • Cronos

    Tornando invece al discorso EPA
    “Chi ha mai detto che consumi il doppio rispetto al dichiarato. Ho detto che io con la 100D facevo 400/430 Km rispetto ai 630 dichiarati quindi un 30% in meno, con andatura media in autostrada di 140/150 kmh. Con la 85D ne facevo 350/380. ”

    TU lo confrontavi con il ciclo NEDC, il confronto giusto è quindi con il ciclo EPA che dichiara per una 100D 335 miglia, quindi 539km
    Se tu ne fai 430 sono ESATTAMENTE il 20% in meno ( 539*0.8 -> 431,2 ), quindi mi sembra che hai confermato da solo ( volendo o non volendo ) la stima del -20% per l’autostrada a velocità 140/150, tornando quindi alla model 3, se il ciclo epa dichiarato è di 354km ( 220miglia = 354km ) * 0.8 -> 283km REALI andando a 140/150.
    Detto questo, la model 3 dovrebbe avere un coeff. aerodinamico superiore rispetto alla model S e chiaramente una massa inferiore e questo potrebbe migliorare *leggermente* le cose, quindi direi che puoi stare abbastanza tranquillo che i km effettivi che fai sono ALMENO 280 con la versione base e 310miglia -> 498km*0.8 -> 398km reali con la batteria potenziata

  • Fafifugno

    Ma hei, ognuno fa le sue scelte, al momento però la mia scelta è: prendo la model 3, prendo un auto a gpl.

    Io direi: tesla o ibrida (plugin o normale che sia): le auto a gas (in famiglia ne abbiamo una) ho imparato ad odiarle…

    Non vedo un alternativa green che ti permetta di avere un auto esteticamente buona, con libertà di mobimento e una serie di funzionalità decenti e so che se prendessi qualcosa non tesla finirei per mangiarmi le mani ogni giorno dalla frustrazione

    Hyundai Ioniq: c’è full electric, ibrida plug-in o ibrida normale.
    Ma, nel caso della plug-in, le preferirei la Toyota Prius plg-in

  • kosline

    @Cronos pero ad oggi non è prevista nessuna rete SC del gruppo VW, poi stanno voci che dicono che forse si butta nella partita con una società ad essa dedicata, ma niente di minimamente certo…

    Sono alcuni modelli di macchina che potranno caricare fino a 350, i fascia alta che stanno per uscire in Audi e Porsche in primis, vedremo i modelli VW se caricheranno anche con questa possibilità.

    Cmq loro per adesso puntano a mercati dove le colonnine stanno uscendo come i funghi (il Mondo va avanti non sono mica tutti come noi in Italia), basta pensare che hanno aperto i preordini Audi in Norvegia..

    Infine una macchina non la si prende per forza per lunghi viaggi, personalmente io non viaggio più in macchina ad esempio (e ne vedo tanti come me preferire un Aereo o un treno ad alta velocità per prendere poi una macchina in fitto in loco), qualche gitarella fuori porta fa sempre piacere, cosa che ormai lo fai anche con una Zoe figurati con una Bolt vedremo la nuova Leaf.

    Bmw se sforna una macchina la fa bene non sfornano “accrocchi”, la I3 ad esempio è una bella macchinina.

    Fermo restando che la rete SC Tesla (specie per chi viaggia) oggi è un valore aggiunto Tesla, concordo.

    Contento di rileggerti.. 😉

  • anjl

    Concordo con te Cronos.Infine una macchina non la si prende per forza per lunghi viaggi, personalmente io non viaggio più in macchina ad esempio (e ne vedo tanti come me preferire un Aereo o un treno ad alta velocità per prendere poi una macchina in fitto in loco), qualche gitarella fuori porta fa sempre piacere, cosa che ormai lo fai anche con una Zoe figurati con una Bolt vedremo la nuova Leaf.e anche con te Kosline La filosofia Tesla é un mondo a parte e non da paragonare con le altre, o la ami o …..Speriamo per0 in piu dettagli presto! 

  • MaxT

    Posted by: CronosGuarda, MaxT, ti ho letto più volte e una cosa voglio proprio dirtela: stai sbagliando di 1 anno e mezzo. C’è scritto chiaro e tondo: in italia non prima della fine 2018, quindi non continuare con la tiritera “al centro non c’è niente”, non lo sai cosa c’è al centro, perchè ti interessa le cose come stanno a fine 2018 ( e con testla in 1 anno e mezzo cambiano 1 sacco di cose ), hanno detto metteranno un sacco di supercharger in più, staremo a vedere come si evolvono le cose e poi decideremo, per come stanno andando le cose al nord come concentrazionei di supercharger direi che se si espandono a macchia d’olio verso il sud, dovremmo andar bene. Dopotutto se confronti i supercharger al centro/sud di adesso e quelli del nord di 2 anni fa, mi pare che il paragone ci stia, quindi tra 2 anni dovresti avere al centro/sud quanto c’è ora al nord, mi sembra sia quello che vuoi no?L’idea poi di paragonare una tesla ad una serie 3 elettrica è ridicola, la rete supercharger è FONDAMENTALE, colonnine 22-90? sul serio? e le mettono nei concessionari? quindi se vuoi farti un viaggio a milano che fai? esci ad ogni autostrada e vai verso il concessionario più vicino, ma attenzione, solo negli orari di apertura e solo se funzionano e decidi di aspettare cosa? 2 ore di ricarica? A sto punto mi fiderei di più dei proclami di VW con le sue colonnine super fast da 350kw ( se proprio dovessi.. ma non ci credo manco.. ).Se vuoi si può aprire un dibattito apposito sulle alternativa ma facendo una scrematura rapida: – Ampera, costerà uguale alla model 3 se non di più, niente supercharger e una capacità di carica DC praticamente ridicola nel migliore dei casi, come qualità degli interni è da utilitaria ( perchè è quello il target ), senza considerare che per ottenere quell’autonomia devi usare quelle gomme ridicole che ti danno loro, dove sbandi a prendere una curva normale.. non la considererei nemmeno una rivale. – Serie 3 bmw elettrica, solo il fatto che sarà molto probabilmente un adattamento dovrebbe ormai esserti chiaro che uscirà un compromesso ovunque, poco spazio, baricentro sbagliato etc, il costo chiaramente sarà superiore alla serie 3 normale e andrai quindi a pari, se non oltre rispetto alla model 3, tempi di consegna in italia sicuramente superiori alla model 3 perchè non hanno la capacità produttiva necessaria ne di batterie ne di altro per sopperire alla domanda ( se mai uscisse qualcosa di decente e non una ‘compliance car’ ) – Leaf / Zoe, se l’estetica non ti reprime l’eccitazione, sono l’unica alternativa, chiaramente non sono paragonabili in alcun modo alla model 3, non centrano nulla se non il fatto che sono entrambe elettriche, ma queste due sono chiaro e tondo: city car ( che è quello che non vuoi ) – Rimane quindi la nuova della VW, qui c’è speranza di una rete supercharger tosta, un prezzo tecnicamente inferiore di almeno 8000€, un autonomia inferiore ma paragonabile, qualità costruttiva buona.. l’unico neo chiaramente è: ci credi? nel senso, se ti preoccupano ora i supercharger tesla, ti fidi che i supercharger VW arrivino dove ti serve? io no, e che ne producano abbastanza per arrivare entro la fine 2018? io ho i miei FORTISSIMI dubbi su entrambi.Ma hei, ognuno fa le sue scelte, al momento però la mia scelta è: prendo la model 3, prendo un auto a gpl.Non vedo un alternativa green che ti permetta di avere un auto esteticamente buona, con libertà di mobimento e una serie di funzionalità decenti e so che se prendessi qualcosa non tesla finirei per mangiarmi le mani ogni giorno dalla frustrazione

    Guarda Cronos, ci può essere scritto quel che ti pare ma ad oggi i fatti dalle mie parti stanno come li ho esposti, e questo non riguarda solo me ma tutte le persone che si trovano nell’arco di 100/200 Km da dove vivo. Non so cosa c’è al centro ? Scherzi, forse sei tu che non sei mai venuto al centro per rendertene conto di persona. Con TESLA tra 1 anno e mezzo puoi avere tutto quel che ti pare, ma ad oggi sta di fatto che il centro sud è scoperto, poi quel che sarà nel 2018, lo vedremo appunto tra 1 anno e mezzo. Se, e dico se si espanderanno, le cose andranno ovvimanete bene, ma ad oggi 2017 non è così.Io non voglio proprio niente, io le mie riflessioni le ho fatte a suo tempo, e a suo tempo scelsi TESLA guarda un pò pur dovendomi fare 600 Km per l’assistenza, che guarda un pò si è resa necessaria più di una volta, questa cosa mi piacque ? Direi proprio di no ma fui sempre rassicurato, come tu stesso stai facendo adesso, che tra 1 tra due o tra tre anni le cose sarebbero migliorate, dal 2013 ci sono voluti 4 anni per aprire il SC di Pescara, e 3 anni per aprire i due a 100 Km da Roma.Nel 2014 il mio SC più vicino era a Modena.Tu continui a dire  tra 2 anni avrai, avrò cosa ? A me non frega proprio niente se TESLA tra due anni si degnerà di fare qualcosa, so solo che quando avevo due loro  macchine (dal 2013 a Maggio 2017) non hanno fatto proprio nulla, poi tu puoi dire quel che vuoi ma i fatti per me stanno così.L’idea di paragonare una TESLA a una SERIE 3 EV sarà ridicola per te, ma vallo a dire a tutti gli altri che si dovranno fare 600 o più Km per ritirarla, che se si rompe o se vogliono semplicemente rompere le OO all’officina per sapere questo o quello devono farsi 600 e più Km, e poi ne riparliamo. Le colonnine BMW, di certo non le mettono dentro i concessionari, saranno accessibili anche negli orari di chiusura immagino. Non mi risulta che i SC stiano in autostrada, devi sempre uscire o sbaglio ? Se con BMW carichi a 45 Kw o a 60 (dagli stalli BMW), non ci vorranno 2 ore, è TESLA semmai che dalle colonnine carica al massimo a 16 Kw o sbaglio ? Puoi crederci o meno, ma chi al momento è distante da un SC più di 100 Km, vaglielo a dire che ariveranno, quando potrebbero averlo seppur da un concessionario molto più vicino. Quindi il sarcasmo potresti benissimo evitarlo.Ampera costerà quanto una M3 è da vedere ad oggi in Germania costa 34.000 di listino la si prende per 30.000, M3 se va bene la base arriverà intorno ai 42.000, non mi sembra lo stesso prezzo. Puoi non considerarla tu una rivale, ma il mondo non sei tu. Le gomme ridicole le cambi e ti penalizeranno di una 30 Km su pieno amen . Le finiture della M3 le hai viste ? La qualità dell’assemblaggio ? Se segue MS e MX direi che in questo anche l’Ampera sicuramente è meglio…La serie 3 può essere sbagliata quanto vuoi ma conta su una rete di concessionari capillari, sull’assistenza capillare, ed è pur sempre un’elettrica. Che poi arrivi in Italia dopo la M3 è pura fantasia per ora. Anche perche in genere un nuovo modello, di un’azienda grande come BMW, presentato e messo a listino impiega per le prime consegne al massimo sei mesi, per poi andare a reggime con cnsegne in 90 giorni, quindi presentandola a Settembre, a Novembre va a listino, dicimao che per Marzo Aprile dovrebbero avvenire le prime consegne. La M3 se andrà bene in Italia la vedremo consegnata a fine estate del 2018. Sempre che TESLA non si perda per strada.La leaf, concordo con te, ma la ZOE da 42Kw, fa 200 Km con un pieno ed il mio stile di guida, ed AC a 22 gradi, stando un pelino attenti arriva 240 Km e la si può ricaricare a 22 Kw, provata quella di un’amico per un paio di giorni. Al momento per come sta messa TESLA dalle mie parti, forse conviene, la ricarico più velocemente.Di VW non mi sono mai interessato, se mettono un caricatore interno da 22 o più Kw, potrebbe convenire anche senza le stazioni di ricarica rapida.Tra la benzina e il gpl c’è l’ibrido come ti hanno fatto già notare. E se io  (inteso come guidatore medio) al momento l’unico vantaggio che ho prendendo una M3 sono le ricariche veloci ai SC, di cui non posso usufruire per tutto quello che già ho detto, spenderei 20.000 euro in più di una ZOE, non credo, ed inoltre sarei disposto a fare un viggio fino a Milano per ritirare la macchina ? Non credo di nuovo, e se mi dicessero che l’officina più vicina è sempre a Milano, e che se volglio andare a rompere i maroni a qualcuno devo sempre arrivare a Milano, cosa pensi che ad oggi Agosto 2017 farei ? Quando con ZONE, BMW, o quella obbrobbrio dell’Ampera, mi offrono assistenza sotto casa e posso andare a rompere le balle come e quando voglio .Le tue conclusioni sono tue personali e sono condivisibilissime, ma se permetti lo sono anche le mie. Evidentemente tu vivi nelle prossimità dei SC ed hai 60.000 euro da spendere per una macchina sicuramente avanti, sicuramente innovativa, ma ad un prezzo troppo alto se gli levi la ricarica veloce dei SC.

  • MaxT

    Posted by: anjlConcordo con te Cronos.Infine una macchina non la si prende per forza per lunghi viaggi, personalmente io non viaggio più in macchina ad esempio (e ne vedo tanti come me preferire un Aereo o un treno ad alta velocità per prendere poi una macchina in fitto in loco), qualche gitarella fuori porta fa sempre piacere, cosa che ormai lo fai anche con una Zoe figurati con una Bolt vedremo la nuova Leaf.e anche con te Kosline La filosofia Tesla é un mondo a parte e non da paragonare con le altre, o la ami o …..Speriamo per0 in piu dettagli presto! 

    Haime c’è ancora chi con la macchina ci lavora 🙂 .

  • kosline

    Lo so mi stampavo 100k anno, forse anche per questo non preferisco più fare lunghi viaggi (oltre ad autovelox ecc), ma per questo Tesla ad oggi è l’unica che può dare una soluzione sulle EV specie in Italia del Nord.

    Ma il mio ragionamento che ci sta di tutto in mezzo, anche quelli che prendono la macchina e fanno max 20 km al giorno.

    Una bella notizia i preordini della 3 hanno superato la soglia dei 500k 😀

  • MaxT

    Posted by:

    E qui ti quoto in pieno. TESLA va benissimo per chi fa pochi KM o per chi ad oggi Agosto 2017, ne fa molti e tutti da Arezzo/Bologna in su. C’è anche da dire però che chi ne fa un’uso quasi esclusivamente cittadino, potrebbe spendere benissimo anche meno, ma questa è una mia opinione personale, e potendesolo permettere andrebbe benissimo anche così. Del resto c’è che compra ferrari, lamborghini etc. etc. per usarle solo la domenica.

  • Manuel

    MaxT:

    “Non mi risulta che i SC stiano in autostrada, devi sempre uscire o sbaglio ?”
    Sì, sbagli. 🙂

    “è TESLA semmai che dalle colonnine carica al massimo a 16 Kw o sbaglio ?”
    Sì, sbagli di nuovo. 🙂

    Cavoli, per uno che ha guidato Tesla per 4 anni sei poco informato. 😉

    Grazie dell’ennesima conferma che la tua prima Tesla l’hai presa nel 2013. La 85D giusto?! 🙂

    Forse ti conveniva leggere il mio post: “URGENTE: verifica proprietari Tesla” prima di scrivere ancora. 😉

  • kosline

    Max la Ampera in Germania costa 40k che diventano 36 con gli incentivi.. .

    In America costano uguali Model 3 e Bolt, parliamo dei modelli base.

    Sinceramente me gusta la Bolt, ma opinione personale la vedo inferiore alla model 3..

  • Noos

    Manuel, per quanto apprezzabile il tuo gesto sconfina nell’anarchia, ritengo che avresti dovuto segnalare prima agli amministratori…..giusto perché qui nessuno di noi e autorizzato a fare ciò che crede sia giusto se non nell’esprimere un suo parere sul mondo tesla.

  • Cronos

    Perdonate la “schifezza” nei quote.. non c’è preview, non riesco ad editare i post e chiaramente il tasto quote/rispondi non va quindi mi sto 1 po arrangiando come capita

    Fafifugno: Io direi: tesla o ibrida (plugin o normale che sia): le auto a gas (in famiglia ne abbiamo una) ho imparato ad odiarle…

    Guarda.. io ho un ibiza a gpl da 8 anni, mai un problema.
    Che brutte esperienze hai fatto? tutti quelli che conosco io che hanno auto a gpl ne sono felici.
    A conti fatti, economicamente parlando, un auto a gpl costa meno in carburante rispetto ad un ibrida ( non ad una plugin chiaramente, quello è un altro discorso ) e si trova anche a meno ( l’auto in se intendo ), oltre al fatto che è vero che consuma di meno, ma solo e soltanto nei tratti urbani, in autostrada non consuma affatto di meno di un auto normale.. tutt’altro, quindi a che pro? Tantovale..

    Per le plugin è un altro discorso invece, ma va visto plugin e plugin.

    Hyundai Ioniq: c’è full electric, ibrida plug-in o ibrida normale.
    Ma, nel caso della plug-in, le preferirei la Toyota Prius plg-in

    Allora, andiamo per gradi, la ibrida plugin.. qui mi dici “preferirei la prius”, ti direi.. no, assolutamente no, in sostanza è una falsa plugin, è un ibrida con un motore elettrico più grande, leggi qualche recensione, in sostanza il motore ice entra in azione quando ti serve 1 po più di coppia, quando vai più veloce di un tot, quando.. quando.. alla fine non ha senso così, o vado sempre elettrico fino ad un tot di km, e allora ok, altrimenti no.
    Non so come si comporti la ioniq sotto questo aspetto, credo/spero si inneschi solo quando è finita la batteria, ma non ci sono molte info e non ho avuto ancora tempo di guardarmele bene

    Però a tutti gli effetti le plugin hanno sì i vantaggi di tutti e 2 i mondi ( green, consumi solo energia, e quando ti serve fare viaggi lunghi puoi fare la ricarica di benzina quindi super rapida e super diffusa ), ma hanno anche i difetti di entrambi:
    – ti porti sempre dietro un pacco batterie che pesa
    – ti porti sempre dietro un motore ice che pesa ( + consumi inutilmente )
    – va fatta manutenzione come fosse un ice normale, quindi hai anche entrambi gli svantaggi, oltre ad aver un auto meccanicamente più complessa, quindi sì.. sono 1 buon compromesso sotto un certo punto di vista se fai chessò un tragitto casa-lavoro tutti i giorni che rientra in quel range chilometrico, l’estetica ti piace etc, allora ne vale la pena perchè a tutti gli effetti hai un elettrica pura quando ti serve e un ice quando devi far viaggi lunghi e il prezzo non è molto di più rispetto ad un elettrica tipo la zoe o la leaf.

    Le plugin per quanto mi riguarda sono una soluzione ponte per chi non può/non vuole andare tutto elettrico.

    Nel mio caso ho escluso le ibride e le plugin perchè per il percorso che faccio abitualmente ( trasferte etc ) faccio più autostrada che strada normale in percentuale, spiegato in cifre diciamo che in un mese faccio
    – 15 viaggi < 10km ( spesa/piccole commissioni/parenti vicini )
    – 6 viaggi 270km a circuito urbano dove sfrutterei ibrido/plugin
    mentre 700km di autostrada dove si usa praticamente 0 ibrido/plugin, quindi a conti fatti meno del 30% dei km userei qualcosa di più efficiente/meno inquinante, quindi.. meh

    Ognuno dovrebbe penso farsi uno schemino di questo tipo prima di prendere una plugin/ibrida, se già ti ritrovi a fare chessò 25 viaggi al mese da 25km andata/ritorno e fai un viaggio autostradale ogni 3-4 mesi, i conti sono decisamente diversi e la scelta è decisamente diversa.

    Escludendo quindi plugin/ibride rimangono:
    – disel
    – benzina
    – gpl
    – elettrico

    diesel lo escluderei per quanto è inquinante e perchè tra i vari accrocchi che hanno aggiunto per fare l’impossibile ( cioè non farlo inquinare ) mantenere un auto disel di ultima generazione è un inferno non giustificabile
    benzina chiaramente costa un sacco da mantenere
    rimangono quindi solo gpl ed elettrico secondo me.

    Parlando dell’elettrico i casi sono due:
    – ti sta bene una city car
    – vuoi un auto flessibile

    se ti sta bene la city car ce ne sono diverse, la zoe e la leaf sono ottime, green al 100%, le ricarichi dai pannelli fotovoltaici di casa etc, quindi esperienza elettrico 100% tutto tondo.
    con le autonomie attuali ci fai pure all’ikea ( anche se non molto oltre ) quindi hai una certa flessibilità, ma se ti serve davvero un auto flessibile, quindi vuoi davvero che sia la tua prima auto.. non esistono al momento davvero alternative, ti serve una rete supercharger ( chiamala poi come vuoi, ma ti serve di ricaricare almeno 200 in mezz’oretta ) che sia ben distribuita, a costi accessibili.

    E a conti fatti esiste solo un auto. Tesla.

    Se aspettiamo le colonnine enel, o vw o quello che sarà, per quanto mi riguarda aspetteremo ancora ALMENO 5 anni se non di più ( probabilmente di più.. ) prima che abbiano un adeguata diffusione e siano della potenza adeguata, nessuno ( VW a parte, ma è solo un “idea” la loro ) ha in cantiere colonnine con la giusta potenza, quando parlano di “fast” parlano di potenze ridicole, e quando parlando di potenze più elevate sono solo proclami pubblicitari, usano “moduli” sommabili quindi se inseriscono abbastanza moduli arrivano alla potenza necessaria, ma nel mentre.. hei, mettiamo potenze ridicole e poi vedremo se aggiungerle.. ma anche no.
    Il tutto perchè non esistono auto che carichino alla potenza necessaria, la tanto decantata ampera quando carica “veloce” carica meno della metà della tesla, gran cosa.. davvero gran cosa.. chiamala veloce.. quindi niente auto, niente colonnine.
    Niente colonnine, niente auto..

    Si spera quindi che VW sblocchi la situazione con round di finanziamenti o simile, che le prossime auto accettino elevate potenze di carica, che qualcuno metta ste benedette colonnine etc.

    kosline:

    Bmw se sforna una macchina la fa bene non sfornano “accrocchi”, la I3 ad esempio è una bella macchinina.

    meh, esteticamente è oscena, non ho mai capito se l’hanno fatto in modo di non venderla o cosa.. ma a parte quello “non sfornano accrocchi”, sarà da vedere.
    Il problema è che devono creare la nuova struttura da 0, per avere il pacco batterie sotto etc, e questa struttura semplicemente non c’è, proclamano che la faranno, ma a tutti gli effetti vedrai che stanno facendo quello che fa volvo e gli altri costruttori: accrocchi.
    Perchè materialmente non hanno avuto il tempo di strutturare qualcosa da 0, si sono svegliati circa a metà anno scorso, forse un po più avanti, quando i vadi cda hanno visto che la model 3 era vera e che era finalmente ora di far qualcosa, ma tra il dire e il fare.. ci vuole tempo, l’ha dimostrato elon musk con il suo proclama “ne produrremo 500k” “sarà disponibile dal 2017”, il piffero, sarà disponibile da metà 2018, è così che stanno le cose, fino a metà 2017 saranno tutte per i dipendenti, quindi non sono veramente in vendita.
    E lui sta spingendo di bestia, figurati gli altri.
    Poi sarei ben felice di essere smentito chiaramente, vedremo.. a settembre no? 😀

    p.s. grazie a tutti per il ben tornato, ho avuto problemi con il forum che non mi lasciava riscrivere, è appena nato il mio primo bimbo e un gran carico di lavoro quindi son stato decisamente 1 po preso per scrivere 😀
    p.p.s. se ci sono frasi scritte male etc, è perchè non posso quotare/editare/altro e quindi non posso correggere se vedo un errore, e non c’è un anterpima quindi anche qui non posso pre-verificare che sia tutto ok

    p.p.p.s. chiaramente non leggo, leggerò o risponderò mai più a MaxT, tempo sprecato

  • Cronos

    edit del post di prima ( quanto è fastidiosa questa cosa.. se qualcuno me lo può editare così da evitare il doppio post ), parlando della prius intendevo con una batteria più grande, non con un motore più grande chiaramente

  • Noos

    Holaaaa, Cronos complimenti e felicitazioni, direi che per un po avrai vita piena intesa umanamente e come impegno di tempo!!Condivido il tuo post precedente ma alla luce di una forse probabile, si spera, diffusione dell’elettrico comincio a chiedermi se abbia un senso il fiorire di colonnine “marchiate”.Non ha forse più senso un’accordo tra tutti i costruttori che permetta una fruibilità generale, tutto questo favorirebbe il procedere dell’elettrico e la razionalizzazione dei punti di approvvigionamento. Ovviemente tralasciando la motivazione che al momento crea un certo zoccolo duro da parte dei costruttori istituzionali!!

  • Cronos

    L’idea infatti era quella, un consorzio di vari produttori ( mi pare che vw si stesse accordando con altri, non ricordo chi, salvo che chiaramente con porche etc.. quello vien da se, accordarsi con se stesso è facile ) per portare queste benedette colonnine e chiaramente pubbliche per tutti, non solo per loro.
    Tesla aveva anche detto che era aperta a collaborazioni per condividere la sua rete supercharger ( questo sarebbe il top chiaramente ) chiedendo agli altri però di condividere il costo dell’ampliamento della rete e i costi di mantenimento ( mi pare il minimo no? )

    Penso che a nessuno al momento interessi la cosa perchè spenderebbero soldi inutilmente, nessuno ha modelli capaci di sfruttare i supercharger e gli conviene attendere che la rete supercharger sia più estesa, così fanno un colpo grosso da subito.. quando tesla ha annunciato di voler far pagare a kw si pesava che fosse appunto un primo passo anche in questa direzione, si vedrà tutto penso a fine anno prossimo quando finalmente dovrebbero uscire i primi modelli, se vogliono sperar di vendere in italia è bene che si ingenino un po, altrimenti proclami tipo “può caricare in DC a 350kw!” diventano un boomerang pazzesco, speriamo per il meglio, ma ho ben poca fiducia.

    Nel mente sto cercando di capire dove posso far comparire tutti questi soldi:
    35k auto base
    5k pacchetto plus ( c’è dentro tanta roba e alla fine penso che il gioco valga la candela )
    5k pacchetto avanzato cruise control, che si traduce alla fine in “guida completamente autonoma in autostrada” che poi è esattamente quello che mi serve
    9k di autonomia aggiuntiva
    1,5k cerchi sport ( quelli aereo sono veramente orribili.. rovinano tutta l’auto.. )
    -> 35+5+5+9+1,5 -> 55,5 * 1,22 -> 68k + importazione etc -> 70.000 euro o giu di lì

    ho già capito che il dual motor me lo posso anche sognare, chiaramente ho già escluso l’idea di cambiare colore, nero va benissimo a quanto pare ma la cifra rimane altina.

    temo quindi che l’autonomia aggiuntiva sia da escludere anche lei
    però al pacchetto cruise control avanzato non posso proprio rinunciare, è veramente troppo importante per le varie trasferte che faccio, va capito se posso permettermi o meno il pacchetto plus.. per come stanno le cose siamo quindi a
    35+5+5+1,5 -> 46,5*1,22 -> 57k + importazione etc -> 59.000 euro ( poi va capito il rapporto euro dollaro tra 1 anno, se cambieranno i prezzi perchè con cifre così alte potrebbe anche cambiare qualche migliaio di euro )
    rimangono in ogni caso un sacco di soldi, ma vedremo dai.. voi cosa avete pensato?

  • George

    Io ho pensato che quando ci sara´il configuratore anche con opzione 2 motori si vedranno i costi reali poi si vedra´che leasing proporranno – pero´il bagagliaio posteriore il tetto in vetro e il monitor messo li che sembra posticcio (una vera attrazione per il ladro che lo scambia per un iPad)come se mi mettessi un ipad nella mia plugin unito alla non disponibilita´delle sospensioni in telligenti che mi crea un problena a scendere la mia rampa garage ripida …….  mmmhhhhhhh

  • Cronos

    giusta osservazione, la rampa del garage.. anche io ho il tuo stesso problema ai tempi avevo infatti ipotizzato l’acquisto delle sospensioni intelligenti, va visto se picchio, devo rimettermi a fare un po di matematica e di trigonometria perchè non basta l’altezza da terra dell’auto ma è necessario capire anche la distanza tra le due ruote, ruote muso / ruote sedere per essere sicuro che non gratti mai.
    magari si fa prima a confrontare i dati con l’auto attuale che non gratta ( quasi mai.. :/ )

  • George

    Io faccio prima a far venire il venditore di Bolzano quando avra´la Model 3 demo a fare la prova rampa e garage. A proposito di plugin e´possibile col tasto EV + City non far accendere il termico fin che la batteria EV non e´scarica ovviamente per la mia versione del 2012 fino alla velocita di 85 km/h quindi in citta´e extra urbano la uso come una elettrica per 20 km di autonomia sufficenti per i casa lavoro infatti ci ho percorso 32.000 km tutti solo elettrici.Poi passa nel funzionamento ibrido comunque poco inquinante visto il basso consumo e se la ricarichi completamente e usi da subito la modalita´ibrida il consumo e´ancora piu´basso il pregio della plugin e´di farti provare senza impegno la trazione elettrica fartela amare e portarti verso l´acquisto della tua prossima auto sicuramente elettrica. 

  • Cronos

    ci abiti lì vicino? perchè non vedo altri modi.. da milano a bergamo sicuro non viene per far la prova rampa 😀

    In ogni caso c’è scritto che ha un altezza da terra di 5.5″ quindi poco meno di 139mm, la mia seat ibiza, da specifiche, ne ha 124, quindi siamo a 1 cm in più.. su per giu, questo è un buon segno, ma che picchia è il muso mentre scendo e va chiaramente visto come si comportano le sospensioni etc, forse mi faccio delle paranoie, ma se poi l’acquisto e mi ritrovo che non riesco ad uscire/entrare nel garage son fregato

  • Noos

    Se il problema e il muso basta fare la misura dal centro ruota anteriore alla fine del piano inferiore della M3…se risulta più corto della vs. Vettura attuale no problem in caso contrario  va studiato! Ovviamente l’altezza è a vuoto quindi la rampa va percorsa con il solo conducente!! (Vabbè ho scoperto l’acqua calda!!!! 🙂 )

  • kosline

    @cronos
    Ci sono pianali ( specie i modulari) di ice che benissimo si possono adattare alle EV, poi la perfezione la possiamo andare a cercare con una macchina progettata da zero (se progettata bene, cosa non sempre di facile risoluzione) concordo con te. Ad avercele però in giro macchine ev (anche derivanti dalle ice), io ci mettevo la firma sinceramente, tanto non devono andare tutti in pista, il loro sporco lavoro lo svolgono senza problemi.

    Io non ho la palla di cristallo e non so se sforneranno (e come la sforneranno) una serie 3 EV, o se sarà una nuova vettura EV, ti ricordo che alcune case i loro prototipi certe volte li nascondono altre li svelano, ma so che ad oggi BMW non ha mai sfornato niente di indecente per questo mi dico incominceranno oggi? Non credo. La i3 macchina progetta e costruita per essere una EV (tecnicamente non vedo niente da eccepire), che ti possa piacere o no esteticamente questo è cmq un lato soggettivo, ad esempio a me piace esteticamente (e vedendo le vendite non sono l’unico ne vendono sempre di più), come ad esempio la Leaf (vedremo la nuova a Settembre), esteticamente la reputo bruttissima a certi livelli 😀 , ma a tanti piace però, tanto che se non erro ad oggi è la EV più venduta al mondo.

    Aspettiamo si, vediamo cosa faranno io voglio sperare positivo. 😉

    @Model3 Tornando a noi avete controllato la ricarica veloce della 3?

    Non sappiamo ancora i pacchi batterie da quanto saranno, ma tenendo presente e facendo finta che il più piccolo sia intorno a 60, e il più grande intorno a 75, notate differenza di ricarica veloce con la S60 e S75 ?

    Perché se non erro carica un pelino meno veloce, voi che conoscete meglio questi particolari se gentilmente date una controllata che mi interessava il passaggio. Ty..

    😉

  • kosline

    Qui i dati:

    Standard Battery
    Range: 220 miles (EPA estimated)
    Supercharging rate: 130 miles of range per 30 minutes
    Home charging rate: 30 miles of range per hour (240V outlet, 32A)
    Long Range Battery – $9,000
    Range: 310 miles
    Supercharging rate: 170 miles of range per 30 minutes
    Home charging rate: 37 miles of range per hour (240V outlet, 40A)

  • kosline

    Ema Certo la i3 aveva poca autonomia (penso anche che tu avevi il modello precedente all ultimo?), oggi detiene un tantino in più di autonomia, come la Leaf, ma le vendono, perchè per i percorsi urbani (come seconda macchina famigliare ecc) vanno più che bene, naturalmente si sta andando giustamente a sfornare macchine con sempre più autonomia, che di conseguenza abbracceranno un utenza più amplia..

    Personalmente sfornerei sempre e darei più opzioni di batteria, in modo che uno si possa prende quella che meglio li calza come autonomia-costi, (come fa Tesla)

    Ma su un ipotetica serie 3 BMW EV per me ci mettono una batteria da 60 senza problemi, visto che sono riusciti in Nissan-Renault, a mettere una batteria da 40 su una Clio che chiamiamo ZOE, macchinina che non risulta per niente sbilanciata ecc..

    Ma vedremo a Settembre se e cosa sforneranno, macchine sbilanciate ecc difficile oggi che le sforna qualcuno, figurati marchi importanti come BMW al limite rimangono fermi.

    😉

  • Noos

    Mah! Io ho notato che chi si lamenta e di solito un non proprietario e come non capirlo. Ammirato dal mondo tesla e da una mobilità sostenibile resta comunque impigliato nella ragnatela del pesiero ICE rigurdo gli aprovvigionamenti…..È anche vero che coloro i quali pur non essendo proprietati hanno frequentato e sono frequentatori del forum poco alla volta hanno maturato un’approccio differente, se vuoi più sereno, mutuati dall’esperienza dei proprietari…..certamente resta un minimo di prurito causa mancanza di esperienza diretta ma direi che la base c’è.Per il discorso SuC sono d’accordo con te….la visione deve essere più ampia, non deve dare dipendenza.

  • kosline

    Unica scelta per loro come sappiamo la versione di punta che comprende per adesso (batteria ‘long range’ $9,000 + pacchetto premium $5,000), arrivando cosi ad un costo totale minimo di $49,000. (da detrarre incentivi US, in California se non erro per un totale $10,000 )
    Possono scegliere poi di aggiungere :
    Colore, base è nero tutti gli altri a pagamento ($1,000)
    Cerchi da 19, base sono da 18( $1,500)
    AP con i due livelli ($5,000+$3,000).
    Speriamo che confermino in molti, ma visto il costo magari qualcuno aspetterà quando sarà disponile la versione base.
    Vedremo ! 😉

  • Lorenzo

    Vedremo il da farsi , aspettare una 3 da più di un anno e doverne aspettare un altro anno e mezzo per avere la sensazione di arrivare da noi oltre i 60000 …. mi lascia un po’ così ! Ci debbo riflettere alla grande …. 🤔🤔🤔

  • Devix

    Devo fare una precisazione sul mio commento non positivo.
    Confermo l’opinione che l’evento di venerdì è stato deludente.
    Però effettivamente avevo scritto d’impulso.
    Gli americani, per auto di massa, intendono una berlina, segmento serie 3 BMW o A4 Audi, non una Tipo come lo intendiamo noi.
    In più loro hanno in tax credit di 7500$ che aumenta in alcuni stati.
    Per curiosità sono andato a configurare una serie 3 diesel di pari prestazioni (330d automatica). Beh effettivamente con su un po’ di optional andiamo tranquillamente oltre i 70.000€.
    In Italia 42 o 51 mila Euro senza AP accessori sono tanti, ma penso che negli USA e nei paesi con incentivi come Norvegia, Olanda, Francia e Germania ne venderanno un bel po’

  • DiV@h L'autore dell'articolo
    Posted by: George

    io abito a 25 km dal venditore e sicuramente come per la Model X (che era germanica) appena disporra´di una Model 3      fara´un evento di presentazione e test drive .

    No credo questo accadrà in quanto il modello di vendita per la M3 sarà totalmente diverso … perchè tutta la “cosmetica” va ad incidere sul costo finale dell’auto … una cosa sono le MS e le MX … che ricordiamo a tutti e l’ha ricordato anche Elon venerdi … servono a pagare e render possibile la M3.

    Ma staremo a vedere 😉

  • Cronos

    Sì beh i meno -10000€ sono chiaramente comodi per renderla molto più di massa e permettergli di partire con il pack più grande di batterie 😀

    Per quanto riguarda il test drive, mi è parso di aver capito che in america tra 1 po li potranno prenotare, quindi immagino che una serie di auto diciamo tra 4-5 mesi? finiranno nelle varie concessionarie per fare i test drive, mi aspetto quindi che anche in italia succeda lo stesso, diciamo tra 1 anno e qualche mese?
    perchè il fatto che privilegino prima la california non è solo una questione di vicinanza per risolvere i primi inghippi e simile, ma musk l’ha detto chiaramente: ogni paese ha le sue leggi e noi a tutti gli effetti dobbiamo fare un auto diversa per ogni nazione
    il che chiaramente significa reimpostare le macchine etc, e, come è chiaro dalle opzioni che danno a disposizione ora, non è proprio una cosa che vogliono fare finche le linee non lavorano a pieno regime o diciamo ad un ottimo regime

    Inoltre chiaramente il gioco è sempre lo stesso “vieni a provare la model 3” “vorrei ordinarla è molto bella!” “sà.. se la ordina ora, dovrebbe arrivarle diciamo a fine 2019, ma volendo potrebbe ordinare una model s..”, perchè giocarsi queste occasioni?

  • Cronos

    @kosline: guarda, io sarei super felice se tu avessi ragione sul fatto che bmw non farà accrocchi, non sarà una porcata etc, solo.. non ci credo.
    Non ci credo perchè non ne hanno avuto il tempo, perchè non basta cambiare un attimo il pianale perchè a tutti gli effetti ti si solleva tutto dello spazio della batteria, inoltre avanti hai un motore che non è nella posizione giusta etc, questo, ribadisco, se vuoi fare le cose come vanno fatte, se invece vuoi fare 1 accrocchio allora si fa come fanno gli altri, batterie sotto al sedile posteriore, motore sostituito al motore termico e via andare, chiaramente bassa autonomia, niente supercharger etc, quindi siamo nuovamente alla city car.
    Che ribadisco.. bene così, perchè chi vuole bmw a tutti i costi perchè bmw è bmw prenderà quella, però come ben sappiamo un motore ICE ha un costo e un pacco batterie + motore elettrico un altro, quindi otterremo che la bmw serie 3 elettrica sarà molto più costosa della sua versione ICE, a cui però mancherà la guidabilità della serie 3 normale, mancherà magari 1 po di spazio nel bagagliaio, e avrà un autonomia limitata.
    praticamente una nissan leaf più bella esteticamente e con degli interni più confortevoli.

    L’unico motivo per preferirla alla “normale” sarà quindi l’essere green, perchè non ci sono altri motivi.. a quel punto però sei in un territorio minato perchè la serie 3 guardacaso compete come prezzi con la model 3 quindi o ha le stesse qualità della model 3 o deve giocarsela con la leaf/zoe etc.. non una bella prospettiva

    @EmaV: penso che tu abbia un po frainteso, io quando leggo parlare dei supercharger li leggo sempre in relazione all’autonomia di spostamento, non al fatto di poter caricare vicino a casa o simile, si parla sempre del “se devo andare e tornare da quel posto non ho abbastanza autonomia perchè non c’è un SC in mezzo che mi dia quella spinta in più”, e la loro importanza ( che non va affatto sminuita, ma anzi elogiata ) è quella di trasformare una city car in una macchina “vera” che può anche essere l’unica auto di famiglia, perchè non so quanti soldi abbiate voi, ma io non posso permettermi 60.000€ e usare l’auto come “seconda auto, per quando non devo fare i viaggi lunghi”, se la prendo sostituisce l’auto attuale ( o nel mio caso, l’auto attuale diventa seconda auto finche non muore di vecchiaia.. quando arriverà la model 3 avrà ormai 10 anni poverina ), quindi, tolti i supercharger il bugdet si dimezza perchè devo tenermi due auto e non una, e, magari sbaglio.. ma l’auto che uso per i lunghi viaggi secondo me deve essere più comoda e magari avere anche qualche sistema per sopportare più facilmente i km in autostrada rispetto a quella che usa la moglie per far la spesa al centro commerciale qui vicino quando l’altra auto è occupata.
    Poi se entrambi andate al lavoro tutti i giorni e quindi le due auto le sfruttate al 100% e vi potete quindi permettere due auto di medio-alta gamma, allora è diverso e si può accettare anche una city-car come ‘seconda auto’, ma perchè l’altra è comunque di fascia medio-alta e quindi adatta ai lunghi spostamenti

    @george: e pensa che ci si sono impegnati tantissimo a disegnarli e a farli, immagino aiutino molto (MOLTO) l’autonomia o il rumore su strada o che ne so io, perchè devi essere imbecille a perderci così tanto tempo su dei cerchi così osceni.. poi magari la moda da qui a qualche anno cambia e scopriamo che tutti vogliono quei cerchi, dopotutto ho visto tanta gente cambiare i cerchi normali della propria auto in qualcosa di osceno che la cosa non mi stupirebbe, però boh, gli altri invece, quelli da 19, son veramente belli

  • Fafifugno

    Guarda.. io ho un ibiza a gpl da 8 anni, mai un problema.
    Che brutte esperienze hai fatto?

    Nel nostro caso l’auto a gas è una chevrolet cruze: a benzina va poco e consuma molto, a gas va ancora meno e consuma di più.
    Unisci il fatto che non puoi fare gas self-service (e io faccio sempre benzina self service), devi fare il pieno solo in orario di apertura, che i tempi per il pieno sono molto più alti che con la benzina, che l’adattatore del gas (che teniamo nel bracciolo anteriore) lascia nell’abitaxolo un perenne odore di uovo marcio

    A conti fatti, economicamente parlando, un auto a gpl costa meno in carburante rispetto ad un ibrida

    Unico vantaggio dell’auto a gas

    e si trova anche a meno ( l’auto in se intendo ),

    Sì, peccato che poi dipende dalla bravura dell’installatore dell’impianto a gas: se ti dice male ti ritrovi ogni 2×3 con rogne da risolvere

    oltre al fatto che è vero che consuma di meno, ma solo e soltanto nei tratti urbani, in autostrada non consuma affatto di meno di un auto normale.. tutt’altro,

    Falso: noi, con una yaris ibrida, in autostrada siamo sempre sui 22 km/L: tieni conto che l’elettrica viene utilizzato anche in autostrada, da una mano al termico bei transitori/salite, recupera energia nelle decelerazioni/frenate.
    Il problema dell’ibrido (e per me esiste solo l’ibrido toyota) è che risente moltissimo dello stile di guida. O, meglio, è l’e-cvt che richiede uno stile di guida molto particolare

    Allora, andiamo per gradi, la ibrida plugin.. qui mi dici “preferirei la prius”, ti direi.. no, assolutamente no, in sostanza è una falsa plugin, è un ibrida con un motore elettrico più grande,

    È una presa per caricare le batterie dalle colonnine

    leggi qualche recensione, in sostanza il motore ice entra in azione quando ti serve 1 po più di coppia, quando vai più veloce di un tot, quando.. quando..

    Quando il sistema lo ritiene opportuno per limitare i consumi: vedi, nell’hsd tu con l’acceleratore ti limiti a dire all’auto quanto vuoi andare: il miglior mix, dal punto di vista del contenimento dei consumi, di elettrico e termico lo stabilisce l’auto

    alla fine non ha senso così, o vado sempre elettrico fino ad un tot di km, e allora ok, altrimenti no.

    In pratica vuoi una erev, le ibride sono un’altra cosa

    Non so come si comporti la ioniq sotto questo aspetto, credo/spero si inneschi solo quando è finita la batteria,

    No, non fa così perché è una ibrida non una erev. A meno di non forzare (come sulla prius o sulla yaris) l’utilizzo del solo motore elettrico

    Le plugin per quanto mi riguarda sono una soluzione ponte per chi non può/non vuole andare tutto elettrico.

    È vero

    Nel mio caso ho escluso le ibride e le plugin perchè per il percorso che faccio abitualmente ( trasferte etc ) faccio più autostrada che strada normale in percentuale, spiegato in cifre diciamo che in un mese faccio
    – 15 viaggi < 10km ( spesa/piccole commissioni/parenti vicini )
    – 6 viaggi 270km a circuito urbano dove sfrutterei ibrido/plugin
    mentre 700km di autostrada dove si usa praticamente 0 ibrido/plugin, quindi a conti fatti meno del 30% dei km userei qualcosa di più efficiente/meno inquinante, quindi..

    Fossi in te proverei a noleggiare una ibrida toyota e farci il viaggio autostradale: potrebbe riservarti delle sorprese….

    Ognuno dovrebbe penso farsi uno schemino di questo tipo prima di prendere una plugin/ibrida, se già ti ritrovi a fare chessò 25 viaggi al mese da 25km andata/ritorno e fai un viaggio autostradale ogni 3-4 mesi, i conti sono decisamente diversi e la scelta è decisamente diversa.

    Il mio caso: di viaggi autostradali ne faccio 2 o 3 all’anno (e uno di questi lo farei comunque con labice perché vado ad un raduno), il resto dei miei pochi km sarebbero tutti in città: è qui che ho imparato ad apprezzare l’elettrico, che è il mio “training autogeno” personale (sono uno che al volante si arrabbia moltissimo (e il muoversi in una città orrendamente nevrotica come milano non aiuta), e l’elettrico mi mette una tranquillità addosso che non mi sarei proprio aspettato. È per questo che voglio una elettrica, anche se una Tesla sarebbe un grosso problema dove lavoro (non lascio una auto di questa fascia di prezzo parcheggiata per strada, e il parcheggio a pagamento più vicino all’ufficio mi costerebbe 208 euro/mese…)

    Escludendo quindi plugin/ibride rimangono:
    – disel
    – benzina
    – gpl
    – elettrico

    diesel lo escluderei per quanto è inquinante e perchè tra i vari accrocchi che hanno aggiunto per fare l’impossibile ( cioè non farlo inquinare ) mantenere un auto disel di ultima generazione è un inferno non giustificabile

    Il problema del diesel è che non è adatto per l’utilizzo che se ne vuole fare: i diesel veloci (quelli automobilistici) sono una assurdità, si hanno i difetti del diesel senza i pregi

    benzina chiaramente costa un sacco da mantenere

    Dipende che auto e quanti km/anno ci fai

    Parlando dell’elettrico i casi sono due:
    – ti sta bene una city car
    – vuoi un auto flessibile

    se ti sta bene la city car ce ne sono diverse, la zoe e la leaf sono ottime, green al 100%, le ricarichi dai pannelli fotovoltaici di casa etc, quindi esperienza elettrico 100% tutto tondo.

    Il problema della Zoe (e della fluence, che ne condivide motore e sistema di ricarica) è che con molte colonnine fa i capricci: avevo messo gli occhi su una fluence, ma a casa non posso caricarla e alle colonnine a2a per quanto ne so non si carica 🙁

    con le autonomie attuali ci fai pure all’ikea ( anche se non molto oltre ) quindi hai una certa flessibilità, ma se ti serve davvero un auto flessibile, quindi vuoi davvero che sia la tua prima auto.. non esistono al momento davvero alternative, ti serve una rete supercharger ( chiamala poi come vuoi, ma ti serve di ricaricare almeno 200 in mezz’oretta ) che sia ben distribuita, a costi accessibili.

    Ecco perché vorrei una Tesla: “corro il rischio” di cominciare a viaggiare davvero….

    E a conti fatti esiste solo un auto. Tesla.

    Concordo

    Se aspettiamo le colonnine enel, o vw o quello che sarà, per quanto mi riguarda aspetteremo ancora ALMENO 5 anni se non di più ( probabilmente di più.. ) prima che abbiano un adeguata diffusione e siano della potenza adeguata

    Il problema non è quello: bisogna prima far capire (ho alcune idee di come riuscirci…) a chi non possiede elettriche o ibride plugin che i posti davanti alle colonnine non devono occuparli: puoi mettere giù pure 6 miliardi di colonnine, ma se poi ci trovi davanti auto non elettriche/plugin te ne fai poco delle suddette…

    Il tutto perchè non esistono auto che carichino alla potenza necessaria, la tanto decantata ampera quando carica “veloce” carica meno della metà della tesla,

    Credo che quelle che ci si avvicini di più è la ioniq: in ex dovrebbe arrivare a 100 kW (o kWh, non mi ricordo mai….)

    gran cosa.. davvero gran cosa.. chiamala veloce.. quindi niente auto, niente colonnine.
    Niente colonnine, niente auto..

    In Italia abbiamo anche un altro grosso problema: l’avrete non reggerebbe tutte queste colonnine così potenti….

  • Lolli_

    come diceva @cronos sicuramente gli incentivi in USA e altri paesi del mondo permettono di pareggiare o addirittura abbassare il prezzo di un’elettrica rispetto alla concorrente a petrolio.
    ho dato un’occhiata agli incentivi USA, roba da pazzi, in Louisiana 17000$ (compresa federal tax credit) di incentivo:

    praticamente una 100D in Louisiana costa 80500$.

  • EmaV

    Posted by: Cronos @EmaV: penso che tu abbia un po frainteso, io quando leggo parlare dei supercharger li leggo sempre in relazione all’autonomia di spostamento, non al fatto di poter caricare vicino a casa o simile, si parla sempre del “se devo andare e tornare da quel posto non ho abbastanza autonomia perchè non c’è un SC in mezzo che mi dia quella spinta in più”, e la loro importanza ( che non va affatto sminuita, ma anzi elogiata ) è quella di trasformare una city car in una macchina “vera” che può anche essere l’unica auto di famiglia, perchè non so quanti soldi abbiate voi, ma io non posso permettermi 60.000€ e usare l’auto come “seconda auto, per quando non devo fare i viaggi lunghi”, se la prendo sostituisce l’auto attuale ( o nel mio caso, l’auto attuale diventa seconda auto finche non muore di vecchiaia.. quando arriverà la model 3 avrà ormai 10 anni poverina ), quindi, tolti i supercharger il bugdet si dimezza perchè devo tenermi due auto e non una, e, magari sbaglio.. ma l’auto che uso per i lunghi viaggi secondo me deve essere più comoda e magari avere anche qualche sistema per sopportare più facilmente i km in autostrada rispetto a quella che usa la moglie per far la spesa al centro commerciale qui vicino quando l’altra auto è occupata. Poi se entrambi andate al lavoro tutti i giorni e quindi le due auto le sfruttate al 100% e vi potete quindi permettere due auto di medio-alta gamma, allora è diverso e si può accettare anche una city-car come ‘seconda auto’, ma perchè l’altra è comunque di fascia medio-alta e quindi adatta ai lunghi spostamenti 

    Credo che in soldoni diciamo la stessa cosa, ma con differente approccio. Io non sono un owner, ma ne ho conosciuti tanti, ed ho avuto modo di fare tanti viaggi sulle macchine di amici. Il discorso SC in Italia, per me ad eccezion fatta per qualche buco nel centro-sud è già molto buono per le lunghe percorrenze, se in futuro, ne aggiungeranno una manciata tra il centro ed il sud, diventerà un servizio quasi perfetto.Per gli spostamente cittadini, spesa, portare i figli in giro, prestare la macchina alla moglie per lo shopping etc. etc. sono più che sufficienti le colonnine “veloci” sparse in giro, o male che vada, da casa con il contatore enel dedicato da 6 Kw. In una notte di 8 ore si ricaricano comunque 48 Kw, a mio avviso più che sufficineti per la mobilità giornaliera, e ad un costo tutto sommato ragionevole. Per i lunghi viaggi, è sufficiente invece caricare la macchina dell’energia sufficiente a raggiungere il primo SC (in questo ci aiuta l’ottimo computer di bordo), ed il gioco è fatto !Purtroppo anche io sono tra i poveri comuni mortali 🙂 . Non posso permettermi 2 machine da 60.000 euro 🙁 . Quindi, come credo quasi tutti del resto devo fare i miei bravi conti 🙂 .

  • kosline

    Cronos, anche se non sappiamo cosa sta facendo BMW, tu dai cose per scontato che io non do (perchè non abbiamo info) non tutti scoprono le loro carte, ma già oggi però sappiamo che hanno la tecnologia ed esperienza in campo EV (a differenza di altri che ancora devono partire), hanno a listino una macchina vera EV, ed una Moto-Scooter EV, questo per dire che magari poi ci stupiscono ed escono una macchina nuova di zecca EV.

    Per me cmq sei fuori strada ( specie con i pianali modulari), mettere un motore elettrico dove oggi sta uno ICE non significa fare per forza un accrocchio, le batterie non devi metterle per forza nel baule, mica parliamo di un retrofit fatto da qualche officina, ti facevo l’esempio della ZOE appositamente, che ricordavo nasce dal pianale Clio, poi essendo appassionato di Ing come dicevo concordo che è meglio una progettazione che nasce e muore Ev (se fatta bene), ma da qui a dire che si sfornano accrocchi personalmente non mi trovi concorde, visto anche e sopratutto che non parliamo di un l’utilizzo agonistico-sportivo.

    Zoe con batteria da 40 in foto, provala e poi mi dici se va peggio della Clio da cui deriva:

    http://i65.tinypic.com/1zdlzrp.jpg

    una batteria da 60 in tanti paesi (che non sono l’Italia), ti permette anche di viaggiare volendo (non come gli SC di Tesla), ma viaggi già oggi non ne parliamo domani, perchè stanno nascendo colonnine come i funghi, e cmq copre le esigenze famigliari al 95% circa (forse anche di più).

    Tu mi dicevi se fanno una 3 Bmw EV la comprerà eventualmente chi è appassionato al marchio, chi sta scimmiottando la storia ecologica (sempre più gente per fortuna prende coscienza), e qualche altro desaparecido, faccio un esempio? Prendi anche chi vorrebbe una Tesla ma si trova lontano dai sui centri di assistenza-manutenzione, almeno prende una EV , ti sembra poco? A me no sinceramente, “seminiamo” oggi di questo sopratutto abbiamo bisogno.

    Tesla Model 3 VS concorrenza.

    E qui il punto cruciale, Il mio ragionamento non nasce da una concorrenza, 1° Tesla ad oggi nel suo insieme è un passo avanti, 2° oggi l’ultimo dei pensieri Tesla è vendere (altre) Model3 (domani si vedrà), paradossale ma è cosi, bassa produzione e altissima domanda, questi per quasi due anni andranno dritti come un rullo compressore, andiamo dai Musk è un genio del Marketing, la sua scarna presentazione l’altra sera dice Todos sotto questo aspetto (a va avanti da sei mesi con questa strategia visto le sue recenti dichiarazioni in merito), hanno paura giustamente che la 3 cannibalizzi la S, con potenziali clienti che la preferiscano ma mettendosi in una lunga lista d’attesa, ergo soldi e profitti sopratutto rimandati (o in parte persi), che oggi invece servono come il pane.

    😉

  • Cronos

    E’ un po che non postavo su questo forum.. mi mancavano queste discussioni costruttive!

    @Fafifugno, per quanto riguarda la parte ‘a gas’, ti direi che dipende da auto ad auto, ci sono auto che non reggono per niente bene il gpl ( gruppo fiat per esempio ) e che se lo son dovuti far fare apposta ( mi pare di ricordare per la Y ) perchè continuavano a rovinarsi, altre invece ( vedi VW ) che hanno dei motori decisamente più solidi per cui si hanno decisamente meno problemi, riguardo ai consumi io con un pieno di gpl in autostrada a 140km/h ( da cruise control, senza praticamente mai staccarlo ) con l’ibiza faccio 370-390km con 35lt quindi diciamo 10km al lt, a benzina faccio più o meno la stessa cosa, forse arrivo ai 12.. forse.. ma non ne sono così sicuro, chiaramente un utilitaria a 140 è fuori giri quindi consuma una marea in più, ma tornando a calcoli base il costo per la benzina ad ora è 1,5€/lt il gpl viene 0,59€/lt ( ho preso un distributore a caso qui vicino, ma si trova anche a meno il gpl come rapporto con il benzina ), quindi 1,5/0,59 -> 2,54 -> 10km/lt*2,54 -> 25,4km/lt
    l’equivalenza quindi è presto fatta, è come se a benzina io stessi facendo i 25km/lt, che sono meglio dei 22, quindi il gioco gira ugualmente.. e in genere più i pezzi si alzano più il rapporto benzina/gpl è buono.

    La parte invece che non si possa far self.. è veramente detestabile, nutro un profondo odio per questa cosa, io in genere vado a farmi una trasferta quindi parto chessò alle 5 di mattina, guardacaso è chiuso, bene, torno per le 8 di sera, guardacaso è chiuso.
    Oh, si, certo, puoi farla in autostrada chiaro, se sei disposto a pagarla il 30% in più.. lì il servito c’è quasi sempre. Cerco sempre di fare il pieno quando riesco, anche se sono a più della metà, e a volte allungo qualche strada per farlo appositamente, altrimenti finirei per non riuscire mai a fare gpl.
    E’ poi anche uno dei motivi per cui non vedo l’ora di avere un elettrico che si carica comodamente a casa.

    http://www.chevrolet.com/volt-electric-car
    la volt è l’architettura di cui parlo, che mi pare di capire si chiami appunto plug-in proprio per il fatto che ha “la presa”, ma probabilmente il termine che usi te è più corretto.. di ibride ce ne sono veramente tanti modelli.
    Io qualche anno fa ( ancora non si parlava di model 3 ) pensavo di prendere una lexus ct, il prezzo era buono etc, ma poi ho fatto 2 conti ( che poi son quelli che ho fatto prima ) e ho capito che non mi sarebbe convenuto, io speravo di risparmiare e invece avrei finito per spendere di più.
    Non sono comunque convinto che per come la uso io in autostrada ( cruise-control attivo il 95% del tempo ) ci siano tutte queste accelerazioni/decelerazioni tali da renderlo efficiente, ma se mi dici che è così.. beh, buono a sapersi!

    Chiaramente per il disel parlavo di auto, per i tir etc è chiaramente un ottima scelta perchè chi progetta il motore può già sapere in anticipo esattamente come verrà utilizzato ( velocità praticamente sempre costante etc ) e chiaramente la cilindrata è più grande quindi si riescono a gestire meglio tante cose.

    @Emav: sì, penso anche io, diciamo bene o male la stessa cosa, però io sostengo che le colonnine normali non siano una soluzione, sì, è vero, le puoi usare etc, ma o sono esattamente dove ti servono ( tipo destination charger ) oppure che fai? lasci lì l’auto e vai a piedi? oppure ti fai dare la presa dal cliente? se sei un rappresentante per esempio non lo puoi fare o non è proprio professionale come cosa etc, insomma, sì, lo puoi fare ma ti stai sacrificando, quindi funziona se e solo se sei un ‘fanatico del green’, altrimenti chi te lo fa fare? quindi se c’è un supercharger che ti permetta di gestire agevolmente il tutto, bene. Alla fin fine per essere sicuro di poter andare / tornare devi essere sicuro che ci sia un supercharger entro diciamo meno della metà della tua autonomia, quindi se hai autonomia 400km allora entro 180km deve esserci un supercharger, poniamo che tra me e il cliente ci siano 200km, se nel mio percorso non ci sono supercharger senza fare deviazioni assurde io posso arrivare da lui, ma non tornare.. non senza mezze soluzioni quantomeno.
    E’ chiaro che se il tuo obiettivo è andare da milano a napoli per esempio ti basta che ci siano ogni 350km perchè non devi “andare e tornare”

    @Kosline: ribadisco, come dici te e come dicono tutti “the more, the merrier”, ma bmw è la casa automobilistica che ha sempre messo fuori proclami tipo “dal 2021” la nuova piattaforma etc, che senso ha? vuole spiazzare i concorrenti? non credo, ha fatto la i3, sì.. ma non ci ha mai scommesso molto secondo me, poi dato che ce l’hanno cercano di venderla e chiaramente ci si riesce anche 1 po ma mi è sempre sembrato un mezzo tentativo come la i8, son auto in cui non credono davvero.. mi sembra sempre che non vogliano abbandonare le auto che “fanno davvero guadagnare”, quindi io sono pessimista, temo che VOLONTARIAMENTE creeranno un accrocchio come la VW ha fatto con la golf, giusto per non rimanere indietro, mi par strano che fai proclami visionari con date assurde giusto qualche mese prima ( non parliamo di anni, parliamo di mesi! quando già sapevano del successo della model 3 ) e poi puff, come per magia fai saltar fuori la serie 3 super figa.
    Ognuno ha le sue strategie ma perchè non cavalcare l’onda come ha fatto VW? ( che per fare i confronti ha fatto porcherie sul nedc/epa etc ) anticipando che costerà di meno, che sarà meglio etc? perchè non prendere preordini o altro? insomma perchè il silenzio radio?
    io ci vedo una sola spiegazione: sarà 1 patacca, poi ribadisco, spero vivamente di sbagliarmi, però in ogni caso la serie 3 sarà una city car. come la giri la giri, compete con la zoe e con la leaf, non con la model 3 se non per un briciolo di utenti: chi non si accontenta di una clio ma vuole un auto più bella, ma accetta di avere una city car

  • kosline

    Cronos dico questo e chiudo qui che mi sa che stiamo andando un tantino OT al 3ad, magari ne apriamo un altro specifico sempre un piacere il confronto. 😉

    Che le EV non siano i loro principali obbiettivi, oggi un tantino di più di ieri (grazie anche a Tesla, Diselgate, accordo di Parigi, ecc) concordo in pieno, il loro nuovo Business è l’ibrido EV, ed incominciare ad incrementare nel tempo l’EV per non rimanere indietro.

    Ma grandi case (specie quelle come Bmw), che già in casa hanno tecnologia pronto uso, tanti soldi, esperienze, personale qualificato, ed attrezzature nel costruire automobili, non ci mettono mica 10 anni per sfornare un EV con le contro @@ine se vogliono farlo, pensi che Bmw non detenga progetti in stato avanzato di EV? Io mi giocherei pizza e birra con tutto il forum, poi vedremo a Settembre se e cose sforneranno (mi piace parlare avendo in mano un po di polpa), magari sfornano qualcosa di poco conto, sarò il primo a dirlo (non lavoro in BMW) :p .

    Ma continuo a dissentire con il termine accrocchio non ci sta per niente, anche la E-golf provala e vedrai che tiene la strada in maniera ottimale, non come una Gti in onestà ma per me meglio della Diesel (troppo pensante sull anteriore), idem la Zoe che abbassa il baricentro rispetto alla Clio grazie al peso batteria, be secondo me non si discosterebbe troppo una serie 3 bmw “accroccata” ad EV, non andrà come una M3, ma forse forse ti va meglio di una turbodiesel.

    Quindi se vogliamo fare i pignoli, ti dico che di macchine “accroccate” nelle Ice ne teniamo a tonnellate, ma per quello che servono (visto che la gente non va al Nürburgring ogni fine settimana), io personalmente dico che bastano e avanzano anche.

    Ma ammettiamo che costruiscano e vendano accrocchi, ma a me che me frega mi dico? Nulla, visto che nei primi sei mesi del 2017 nel Mondo si sono vendute circa 50 Milioni di macchine, le EV mi sa che non arrivano allo 0.7 %, questo personalmente è il mio problema, no che possano sfornare accrocchi che io saluterei con molto piacere.

    😉

  • MicheleCT

    Alla fin fine per essere sicuro di poter andare / tornare devi essere sicuro che ci sia un supercharger entro diciamo meno della metà della tua autonomia, quindi se hai autonomia 400km allora entro 180km deve esserci un supercharger, poniamo che tra me e il cliente ci siano 200km, se nel mio percorso non ci sono supercharger senza fare deviazioni assurde io posso arrivare da lui, ma non tornare.. non senza mezze soluzioni quantomeno.E’ chiaro che se il tuo obiettivo è andare da milano a napoli per esempio ti basta che ci siano ogni 350km perchè non devi “andare e tornare”

    Questo è forse il punto più importante. E’ l’elemento che ad oggi più mi fa riflettere -da non possessore- sull’eventuale acquisto della mia futura Model 3, e che mi obbligherà di fatto a comprare quella con range esteso.Un esempio: se un giorno devo fare da Rieti a Roma e ritorno, e nel mentre devo girare un po’ per Roma, rischio di fare più di 300 km in totale. Se poi rimango a dormire a Roma, dove non avrò una presa elettrica (a differenza di Rieti), e magari il giorno dopo faccio qualche altro giretto in città (come può capitare), c’è il rischio che il giorno successivo non potrò ritornare a Rieti a lavoro, con la Model 3 base. Sono casi non frequenti, ma di sicuro mi capita almeno ogni 2-3 mesi. Io credo che ognuno debba scontrarsi con le percorrenze e i problemi personali. 

  • kosline

    Non potendo editare aggiungo, citavo BMW per la storia della serie 3, ma nella partita ci sono altri, ad esempio VW e MB che stanno investendo belle risorse nell EV, i Cinesi (che trascuriamo un po, ma si stanno attrezzando di tutto punto), Giapponesi, Coreani, Francesi.

    Un dato visto che prima parlavo di ricariche fuori da Italy, date un occhiate alle colonnine che ci sono sparse in vari paesi Europei, non sono SC Tesla ok ci siamo, ma la situazione è un tantino diversa che da noi, e stanno arrivando altre ondate di colonnine (specie Fast).

    https://ev-charging.com/at/en

  • carlocar

    Ciao a tutti.Mi intrometto in quanto possibile futuro acquirente di una Model 3 o altra vettura elettrica. Io non sono rimasto sorpreso dalla presentazione (non mi aspettavo ne nulla di più ne nulla di meno). Per noi italiani è troppo difficile poter dare un giudizio su un prodotto che bene che vada circolerà sulle nostre strade nella seconda metà del 2018.Ritengo che non si possano oggi fare paragoni con le potenziali concorrenti; si potranno fare quando si conosceranno i listini reali e si potranno confrontare su strada i due prodotti. Oggi nessuno lo può fare perché di fatto, il listino italia della Model 3 si può solo ipotizzare e salvo mie sviste, non esistono listini di concorrenti reali (la I3 non la considero una concorrente).Dal mio punto di vista, sono contento che sono state consegnate le prime vetture; guarda caso ai dipendenti per cui saranno loro i “pilot” che potranno dare un feedback all’azienda e contribuire ad un miglioramento del prodotto di cui beneficeranno i clienti futuri (e quindi anche i clienti italiani).Da potenziale futuro possessore di una Tesla Model 3, non mi preoccuperei ora delle capillarità di SC in italia o delle rete assistenziale poco diffusa. E’ interesse di Tesla aumentare la diffusione di SC ed anche della rete assistenziale (non tanto per i tagliandi ma solo per interventi straordinari quali riparazioni dovuto ad incidenti o a rotture di componenti).Io spero che Model 3 avrà successo (ed anche tanto) perché spingerà altri costruttori verso questa strada.

  • kosline

    Carlo certo parlavamo a livello ipotetico qui concordo, però vorrei fare una specifica perchè questa storia di comparazione parte da lontano, Musk stesso tempo fa ha tirato in ballo la serie 3 di BMW (a benzina non EV che non esiste), perchè secondo lui la Model 3 può competere (ed andare a rosicare clientela), con (prezzi e prestazioni simili) serie 3 di BMW (a benzina nella fattispecie la 330i) molto apprezzata e venduta in US anche, poi BMW fece uno spot dove presentava una sua ibrida e sfidava la Model3, ecc. E difatti in America il tema è caldo proprio ora che sta sbarcando la Model 3, forse anche per questo in BMW si sono sentiti chiamati in ballo (un briciolo di competizione, prestigio, rivalsa, ecc non guasta mai), e stuzzicati dall idea di presentare loro una serie 3 EV.

    Vedremo. 😉

  • EmaV

    @Cronos, il tuo discorso non fà una piega, ma credo che al momento di SC ce ne siano a sufficienza al Nord, sicuramente utili a coprire diciamo il 90% del territorio su percorrenze medie di 150 Km. Quindi viaggiando in qualasiasi direzione nell’arco dei 150 Km si ha un SC. Discorso differente per il centro e il Sud, che risultano scoperti, sopratutto nelle zone più centrali dello stivale 🙂 . Sulla costa bene o male si viaggia di SC. Io personalmente sono molto gree 🙂 , quindi i SC non li vedo come un’impedimento, io ricaricherei l’auto di notte, e questo mi garantirebbe la percorrenza chilometrica che mi necessita durante la giornata lavorativa. Se fossi un rappresentante e girassi in aree completamente scoperte, sarebbe un problema ! Ma vuoi che non ci sia una cencia di colonnina anche da 6 Kw, lungo il percorso di centinaia di Km, alla fine o un SC o una colonnina da 6/22 Kw la trovi secondo me.@Michele, da Rieti forse potrebbe essere un problema, se vuoi andare di SC, altrimenti cairchi la notte, arrivi a Roma, ti fai gli affari tuoi in totale autonomia, riparti, passi (ovviamente allungando) per Magliano Sabina, e arrivi a Rieti. Con la M3 standard forse non riusciresti, ma con la extended range sicuramente si. Alternativa, carichi la notte, arrivi a Roma, giri e ti fai gli affari tuoi, trovi una colonnina ENEL da 22Kw, parcheggi la macchina e la fai poppare per due ore, nel frattempo ti muovi con i mezzi, o pranzi, riprendi la macchina, ci giri un po e riparti 🙂 .@Carlocar, io invece almeno per il discorso SC/rete vendita assistenza, la vedo in modo opposto. Secondo me Tesla deva spicciarsi ad aprire almeno un’altro punta vendita/assistenza, non tanto per l’assistenza in se, o per la vendita, ma tanto per avere un punto di consegna che avvicini il centro e il Sud. Ma a questo a quanto ho capito (mi sono candidato per una posizione su Roma), nel giro di qualche mese sarà risolto.@Kosline, BMW l’unica ricerca l’ha fatta sulla I3, e per i risultati che ha ottenuto in rapporto al prezzo di listino, perdonami ma non è che siano tutto questo soddisfacente. Una ZOE con il batterypack nuovo fa molto meglio, e costa quanto 9 mila euro di meno ? Tutte le ibride sono di derivazione Toyota, Toyota da la teconolgia ibrida a BMW, BMW da i diesel a Toyota, che sagacemente non li sviluppa più, perche sà che andranno alle ortiche. Che poi BMW se vuole può realizzare un reparto di ricerca e sviluppo solo per EV, e che tra 3 o 4 anni possa dare del filo da torcere a tutti, su questo non c’è dubbio, ma su questo giro di giostra (perima serie 3 EV), ho qualche dubbio 🙂 .Io sogno un mondo 100% EV, ma se proprio dev’essere, diciamo un 70% EV ed un 30% ibrido, possibilmente PlugIn 🙂 .

  • Luke

    Michele, considera che i SC entro 2018, stando alle dichiarazioni di Musk della presentazione saranno tre volte tanto quelli attuali…Finora la rete si sta espandendo bene e velocemente anche qui da noi… Per quando riceveremo noi le model 3 sicuramente sarà diverso… 

  • kosline

    Scrivo solo questo a titolo informativo.
    No BMW detiene già un reparto EV (molto attivo) e da tanti anni ormai.
    Perché mi citi Toyota? L’ibrido Toyota è altra storia non è EV.
    Prezzi I3 ? Innanzitutto nella I3 ci sono materiali e componentistica di livello (che non trovi in una Zoe che io cmq preferirei con la batteria da 40 tra le due), che fanno lievitare i prezzi, poi non conoscendo i loro guadagni, e sopratutto le loro aspettative su quella macchina (che % parlando vende sempre di più), possiamo dedurre poco per non dire niente sulle loro reali potenzialità.

    Con questo passo e chiudo su questo 3ad su BMW (sue potenzialità, aspettative ecc).. 😉

  • EmaV

    L’Ibrido di BMW è made in Toyota non in BMW, solo quello volevo dire. Toyota ha particapto attivamente anche allo sviluppo della I8. Poi come ho già scritto, BMW se vuole può tranquillamente suoaerare tutti gli altri.

  • MicheleCT

    Michele, considera che i SC entro 2018, stando alle dichiarazioni di Musk della presentazione saranno tre volte tanto quelli attuali…

    E’ vero, Luke, c’è anche da considerare questo. 

    trovi una colonnina ENEL da 22Kw, parcheggi la macchina e la fai poppare per due ore

    Ahaha, la poppata! In effetti non avevo pensato alla colonnina. E’ un’alternativa, anche se volevo evitare la giungla delle colonnine e dei relativi parcheggi (occupati). Oppure potrei chiedere alla suocera di farmi un destination charger ad hoc nel garage di casa. 🙂

  • kosline

    Specifico, no per carità non penso che può suonarla a tutti, ma che si difenda si. Lo so di Toyota con BMW, ma l’ibrido (specie in quella configurazione) è altra storia dall EV che a noi interessa, tieni un ottimo partner con cui collabori (che fa un ottimo ibrido in quella configurazione), capisco la scelta.

    @Carlo è uscito un articolo fresco-fresco su quello di cui parlavamo.

    https://electrek.co/2017/07/31/tesla-model-3-vs-bmw-3-series/

    @Michele le suocere sempre meglio attaccarle direttamente ad una colonnina (specie ad alto voltaggio) 😀

    Scherzo, come giustamente affermavi prima ognuno detiene le sue esigenze, personalmente ti dico, se puoi non ci pensare neanche prenditi quella con la batteria più grossa..

  • MicheleCT

    L’articolo non è male, ma secondo me l’errore di fondo è sempre lo stesso: comparare la BMW 330i con la Tesla 3 versione base. Purtroppo secondo me il paragone può essere fatto solo con la long range: la BMW avendo un bel serbatoio sicuramente non lascerà l’utente medio a piedi dopo 350 km. Quindi effettivamente i prezzi delle due vetture si equivalgono (con una certa preponderanza della Tesla, visto che alla BMW vanno applicati anche gli sconti del concessionario). Io non entro nel merito del fatto che l’auto elettrica è totalmente diversa, che il range non va considerato e confrontato come tale al serbatoio di una ICE, e che i costi di gestione (come ampiamente sviscerato sul forum) sono nettamente diversi tra i due sistemi. Purtroppo l’utente medio esterno abituato alle ICE a queste cose non guarda, anche per mera ignoranza. 

  • kosline

    Ma in realtà in US si può benissimo comparare con la batteria long range, tanto ci stanno gli incentivi (California 10k Dollari)..

    Però tolto il prezzo o i costi di gestione +o- siamo li, la figata che in fascia media o medio alta (dipende dalle versioni), l’EV viene visto finalmente competitivo (insomma se la gioca alla grande). Questo per noi è un grosso passo avanti, un altro centro (dopo la fascia Premium) per Tesla.

    😉

  • Fafifugno

    per gli spostamenti quotadinai, è sufficiente la classica ricarica da casa, anche con un contatare da 6 KW.

    Occhio però: qui i contatori da 6 kW sono pochi, visti i costi dell’energia se si fa l’aumento di potenza.
    Per curiosità: quali sono i costi dell’energia negli USA ?

  • MicheleCT

    E’ molto più costosa l’energia con i contatori da 6 kW?Qualcuno diceva che in realtà i costi fissi e a consumo non erano granché diversi  e che il prezzo per kWh era identico. Ma non so se sia vero (non riesco a reperire la fonte).  

  • Devix

    Io ho un contratto residenziale da 6kw. Paghi una tantum l’aumento di potenza, poi costa 1,8€/kw/mese di spese fisse. Il costo della corrente è lo stesso. Volendo, si può arrivare anche a 10kw, ma dipende dalla zona in cui abiti.
    Io con 6, non ho mai avuto problemi a caricare, considerando che ho anche due piastre a induzione! Basta abbassare l’amperaggio se non hai fretta e caricare di notte.

  • Cronos

    Tempo fa i 6kw erano molto più costosi ( sia il kw, sia il costo fisso ) ora c’è una quota fissa 1 po più alta ( ma non eccessiva ) e il costo al kw è uguale, parliamo di un cambio avvenuto da quest’anno quindi è normale che tu abbia ricevuto info discordanti leggendo in giro.

    @MicheleCT: in realtà no.. io penso che il confronto vada anche bene con il range base, visto e considerato che ti permette di girare tra i vari supercharger etc
    Ma non è questo il punto, il punto è che è comunque irrealistico il confronto, tecnicamente.. è corretto, ma io non mi sognerei mai di prendere una 330i, supponendo che io volessi un auto del segmento della serie 3 ( non lo farei se non fosse elettrica, ma supponendo.. ) non sceglierei quella, ma una con un motore più sotto tono perchè non mi serve tutta questa accelerazione e di sicuro non prenderei tutti quegli optional

    E’ chiaro che con l’elettrico ste cose vengono praticamente gratis, tesla non è che si è sbattuta per fare un motore veloce, il punto è che avendo già quel pacco batterie così grande ( per dare autonomia ) è chiaro che la potenza che potevano estrarre era molta e il confronto tra un motore/inverter che regga quella potenza e uno che ne regga “1 po di meno” è irrilevante, tanto più che non cambiano nemmeno il motore tra un modello e l’altro.
    Insomma è una vittoria facile per l’elettrico quando si gioca sulle accelerazioni, quindi non è quello il confronto giusto.
    Poi onestamente, chi è che va a prendersi il navigatore della bmw? è chiaro che io userei il mio cellulare con google maps per girare, è assurdo anche solo pensare di prenderlo a confronto.
    Poi allora stando a questo giro dovremmo dire “ah ma il cambio? dovremmo usare il cambio automatico sport, perchè altrimenti è un paragone ingiusto”

    Io il confronto lo faccio così ( magari son stupido ma sai com’è.. ) costi di gestione ice:
    – 2000€/anno in benzina in più rispetto al costo in corrente, poi dipende da quanti km fai, se hai un fotovoltaico a casa e riesci a caricare quando c’è il sole etc
    – 400€/anno di manutenzione che con l’elettrico ti schivi ( parlo di manutenzione ordinaria, quindi non di cambio gomme )
    Moltiplica il tutto per 10 anni e abbiamo 24.000€ di costi di gestione che con l’elettrico non hai ( e son stato generoso con l’ice )
    A questo punto io parto al contrario, la mia model 3 ‘ideale’ costa sui 60.000€ ( ha praticamente tutto salvo il pacco batteria più grande )
    Ai 60.000 togli 24.000 esce 36.000€, in sostanza la model 3 equivale ad un ice da 36.000€
    Se decidessi ( ed è chiaro che è così ) di tenerla per 14 anni almeno il conto sarebbe 33.600€ in meno quindi 26.400€.
    Chiaro che se fai poca strada ogni anno e spendi meno di quella cifra etc, allora le cose cambiano, che se la confronti ad un auto a gpl le cose son diverse perchè al posto di 2000€ in più te ne ritrovi chessò 1000€ in più ogni anno, poi c’è da considerare il bollo che in alcune regioni non si paga, in altre non per i primi 3 anni etc, che anche quelli son soldi, ma bene o male il gioco è questo: non ti serve stare a paragonare gli optional, parti dalla model 3, sottrai i costi di gestione e ottieni il prezzo massimo dell’ice, con quel prezzo compri un auto che è paragonabile? perchè nel mio caso, diciamo che l’ice equivalente non deve costare più di 26.400€, un utilitaria la paghi sui 18000€ se vuoi qualcosa di decente, a questo punto il gioco è: spendendo 8000€ in più ottengo una model 3, li spendo?
    e penso che la mia risposta sarà sì..

  • Cronos

    @luke:
    te lo scrivo solo perchè non vorrei tu volassi troppo in alto e ti facessi male..
    quando musk dice “triplico i supercharger” non signfica triplico le location, quindi non vuol dire che in italia avremo 3 volte quanto abbiamo ora come location.
    significa che triplica gli stalli, il che chiaramente si concretizza a volte aumentando le location e a volte solo gli stalli.
    ma non è finita qui, quando si dice che le location aumentano, non significa che queste aumentino in italia! l’ha detto chiaro e tondo che vuole riempire l’australia e altre nazioni che al momento proprio non son coperte ( vedi la spagna ), quindi di questo “triplico”, in soldoni da noi si tradurrà, se siamo fortunati in aggiungo altre 4-5 location, oltre ad un aumento degli stalli dove c’è maggior traffico

  • Noos

    Cronos i conti sono quelli che abbiamo fatto tutti anche se bisogna tenere a mente che il pacco batterie non dura all’infinito, non abbiamo esperienze sui 10 anni, sono ottimista perchè la 90D l’ho ordinata pensando di tenerla a lungo….tutto però dipenderà dalla batteria!  Con la maggiore industrializzazione i prezzi nei prossimi anni dovranno scendere, l’incognita è di quanto.

  • EmaV

    Io credo che se anche scendessero i prezzi delle batterie, il segmento in cui Tesla si attesta resterà immutato, quindi credo che anche i prezzi rimarranno, semmai a parità di prezzo, aumenteranno le capacità dei batterypack.

  • Cronos

    E’ vero che non si sanno le durate delle batterie in 10 anni, ma la curva sembra quella e tesla ha studiato moltissimo proprio sulle batterie, si è visto che anche con tantissimi km, tante ricariche ai supercharger etc la percentuale di perdita è minima, ma io in questi casi mi affido alla matematica, vediamo cosa salta fuori

    entro i primi 4 anni di utilizzo dell’auto:
    – perdita 20% range dovuta ad utilizzo 140km/h
    – perdita 10% dovuta a periodo invernale
    risultato: 350km * 0.7 -> 245km
    da dove sto io al supercharger di verona ci sono circa 120km -> abbondantemente dentro
    da qui a milano ci sono 70km circa, andata e ritorno senza supercharger son 140km -> abbondantamente dentro
    da supercharger a supercharger, quanta deve essere la distanza?
    qui io parto dal concetto inverso, supponendo di partire dal supercharger con carica all’80% e di voler arrivare al 10% al supercharger successivo, vuol dire che utilizzo il 70% di carica, quindi il 70% del range massimo che abbiamo detto essere 245km -> 171km
    la domanda è: i supercharger distano più o meno di 171km? ( chiaramente se distano 190 uno in caso rallenta o ci arriva con il 5% di carica o parte con l’85% quel che è )

    questo devo ancora verificarlo, qualcuno può farlo?

    a questo punto c’è la proiezione a 10 anni, io suppongo un ulteriore 10% di perdita di autonomia, quindi si ottiene il 60% di quella iniziale ( e penso che i miei conti siano eccessivamente pessimistici ) otteniamo quindi che l’autonomia reale è di 210km tra 10 anni
    mi verrebbe da dire che i primi 2 casi ( supercharger più vicino, città medio-vicina in cui potrei dover andare e tornare ) sono ancora validi
    per il terzo caso qui ci domandiamo se i supercharger siano a distanza di 210*0,7 -> 147km ( con le tolleranze dette prima )
    io penso che la risposta, da qui a 10 anni sia sì senza molti problemi

    è chiaro anche che con 9000€ in più tutto diviene più facile perchè avremmo:
    500km * 0.7 -> 350km tra dove si abita e il supercharger più “vicino” nelle varie direzioni
    un autonomia “locale” di 350/2 -> 175km, ovvero senza dover mai ricaricare partendo da casa posso raggiungere un posto a 175km da me e tornare indietro, senza lesinare sulla velocità o altro.. e se questo viene fatto a velocità di crociera normali tipo superstrada e simile l’autonomia aumenta diciamo a 500*0.9/2 -> 225km di distanza

  • Man

    scenario apocalittico. 40% di perdita in 10 anni, ma anche no dai.io calcolavo il 2% in media/anno di perdita di efficienza, usandola con cura mi pareva pure abbondante.ma non è assolutamente un dato scientifico, solo che voglio credere sarà cosi.

  • kosline

    Male che vada (se non vi siete cambiati la macchina), tra 10 anni ci si compra una batteria che costa la metà di quella di oggi, ci fai se va male il 50% in più dei km che fai oggi, ricarichi a 350-500 (super fast), e si ridà nuova vita e linfa alla macchina..

    😉

  • Man

    tra 10 anni, se campo abbastanza, ci penserò.in 10 anni non possiamo prevedere come sarà la situazione, ma bello è usare (o meglio osare) oggi.al limite mi compro un powerbank ad antimateria o a fissione per fare il pieno tascabile in sicurezza..

  • Cronos

    Magda chi? O_o googlando ho trovato che è una di sex and the city, e una in james bond.. non ne conosco manco mezza, ti toccherà spiegarmi 😀 – e non preoccuparti, non mi offendo così facilmente da almeno una 15ina d’anni

    @man: leggi meglio, io non ho mai parlato di un degrato 40%, io ho parlato di un degrato 10%, gli altri 30% sono dovuti alla velocità a cui vai e alla temperatura ( quindi non è un degrado, è una riduzione di autonomia della batteria ma un aumento dei consumi dell’auto.. che non è chiaramente permanente! ) che sarebbe pienamente in linea con il tuo 2% anno, cifra che per altro non rispecchia per niente la realtà visto che l’andamento è logaritmico, quindi si ha un fisilogico calo di circa il 5% nei primi due anni, poi si assesta circa al 6% ti linko un grafico di tempo fa

    https://electrek.co/2016/11/01/tesla-battery-degradation/

    quindi in realtà io ti avrei potuto dire tranquillamente 7% di degrado e stare sul tranquillo

    non ho perso tempo a cercarne altri, ricordo che ce ne sono di più aggiornati, poi se ti serve ci sono anche altri link che spiegano come vengono fatti i test sulle batterie al litio da tesla ma in sostanza il degrato tipico delle batterie al litio è questo: logaritmico seguito da un crollo praticamente verticale
    che poi è 1 po quello che avrai notato con i cellulari, all’inizio va benissimo la batteria, più o meno carica sempre bene, poi di colpo inizia a peggiorare e ogni mese continua a peggiorare sempre di più fino a divenire quasi inutilizzabile
    il fatto è che la batteria di un cellulare rispetto a quella di un auto subisce un maltrattamento incredibile
    – alte temperature ( quando lo utilizzi, lo lasci sotto il sole etc )
    – carica fino al 100% con mantenimento al 100% per diverse ore
    e chiaramente
    – ciclo di carica completa ogni giorno

    il che vuol dire che se un cellulare regge diciamo 1 anno e mezzo ( quelli più recenti mi pare lo reggano ) che son 500 giorni diciamo, un auto per caricare e scaricare completamente tutte le batterie per 500 volte deve fare almeno almeno 175k chilometri, aggiungi il fatto che la carica avviene per lo più lentamente, che c’è un sistema di bilanciamento, che la batteria viene mantenuta alla giusta temperatura.. ed è facile capire come si ottengano i dati attuali, senza considerare che la chimica della batteria è differente dato che per i cellulari la cosa più importante in assoluto è il peso, mentre per un auto è importante ma non la più importante visto che un auto DEVE durare almeno 10 anni, un cellulare è meglio che duri meno di 2 anni ( obsolescenza programmata )

  • Cronos

    Ha diversi *potenziali* utilizzi
    In caso di guida normale
    – l’utilizzo più ovvio è quello “bing bing ti stai addormentando!”
    – una potenzialità, visto che non hanno sicuramente problemi di potenza di calcolo etc: “so che stai guardando quell’auto sulla destra perchè seguo il tuo occhio e ho tutte le telecamere attorno quindi so esattamente cosa guardi, ma *bing bing* c’è pure un ciclista a sinistra che son sicuro non hai visto”, chiaramente questo poi viene calibrato, nel senso che anche se stai guardando all’auto davanti a te, se ci stai per andare a sbattere ti avverto ugualmente, solo che se non stai guardando ti avverto con più largo anticipo

    In caso di guida semi-autonoma
    – In complemento al “verifica se sto toccando il volante”, in questo caso so esattamente se sei attento alla strada o no e un AI non la freghi semplicemente appoggiando un dito sul volante
    quindi se vedo che presti attenzione, magari anche se non sento la pressione sul volante ti lascio andare avanti più a lungo, così come se sento la pressione sul volante e vedo che non presti attenzione ti darò i warning prima

    In caso di guida autonoma, più che altro l’utilità è relativa al tesla network, “il grande fratello ti sta guardando, so che sei stato tu a sporcare come un maniale l’auto e questo significa che ti verrà addebitato anche il costo di pulizia”, chiaramente il tutto vale anche per atti vandalici etc. Quindi ho la telecamera che dimostra come era lo stato dell’auto prima, cosa stai facendo durante e come è messa dopo ( quindi se spacci droga nella mia auto posso dimostrare che io non centro nulla ), chiaramente se oscuri la telecamera l’auto si parcheggia gentilmente a destra e ti dice di togliere lo stoch e che non può proseguire senza o simile, dipende poi che politiche vuoi attuare, ma nessuna di queste è attuabile senza una telecamera con vista sull’interno auto

  • Luke

    Ormai è abbastanza palese che la presentazione fosse volutamente sottotono…Stanno pian piano venendo fuori dettagli molto interessanti come la telecamera che inquadra l’abitacolo e il sistema per regolare la ventilazione.Hanno già prenotazioni per riempire la produzione di tutto il 2018, è chiaro che non volevano averne altre 500k che avrebbero finito per essere controproducenti anche sulle vendite di S e X.Per i SC, è vero anche se triplicano sono da considerare espansione in altri paesi e aumento di stalli. Però già in questi giorni ne stanno aprendo di nuovi per il sud… Ne bastano veramente pochi in più in centro sud per coprire quasi le esigenze di tutti…

  • kosline

    Cmq su ebay si stanno vendendo già le prime che saranno consegnate al pubblico (no dipendenti) 70k, ma sta chi (o non sa o sta truffando) che vuole cedere la prenotazione , cosa che non è possibile fare.

    Mentre Tesla ha inviato una lettera a quei dipendenti che la prenderanno per primi, li dice di non vendere la macchina per guadagno ( prezzo più alto di quanto acquistata), ma è un vincolo abbastanza raggirabile specie in US, mi sa che qualcuno (pochi) se la venderà, perchè cmq rischiano il licenziamento, vedremo.

    😉

  • Fafifugno

    Cmq su ebay si stanno vendendo già le prime che saranno consegnate al pubblico (no dipendenti) 70k, ma sta chi (o non sa o sta truffando) che vuole cedere la prenotazione , cosa che non è possibile fare.

    Non ti cedono la prenotazione: ti dicono “tu mi dici come la devo configurare, io la ordino a nome mio con le specifiche che mi hai dato tu e, quando me la consegnano, la rivendo a te”: il costruttore non gli può dire nulla, visto che la cosa non viola i termini del contratto (a meno di contratti particolari), non stanno facendo nulla di illegale (visto che comprano una auto e poi la rivendono).
    ‘sto giochino capita spesso su auto a tiratura limitata,i costruttori è difficile che possano mettere vincoli a riguardo (una volta che ti ho pagato tutta l’auto tu costruttore con che diritto mi dici cosa posso o non posso fare con un bene di mia proprietà ?)…

  • kosline

    Faffi e ci mancherebbe che un costruttore possa dirmi con un bene personale, cosa posso o non posso fare 😀 (escluso dipendenti che hanno priorità)..

    Ma ti assicuro che hanno tentato di vendere il preordine (passandolo), sbagliando (non so se in buona o cattiva fede), non sapendo che non è cedibile a terzi, non mi riferisco in particolare a quei messaggi che sono usciti uno due giorni fa, ma è successo qualche mese fa.

    😉

  • Noos

    Scusate faccio un solo appunto poi saranno gli amministratori a decidere, questa discussione sta diventando un calderone dove abbiamo parlato e stiamo parlando di ogni relativamente a M3. Potrebbe essere il caso di rientrare nei ranghi e aprire per argomenti specifici?

  • kosline

    Dalla trimestrale Tesla:

    Dalla sera del lancio Tesla sta incrementando di circa 1800 preordini al giorno per Model 3, fighissima questa cosa… 😀

    Noos si concordo, domani vediamo di aprire qualcosa di specifico..

    😉